Autore Messaggio

Indice  ~  Generale  ~  Mick Jagger operato al cuore

MessaggioInviato: 10 aprile 2019, 8:56
Avatar utenteMessaggi: 545Iscritto il: 8 maggio 2009, 12:30
Mah a me di quello che dice il fratello ci credo poco, aveva anche detto che Mick ha rischiato di morire il che mi sembra un esagerazione. Si e' vero e' sempre un intervento al cuore pero' si e' trattato di una valvola che si e' logorata nel corso degli anni quindi non di un evento acuto e traumatico , tanto e' vero che e' stato rilevato durante un controllo di routine, e che l'intervento e' stato effettuato una settimana dopo. Se davvero fosse stato in pericolo di vita non avrebbero certo aspettato una settimana per intervenire vi pare? Quanto alla ripresa dei concerti non credo vi siano grossi problemi non stiamo parlando di un infarto dove li devi stare davvero in campana ,non e' passata neanche una settimana dall'intervento quindi aspettiamo prima giungere a conclusioni. Insomma io resto ottimista


Profilo
MessaggioInviato: 10 aprile 2019, 11:46
Avatar utenteMessaggi: 91Località: reggio calabriaIscritto il: 26 marzo 2013, 11:47
Io penso che la verità stia nel mezzo, e cioè è vero che l'intervento non è un salvavita eseguito in urgenza, ma è altrettanto vero che parliamo di un uomo di 75 anni non di un quarantenne o cinquantenne, quindi non so se potrà essere in grado di saltare e ballare durante i concerti.
Ma detto questo, pure se Mick non potrà essere quello di prima, a me non interessa, lo prendo lui e gli Stones per quello che sono adesso, non sono per niente d'accordo con chi dice che sarebbe meglio che si ritirassero.
E non li troverei per niente patetici ma apprezzerei anzi ancora di più la loro tremenda voglia di vivere e morire sulle assi di un palco, Stones rules again!


Profilo
MessaggioInviato: 12 aprile 2019, 12:14
Messaggi: 2715Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
Passeggiata al parco di Mick. Lo vedo bello in forma ma purtroppo non vuol dire niente...speriamo che torni presto a occupare il trono.

Rosso57

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 13 aprile 2019, 16:56
Messaggi: 21Iscritto il: 5 novembre 2014, 20:25
il problema dell'età e della salute chiaramente esiste,il fatto di sapere di aver dei
problemi cardiaci può sicuramente influire psicologicamente nella prospettiva di doversi
esibire magari in una tournèe in cui devi essere in forma sul palco ogni 3/4 sere.

Poi tutto è relativo,ho visto 2 settimane fa john mayall 85 anni fare un concerto bellissimo
di 2 ore sempre in piedi alternando voce,tastiere,armonica e chitarra.
magari ha fatto un certo tipo di vita oppure è solo fortunato di essere arrivato così
a quella età...


Profilo
MessaggioInviato: 13 aprile 2019, 18:22
Messaggi: 2715Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
I concerti degli Stones sono una cosa diversa da da quelli di Mayall o Dylan oppure altri simili. Sono una rock'n roll band e pertanto si muovono molto sul palco soprattutto Jagger e infatti il problema è questo. Potrà ancora farlo senza rischiare la vita? Jagger fermo sul palco sarebbe triste e desolante oltre che frustrante per lui stesso. Vedremo.

Rosso57

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 15 aprile 2019, 13:01
Avatar utenteMessaggi: 545Iscritto il: 8 maggio 2009, 12:30
Ma scusate, chi l'ha detto e dove sta scritto che per tornare sul palco Mick dovra' per forza saltare correre ecc..? Certo non dico che dovra' cantare come Julio Iglesias ma nemmeno agitarsi come un forsennato, quindi come sempre la soluzione sta nel mezzo. E comunque non e' che da giovane si muovesse poi cosi tanto, ha cominciato a farlo verso la meta' degli anni 70 nel tour 75/76. Guardatevi ad esempio il concerto del Marquee praticamente e' fermo e siamo nel 1971, si certo si muoveva e ballava ma sostanzialmente il raggio d'azione era limitato. Anche perche' i palchi erano piu piccoli non c'erano certo i palchi mastodontici e megagalattici (e inutili aggiungo io) di oggi che tra l'altro non mi piacciono neppure granche' dato che penso che i concerti debbano essere fatti per la musica e non per le scenografie. Comunque detto questo non credo che il problema potrebbero essere le due ore spese sul palco ma piuttosto lo stress che comporta un tour viaggi spostamenti ecc... Comunque credo che Mick tornera' non e' da lui gettare la spugna


Profilo
MessaggioInviato: 15 aprile 2019, 15:10
Messaggi: 2715Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
Non sono d'accordo. Gli Stones fin dal 65 fecero della performance sul palco, uno dei loro punti di forza. Nel 69 portarono alcune innovazioni proprio dal punto di vista dell'esibizione live, altro che dire che non si muovevano, ci sono i filmati da vedere peraltro, quelli al Madison, non mi sembra proprio che stia fermo e che abbia iniziato nel 70 75, ma quando mai!!!. Mick imparò molto da gente come James Brown, Elvis e altri grandi del rock a muoversi in scena per poi arrivare a creare un suo modo di muoversi unico nella storia del rock da cui hanno attinto plotoni di frontman anche famosi (vedasi i vari Iggy Pop, Rod Stewart e altri performer). Fare a meno di questa componente che è parte integrante del fenomeno Stones, vuol dire togliere una parte essenziale che va a completare l'insieme della loro musica e della loro storia. Gli Stones non sono nati per fare le mummie sul palco, non fa parte della loro natura. Per cui muoversi cantando nello stesso tempo è molto faticoso e non so se Jagger potrebbe reggere a seguito dell'intervento subito. Nell'esibizione al Marquee ovviamente, essendo piccolo il palco, Mick aveva uno spazio di movimento ridotto ma si capisce che è compresso, come lo era sui palchi degli anni 60, che vorrebbe muoversi di più perchè quella è la sua natura. Un animale da palcoscenico come Jagger non sale sul palco per fare il manico di scopa, piuttosto molla il colpo e addio live. Se torna è perché sa che potrà osare ancora.

Rosso57 <)


Profilo
MessaggioInviato: 15 aprile 2019, 17:44
Avatar utenteMessaggi: 545Iscritto il: 8 maggio 2009, 12:30
rosso57 ha scritto:
Non sono d'accordo. Gli Stones fin dal 65 fecero della performance sul palco, uno dei loro punti di forza. Nel 69 portarono alcune innovazioni proprio dal punto di vista dell'esibizione live, altro che dire che non si muovevano, ci sono i filmati da vedere peraltro, quelli al Madison, non mi sembra proprio che stia fermo e che abbia iniziato nel 70 75, ma quando mai!!!. Mick imparò molto da gente come James Brown, Elvis e altri grandi del rock a muoversi in scena per poi arrivare a creare un suo modo di muoversi unico nella storia del rock da cui hanno attinto plotoni di frontman anche famosi (vedasi i vari Iggy Pop, Rod Stewart e altri performer). Fare a meno di questa componente che è parte integrante del fenomeno Stones, vuol dire togliere una parte essenziale che va a completare l'insieme della loro musica e della loro storia. Gli Stones non sono nati per fare le mummie sul palco, non fa parte della loro natura. Per cui muoversi cantando nello stesso tempo è molto faticoso e non so se Jagger potrebbe reggere a seguito dell'intervento subito. Nell'esibizione al Marquee ovviamente, essendo piccolo il palco, Mick aveva uno spazio di movimento ridotto ma si capisce che è compresso, come lo era sui palchi degli anni 60, che vorrebbe muoversi di più perchè quella è la sua natura. Un animale da palcoscenico come Jagger non sale sul palco per fare il manico di scopa, piuttosto molla il colpo e addio live. Se torna è perché sa che potrà osare ancora.

Rosso57 <)


E chi ha detto che gli Stones dovrebbero fare le mummie sul palco? Io ho detto un altra cosa, e ho anche detto che il modo di stare sul palco di Mick e' mutato nel corso degli anni. Voglio dire che le sue performance degli anni 70 erano diverse da quelle dei 60 cosi come quelle degli 80 erano diverse da quelle dei 70 e cosi via. Proprio per questo credo che una soluzione si possa trovare e secondo me il modo di stare sul palco di Mick dei tardi anni 60 (vedi HP 69, non mi dirai che si muoveva allo stesso modo di Live in Texas 78 ) e' piu compatibile con la sua attuale condizione rispetto a come si muove oggi, tutto qui. Ovviamente e' solo una mia impressione ma faccio fatica a credere che una soluzione non si possa trovare


Profilo
MessaggioInviato: 15 aprile 2019, 19:39
Avatar utenteMessaggi: 828Località: PistoiaIscritto il: 27 marzo 2014, 21:02
roadrunner ha scritto:
Ma scusate, chi l'ha detto e dove sta scritto che per tornare sul palco Mick dovra' per forza saltare correre ecc..? Certo non dico che dovra' cantare come Julio Iglesias ma nemmeno agitarsi come un forsennato, quindi come sempre la soluzione sta nel mezzo. E comunque non e' che da giovane si muovesse poi cosi tanto, ha cominciato a farlo verso la meta' degli anni 70 nel tour 75/76. Guardatevi ad esempio il concerto del Marquee praticamente e' fermo e siamo nel 1971, si certo si muoveva e ballava ma sostanzialmente il raggio d'azione era limitato. Anche perche' i palchi erano piu piccoli non c'erano certo i palchi mastodontici e megagalattici (e inutili aggiungo io) di oggi che tra l'altro non mi piacciono neppure granche' dato che penso che i concerti debbano essere fatti per la musica e non per le scenografie. Comunque detto questo non credo che il problema potrebbero essere le due ore spese sul palco ma piuttosto lo stress che comporta un tour viaggi spostamenti ecc... Comunque credo che Mick tornera' non e' da lui gettare la spugna


Invece io sono molto d'accordo.
Chiaramente i palchi mastodontici non sono solo scenografia, ma servoon anche a rendere partecipi coloro che sono nelle ultime file e non possono permettersi certi biglietti.
Credo che la soluzione ci sia e che Mick possa trovarla.


Profilo
MessaggioInviato: 16 aprile 2019, 1:21
Avatar utenteMessaggi: 3915Località: leccoIscritto il: 18 luglio 2009, 23:29
....non è un caso che lo stesso Mick definisca i concerti spettacoli musicali, proprio perché fare un concerto in uno stadio ha poco senso, se non c'è anche spettacolo e infatti i concerti negli stadi si sono evoluti proprio in questa direzione. In un teatro basta la band, in uno stadio no !
Però sono d'accordo, Mick oggi non ha la necessità di correre sul palco a prescindere dall'operazione che ha avuto, ma di fatto negli ultimi spettacoli evitava le grandi corse o comunque le limitava, ha passato i 70, mi sembra ovvio !
Ovviamente Mick non sarà mai nemmeno il cantante che canta da fermo, non penso che ci riesca neanche a volerlo, perché ha la necessità del contatto con il pubblico e gli piace andare in mezzo alla gente durante il concerto, starà più attento e cercherà magari di evitare di esagerare.
Però nemmeno agli inizi degli anni 70 stava fermo, i palchi erano più piccoli, ma lui ballava e si muoveva continuamente, lo ha sempre fatto che io ricorda, persino in tv negli anni 60, incominciava con le sue classiche mosse.


Profilo
MessaggioInviato: 16 aprile 2019, 10:27
Avatar utenteMessaggi: 545Iscritto il: 8 maggio 2009, 12:30
Beh non sto dicendo di tornare ai palchi degli anni 60 dico solo che mi sembra che ultimamente si sia un po ecceduto in tal senso, anche perche' i costi di certi allestimenti inevitabilmente ricadono sui prezzi dei biglietti. Avrei anche qualcosa da ridire sul modo in cui viene oggi proposta la musica dal vivo ma mi taccio se no mi allargherei troppo. Comunque sono solo mie opinioni che non mi aspetto siano condivise, la realta' e' che esse sono influenzate dal fatto che sono un nostalgico e non ho nessun problema ad ammetterlo. Il che spiega anche il perche' non sono un grande amante del rock da stadio


Profilo
MessaggioInviato: 16 aprile 2019, 12:49
Avatar utenteMessaggi: 828Località: PistoiaIscritto il: 27 marzo 2014, 21:02
Beh, immaginiamo quanto potrebbe costare un concerto degli Stones in un teatro, sopratutto in tours di poche date come quelli attuali.
E' una questione di domanda e offerta, una delle leggi principali dell'economia.
Il rock da stadio può non piacere, ma è innegabile che soddisfi una bella fetta di domanda.


Profilo
MessaggioInviato: 16 aprile 2019, 14:49
Avatar utenteMessaggi: 91Località: reggio calabriaIscritto il: 26 marzo 2013, 11:47
roadrunner ha scritto:
Ma scusate, chi l'ha detto e dove sta scritto che per tornare sul palco Mick dovra' per forza saltare correre ecc..? Certo non dico che dovra' cantare come Julio Iglesias ma nemmeno agitarsi come un forsennato, quindi come sempre la soluzione sta nel mezzo. E comunque non e' che da giovane si muovesse poi cosi tanto, ha cominciato a farlo verso la meta' degli anni 70 nel tour 75/76. Guardatevi ad esempio il concerto del Marquee praticamente e' fermo e siamo nel 1971, si certo si muoveva e ballava ma sostanzialmente il raggio d'azione era limitato. Anche perche' i palchi erano piu piccoli non c'erano certo i palchi mastodontici e megagalattici (e inutili aggiungo io) di oggi che tra l'altro non mi piacciono neppure granche' dato che penso che i concerti debbano essere fatti per la musica e non per le scenografie. Comunque detto questo non credo che il problema potrebbero essere le due ore spese sul palco ma piuttosto lo stress che comporta un tour viaggi spostamenti ecc... Comunque credo che Mick tornera' non e' da lui gettare la spugna


Sono d'accordissimo. Oltretutto è proprio una situazione inevitabile quella che vede Mick meno saltellante sul palco, non si va contro l'età e contro il tempo, in particolare adesso dopo una operazione alle valvole cardiache.
Ciò però non toglie che Mick farà ancora concerti da Dio, non è che per continuare ad essere un grande deve saltare come prima, nessuno può pretenderlo e una via di mezzo è una soluzione accettabilissima.


Profilo
MessaggioInviato: 16 aprile 2019, 19:39
Avatar utenteMessaggi: 3915Località: leccoIscritto il: 18 luglio 2009, 23:29
roadrunner ha scritto:
Beh non sto dicendo di tornare ai palchi degli anni 60 dico solo che mi sembra che ultimamente si sia un po ecceduto in tal senso, anche perche' i costi di certi allestimenti inevitabilmente ricadono sui prezzi dei biglietti. Avrei anche qualcosa da ridire sul modo in cui viene oggi proposta la musica dal vivo ma mi taccio se no mi allargherei troppo. Comunque sono solo mie opinioni che non mi aspetto siano condivise, la realta' e' che esse sono influenzate dal fatto che sono un nostalgico e non ho nessun problema ad ammetterlo. Il che spiega anche il perche' non sono un grande amante del rock da stadio

Siamo d'accordo ! A chi non piacerebbe andare ad un concerto degli Stones in un teatro ? credo sia il sogno di ogni fans ! Concordo anche sul non detto riguardo ai concerti negli stadi, che sono una cornice fantastica, ma non il miglior modo di ascoltare musica live, fortunatamente la tecnologia ha migliorato di molto questa esperienza, ma che non è paragonabile a un'esperienza in un teatro. Tuttavia esiste un problema logistico per questi concerti, in quanto hanno un costo più contenuto, ma anche ricavi molto limitati, il che li fa diventare molto costosi e accontenterebbero solo poche persone, il che va bene per un gruppo non molto famoso, oppure famoso solo in una nazione, ma per gli artisti internazionali diventa difficile girare il mondo per concerti per pochi fortunati. Purtroppo....


Profilo
MessaggioInviato: 27 aprile 2019, 22:49
Messaggi: 191Località: AcirealeIscritto il: 3 giugno 2010, 22:53
Ricordiamoci che il nostro Mick ha fatto un patto ccon il diavolo... Pertanto tornerà a saltellare sul parco come prima... ;) :cool: l


Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 2 di 3
39 messaggi
Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi