Autore Messaggio

Indice  ~  Generale  ~  "Blue & Lonesome" il nuovo album 2016

MessaggioInviato: 25 novembre 2016, 14:10
Avatar utenteMessaggi: 1885Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
Questa di questo rockol è una recensione inutile. Nel senso che non dice nulla in più rispetto a quello che una normalissima persona usando wikipedia e e leggendo un po di sroria degli Stones potrebbe scrivere. Magari senza avere ascoltato il disco. No, perché la domanda che mi son fatto dopo averla letta è stata: ma sto tizio l'ha ascoltato veramente il disco?
Aspetto la recensione di Zambellini che sicuramente non avrà sottovalutato l'aspetto filologico del progetto.

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo WWW
MessaggioInviato: 25 novembre 2016, 16:02
Messaggi: 1576Iscritto il: 10 novembre 2012, 20:01
"Il “drawl” dei Rolling Stones regna sovrano e il blues è il suo humus: Charlie Watts segue il beat dettato dalla chitarra ritmica, il basso si imposta sulla batteria e, con le chitarre in perenne anticipo, ecco il suono che migliaia di cover band non riescono a riprodurre"
Questo passaggio non è male, dai!!

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 25 novembre 2016, 16:29
Avatar utenteMessaggi: 1885Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
Si, ma mi aspettavo qualcosa sul disco, qualche dettaglio non una spiegazione del suono e delle dinamiche esecutive degli Stones - cose che gia sappiamo e che sono state meglio spiegate in passato da grandi giornalisti.

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo WWW
MessaggioInviato: 25 novembre 2016, 17:02
Avatar utenteMessaggi: 816Località: PistoiaIscritto il: 27 marzo 2014, 21:02
Tra pochi giorni qualcosa sul disco lo diremo noi!


Profilo
MessaggioInviato: 26 novembre 2016, 0:20
Messaggi: 2695Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
Infatti <)

rosso57 <)


Profilo
MessaggioInviato: 26 novembre 2016, 11:10
Avatar utenteMessaggi: 3943Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11

Profilo
MessaggioInviato: 26 novembre 2016, 11:22
Avatar utenteMessaggi: 1885Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
Oscar ha scritto:


Questo è scrivere!

[...]un disco a tratti dal sound sporco e viscerale dove gli Stones, a cominciare proprio da Jagger, non scadono in una parodia di se stessi e nemmeno si accontentano di imitare i bluesmen da cui hanno tratto la loro linfa. Si cimentano di fatti in una interpretazione pulsante, del tutto autentica, personale e moderna, pur nel rigore di quella classicità blues che più di cinquanta anni fa costituì la scintilla che diede spinta alla loro macchina e nel corso del tempo è rimasta un punto di riferimento per non deragliare mai, anche nei momenti più pop e commerciali

Jagger canta come se volesse convincerci che lui è un vero bluesman e il bello è che riesce nell'intento perché la grande sorpresa del disco è proprio lui

Più lente sono la stupenda Blue & Lonesome il cui big bang iniziale non tragga in inganno perché Jagger ad un certo punto pare piangere tanto è coinvolto in questa solitudine blu e All of Your Love di Magic Sam dove la West Side di Chicago torna a nuova vita grazie ad un inciso di armonica gustosissimo, a chitarre che se la sparano alla grande e al sapiente lavoro del pianoforte, qui non mi è dato di capire se Chuck Leavell o Matt Clifford.


Profilo WWW
MessaggioInviato: 26 novembre 2016, 15:12
Messaggi: 179Iscritto il: 18 marzo 2014, 16:17
Mi piace il focus su Jagger. Che poi... dai vari punti di vista espressi, il bel "cantato" di Mick pare il minimo comune multiplo di questo prossimo CAPOlavoro. ps Attesa clamorosamente elevata ;)


Profilo
MessaggioInviato: 26 novembre 2016, 20:23
Messaggi: 2695Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
Non l'ho ancora sentito e già mi fa venire i brividi, ma quante sorprese ci riserveranno ancora questi 4 banditi? <) <) :twisted:

rosso57


Profilo
MessaggioInviato: 27 novembre 2016, 20:36
Messaggi: 2695Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
«LA COSA singolare è che un disco del genere non l’avevamo preventivato – assicura Jagger –. Poi, tra una registrazione e l’altra del nostro nuovo album d’inediti, abbiamo iniziato a suonare queste canzoni, spuntate in maniera così fluente e naturale dal non costarci più di due-tre incisioni ciascuna».

Come avevo detto io, si sono trovati in studio a cazzeggiare, loro di tempo da buttar via ne hanno a tonnellate, e tra un cazzeggio e l'altro eccoti Blue & Lonesome, non preventivato ne programmato, una cosa tipo Jamming W.E tanto per intenderci, solo più rinforzato come produzione visto che andavano benone a jammare. Tutto qui, un disco nato dai cazzeggi Stones, sporco, grezzo e cazzuto, più blues di così!!!!Grandi!!!

rosso57 <) <sg


Profilo
MessaggioInviato: 27 novembre 2016, 23:02
Messaggi: 4054Località: SALERNOIscritto il: 5 maggio 2008, 23:29
...Non voglio assolutamente "snobbare" questo lavoro ne tantomeno sminuire tutte le recensioni positive fin'ora avute (me compreso per i due pezzi ascoltati), ma vorrei solo dire senza voler passare per un solone o un veggente che io me l'aspettavo che ne uscisse fuori un bel disco...Perchè il Blues è nel loro DNA e a valutare bene il tutto non dimentichiamoci che è un disco di cover, cioè di pezzi già fatti da altri rifatti a loro modo...Quindi non avevo alcun dubbio che li rifacevano alla grande proprio per l'attitudine che loro hanno verso la "materia"

Il disco me lo godrò eccome, ma resto dell'idea che per me è solo un aperitivo, un assaggio prima del piatto forte che per me resta sempre un nuovo disco di inediti, dove devono creare e mettere su disco nuova musica e nuovi testi, quella sarà la vera sfida e il banco di prova per vedere se a parte il versante "live"(dove ci hanno dimostrato ampiamente di esserlo)sono ancora in sella...

Per come sono loro potrebbero fare una serie completa di "Blues Collection" e anche "R'n roll collection" volume 1,2,3 fino a cento reinterpretando alla grande i classici del genere da Waters a Reed, da Holly a Berry e statene sicuri non sbaglierebbero un colpo...Ma permettete, per quanto voglio bene a quei ragazzacci e per quanto è alta la considerazione che ho della loro arte e delle loro possibilità dico "Troppo facile!" semplicemente in questo preciso momento da loro mi aspetto dell'altro...Che provino ad alzare l'asticella un po' più in su per uscirsene con un "Bigger bang" degno della loro grandezza...


Profilo
MessaggioInviato: 27 novembre 2016, 23:06
Messaggi: 4054Località: SALERNOIscritto il: 5 maggio 2008, 23:29
...La cosa che rimarcavano i critici e che nelle mie sensazioni dopo aver ascoltato i primi due pezzi mi è saltata subito all'orecchio non è tanto la prova della Band sulla quale non nutrivo alcun dubbio...Ma il suono così fresco, pulito, nitido come è sempre mancato per un eccesso di sovraproduzione negli ultimi lavori della Band, ecco, quella è la vera fondamentale novità che non può altro che farci gioire!


Profilo
MessaggioInviato: 27 novembre 2016, 23:51
Messaggi: 1576Iscritto il: 10 novembre 2012, 20:01
Mailexile te sei molto positivo ed ottimista sui pezzi inediti!!
Io dopo i 40 pezzi consegnati da Mick a Don Was, dopo aver riascoltato quella specie di album che è Superheavy, dopo aver letto che Mick vuole un lavoro eclettico (lo disse anche per Bridge to Babylon...) e vuole esplorare nuove strade con i pezzi nuovi...diciamo che sono moderatamente ottimista!
Attendo con molta curiosità e spero che Mick non si spinga troppo oltre, dopo aver 'concesso' un salto indietro nel tempo alla tradizione blues.

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 28 novembre 2016, 0:04
Avatar utenteMessaggi: 1885Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
Io posso anche condividere quello che dice mail e soprattutto condivido l'entusiasmo, però ti assicuro che fare un album di sole cover blues non è giocare facile. Sono tanti i gruppi che vorrebbero farne uno e che si rendono conto della difficoltà, non solo da un punto esecutivo ma nel partorirne un progetto filologicamente credibile; e sono tanti i gruppi che nel provare ad omaggiare i maestri hanno pubblicato lavori mediocri. La recensione di Zambellini andrebbe letta considerando anche questi aspetti secondo me.
Mettiamola cosi, per un gruppo come gli Stones un album di cover blues ed un album di inediti sono necessari allo stesso modo. Però né l'uno né l'altro cambieranno la storia discografica del gruppo

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo WWW
MessaggioInviato: 28 novembre 2016, 0:08
Avatar utenteMessaggi: 1885Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
... due album necessari ma non indispensabili

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo WWW

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 4 di 18
270 messaggi
Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7 ... 18  Prossimo
Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi