Autore Messaggio

Indice  ~  Get Off Of My Cloud  ~  Eric Clapton

MessaggioInviato: 2 dicembre 2013, 11:46
Avatar utenteMessaggi: 3979Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
nulla di ufficiale ma è in vendita quì
http://www.caru.com/item.php?pfx=cd&id=406896

credo sia stato registarto da una radio svizzera che lo trasmetteva in diretta, si sente abbastanza bene ed è un gran concerto (niente jazz :lol: )
ciao


Profilo
MessaggioInviato: 20 gennaio 2014, 22:28
Avatar utenteMessaggi: 3979Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
In un nuovo DVD gli anni Settanta di Eric Clapton

Sta per essere pubblicato un docufilm sulla carriera di Eric Clapton durante gli anni Settanta, decennio in cui il musicista pubblicò due tra i suoi album più importanti, "461 Ocean Boulevard" e "Slowhand". Il lavoro è intitolato "Eric Clapton - The 1970s review" ed è stato realizzato dallo stesso team che aveva assemblato il precedente "Eric Clapton - The 1960s review". Il DVD naturalmente raccoglie interviste nuove e di archivio, esecuzioni live rare e contributi assortiti tra i quali quello di Marc Roberty, tra i più noti biografi claptoniani con 6 libri su Slowhand all'attivo. Il supporto audiovideo sarà disponibile dal prossimo 11 marzo.

www.rockol.it


Profilo
MessaggioInviato: 4 marzo 2014, 22:28
Avatar utenteMessaggi: 3979Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Eric Clapton sempre più vicino alla pensione: 'Giappone, addio'

Non ha mai fatto mistero, Eric Clapton, di non voler passare tutta la terza età sul palco. Già un anno fa Slowhand, in un'intervista rilasciata all'edizione americana di Rolling Stone, aveva detto senza giri di parole di voler porre fine alla sua carriera dal vivo - o, almeno, ai tour mondiali - allo scoccare del settantesimo anno di età: "Stare sul palco, quello è facile", ebbe a dire il bluesman britannico, "Se potessi suonare nel mio vicinato, sarebbe fantastico. Quello che mi distrugge è il viaggio. E l'unico modo in cui puoi affrontarlo è buttando via così tanti soldi da andare in perdita. A 70 anni smetterò di andare in tour. Non smetterò di suonare o di fare spettacoli unici. Semplicemente smetterò di andare in tournée".

L'asso delle sei corde ha voluto ulteriormente ribadire il concetto in occasione della conclusione della branca giapponese del suo ultimo tour, che ha avuto per teatro, lo scorso 28 febbraio, la Nippon Budokan Arena, lo stesso spazio che ospitò, il 31 ottobre del 1974, la prima apparizione di Clapton nel paese del Sol Levante: "Potrei essere in grado di non tornare più qui", ha scritto l'artista nel programma della serata, "Sono quarant'anni che vengo a suonare da queste parti, da prima ancora che molti di voi fossero nati. E questo è il miglior posto dove mi sia mai esibito. Grazie per avermi ospitato".

Eric Clapton compirà settant'anni il 30 marzo del prossimo anno.

http://www.rockol.it


Profilo
MessaggioInviato: 30 marzo 2014, 21:33
Avatar utenteMessaggi: 3979Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
tenti auguri grandissimo Eric !!!

Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 31 marzo 2014, 22:01
Avatar utenteMessaggi: 1996Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
E' lui il chitarrista del blues.
Ha una marcia in più
Auguroni

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=DMhffn22wFE[/youtube]


Profilo
MessaggioInviato: 1 aprile 2014, 18:21
Avatar utenteMessaggi: 2966Località: Lamezia TermeIscritto il: 16 febbraio 2007, 19:51
leeds71 ha scritto:
E' lui il chitarrista del blues


non sono d'accordo su questa frase.
per fugare ogni dubbio ed evitare inutili polemiche, non sto mettendo in dubbio la portata di questo immenso musicista.

auguri Eric


Profilo
MessaggioInviato: 1 aprile 2014, 19:44
Avatar utenteMessaggi: 1996Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
capisco perfettamente, in realtà il mio era un autoconvincimento che in quel momento ha partorito quella frase. in realtà ci son altri grandissimi chitarristi blues o meno ed alcune volte stabilire chi abbia o meno una marcia in più (sì, io faccio le classifiche) risulta particolarmente arduo.

così, per curiosità, chi è il chitarrista ''del blues'' per te?
<)


Profilo
MessaggioInviato: 2 aprile 2014, 10:26
Messaggi: 119Iscritto il: 20 aprile 2007, 19:06
Clapton e' uno dei miei preferiti di sempre,ma quello che ha fatto Mick Taylor con gli Stones tra il 1972 e il 1973 dal vivo rimane il top.
Brussels Affair rappresenta il vertice del rock e del blues.


Profilo
MessaggioInviato: 2 aprile 2014, 14:33
Messaggi: 4070Località: SALERNOIscritto il: 5 maggio 2008, 23:29
...Ad esempio ci sarebbe tra i tanti un certo Rory Gallagher...


Profilo
MessaggioInviato: 2 aprile 2014, 16:55
Avatar utenteMessaggi: 2966Località: Lamezia TermeIscritto il: 16 febbraio 2007, 19:51
@ leeds71, se non erro sei l'unico altro calabrese del forum...

provo a spiegare a parole quello che è il mio pensiero in merito...
premetto che lo scrivente possiede, come molti qui dentro, gran parte della discografia di Clapton.
non ci sono dubbi sul fatto che Clapton sia stato uno di quelli che, in un dato periodo, abbia contribuito a diffondere il verbo in Europa.
come non c'è dubbio sul fatto che sia un fantastico interprete del genere, (vedi "From The Cradle") e che ancora al giorno d'oggi si sbatta per promuovere il Crossroads Guitar Festival portando ogni anno sul palco sia grandi vecchi che "giovani" leve, il tutto per divulgare quella che io considero l'unica forma d'arte americana.
Io credo che parlare di "chitarrista del blues" sia un concetto troppo astratto.
c'è il ritmo ipnotico di John Lee Hooker, la slide di Muddy, il superbo Buddy Guy che non è mai fuori le righe... (come vedi parliamo solo dei più famosi, giusto per rendere l'idea)
non è importante l'assolo plateale. sarò anche un integralista riguardo al blues ma per me, suona blues chi ne abbia fatta una autentica ragione di vita (e tante volte di morte), chi si è totalmente votato a suonarlo, coloro che non hanno doti chitarristiche come Clapton ma che magari hanno nella propria voce uno strumento, o questo strumento ce l'hanno nel piede che batte sul pavimento. o chi si fa una domanda e si risponde con l'armonica.
per me suona blues, per esempio, chi non è mai uscito fuori dal Mississippi ma è continuamente in giro a suonare.
se parliamo di blues, non credo che cambierei mai un disco di un qualsiasi bluesman del Mississippi o della Louisiana con un disco di Clapton. ma perchè parliamo di blues, se poi parliamo di chitarristi magistrali allora è un altro discorso.
se proprio devo associare una chitarra solista al blues, mi viene subito in mente Hubert Sumlin. Mai fuori luogo, feeling, da sballo.
mi piace pensare che ci sono tanti "chitarristi del blues", ciascuno a proprio modo.


Profilo
MessaggioInviato: 2 aprile 2014, 22:39
Avatar utenteMessaggi: 1996Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
Ma è chiaro che poi i gusti personali vanno oltre qualsiasi ''definizione'', classifica o giudizio provocatorio.

Ripeto, in alcuni momenti è realmente difficile rientrare in queste classifiche - a loro modo stupide, sì, perchè Acontestualizzate o più semplicemente sterili, ma utili se volte ad uno scambio d'opinioni come in questo caso - particolarmente interessante, tra le altre cose.

C'è poi come dici tu il Vero blues, quello americano, quello dei vecchi bluesmen ed il blues elettrico, di origine inglese ma non solo, nel quale Clapton è inserito insieme ad altri grandissimi.

Ti dirò di piu, neppure io cambierei mai un disco di un qualsiasi bluesman del Mississippi o della Louisiana con un disco di Clapton, il quale non è neppure il mio chitarrista preferito.

Tra i chitarristi elettrici, inglesi, pero', in modo particolare in alcuni momenti (tipo quello ricordato nel video da me linkato) Clapton sembra avere una marcia in piu', un tocco superiore - penso anche al magnfifico concerto al MSG con Steve Winwood di qualche anno fa.

Ma è questione di momenti, attimi, canzoni e magari il giudizio cambia, velocemente.
Ad esempio ascoltando Mike Bloomfield.


Profilo
MessaggioInviato: 9 aprile 2014, 15:20
Avatar utenteMessaggi: 70Località: PalermoIscritto il: 23 marzo 2014, 21:08
Salve!
Volevo segnalare che stanotte Rai 5, all'assurdo orario da nottambuli dell'1:15, trasmetterà ERIC CLAPTON:CROSSROADS BLUES FESTIVAL 13, il meglio delle due serate tenutesi ad aprile dell'anno scorso al Madison Square Garden.
Tra i colleghi con cui ha suonato anche il nostro Keith Richards, oltre a B.B. King, Jeff Beck e molti altri.

Se avete l'insonnia e non dovete andare a lavoro...


Profilo
MessaggioInviato: 10 aprile 2014, 4:44
Messaggi: 1782Iscritto il: 11 febbraio 2007, 4:36
mi sembra un orario più che giusto!

non sia mai che qualcuno in Italia iniziasse a capire ed apprezzare un po' la MUSICA! :twisted: :twisted:


Profilo
MessaggioInviato: 1 maggio 2014, 13:39
Avatar utenteMessaggi: 3979Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Eric Clapton, CD di tributo a JJ Cale. Ci sono anche Tom Petty e Mark Knopfler

E' il giusto omaggio all'uomo che gli ha dato due dei suoi maggiori successi, "Cocaine" e "After midnight". Eric Clapton ha approntato un album di tributo a JJ Cale, il grande musicista scomparso nel luglio dello scorso anno, e il disco ospita nomi di spicco quali - tra gli altri - Tom Petty e Mark Knopfler. Il lavoro è stato battezzato "Eric Clapton & friends: the breeze, an appreciation of JJ Cale" e sarà pubblicato il prossimo 29 luglio. Le sedici rendition di Slowhand ed amici (tra parentesi il cantante) sono:


1. Call me the breeze (Eric Clapton)
2. Rock and roll eecords (Eric Clapton & Tom Petty)
3. Someday (Mark Knopfler)
4. Lies (John Mayer & Eric Clapton)
5. Sensitive kind (Don White)
6. Cajun Moon (Eric Clapton)
7. Magnolia (John Mayer)
8. I got the same old blues (Tom Petty & Eric Clapton)
9. Songbird (Willie Nelson & Eric Clapton)
10. Since you said goodbye (Eric Clapton)
11. I’ll be there (If you ever want me) (Don White & Eric Clapton)
12. The old man and me (Tom Petty)
13. Train to nowhere (Mark Knopfler, Don White & Eric Clapton)
14. Starbound (Willie Nelson)
15. Don’t wait (Eric Clapton & John Mayer)
16. Crying eyes (Eric Clapton & Christine Lakeland).

www.rockol.it


Profilo
MessaggioInviato: 27 giugno 2014, 11:45
Avatar utenteMessaggi: 3979Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Basta concerti: Eric Clapton 'pronto a ritirarsi dall'attività live'

Basta con i concerti, viaggiare gli è diventato "insopportabile" dopo mezzo secolo di vita on the road. In più, ormai ha quasi 70 anni e ha anche altre cose a cui pensare. Questo, stringatamente, il senso delle parole pronunciate da Eric Clapton e pubblicate dalla rivista "Uncut" nel numero di agosto. L'intervista è stata ripresa al volo dal "Daily Mail" che questa mattina ha riportato gli stralci che più ha ritenuto significativi. "Ci sono miliardi di cose che mi piacerebbe fare, ma sto anche considerando il ritiro. L'anno prossimo compio 70 anni. Credo che mi concederò, ragionevolmente, di continuare a registrare in studio. Non ho intenzione di diventare secondario fino al punto in cui mi troverei imbarazzante. Viaggiare è diventato insopportabile, ci vuole troppo tempo per andare in qualsiasi posto; entrare e uscire dagli aeroporti, salire sugli aerei, viaggiare in auto". Slowhand ha anche affermato che un giorno potrebbe non essere più in grado di suonare la chitarra. "Forse. Fisicamente, se mi facesse male suonarla, potrebbe darsi".

Le parole di Clapton si affiancano a quelle da lui stesso pronunciate nel febbraio 2013, quando disse: "Ho intenzione di seguire l'esempio di J.J. Cale: a 70 anni smetterò di andare in tour. Non smetterò di suonare o di fare spettacoli unici. Semplicemente smetterò di andare in tournée, credo".

http://www.rockol.it


Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 3 di 8
115 messaggi
Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 8  Prossimo
Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
cron