Autore Messaggio

Indice  ~  Get Off Of My Cloud  ~  The Strange Boat

MessaggioInviato: 10 agosto 2016, 14:36
Messaggi: 1576Iscritto il: 10 novembre 2012, 20:01
Ciao Zac, anche io ti leggo sempre molto volentieri!
A quando qualcosa del Maestro Dylan?! Ti suggerisco un testo molto breve, semplice semplice..."Lily, Rosemary and The Jack of Hearts'! :-)

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 10 agosto 2016, 15:17
Avatar utenteMessaggi: 4063Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Ciao Mark, grazie!

In effetti sarebbe interessantissimo, ma il più delle volte cerco di tradurre testi meno frequentati e di Dylan esistono già tantissime traduzioni, non da ultime - come hai già ricordato tu - quelle ottime sul sito "Maggie's Farm".

Comunque non è detto... tra l'altro finora ho trascurato anche gli Stones.


Profilo WWW
MessaggioInviato: 11 agosto 2016, 17:11
Avatar utenteMessaggi: 1974Località: RomaIscritto il: 8 giugno 2007, 0:58
grazie Zac! in effetti e' stata una sorpresa questa... mi piace molto sentire Chuck Berry, cosi' lieve e divertente, e conoscerne i testi non puo' essere che un valore aggiunto;-)

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 19 agosto 2016, 0:29
Avatar utenteMessaggi: 4063Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Ciao Sonia, grazie!
ancora Waterboys: strange boat

http://thestrangeboat.blogspot.it/2016/ ... -boat.html


Profilo WWW
MessaggioInviato: 1 settembre 2016, 0:09
Avatar utenteMessaggi: 4063Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Nel 1986 Steve Earle incontra i Pogues:

http://thestrangeboat.blogspot.it/2016/ ... ately.html


Profilo WWW
MessaggioInviato: 8 settembre 2016, 0:58
Avatar utenteMessaggi: 4063Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Ancora Brecht e Weill: Nannas Lied

Nel 1939 Kurt Weill mette in musica - come regalo di Natale per Lotte Lenya - un testo di Brecht, tratto dalla commedia del 1932 Die Rundköpfe und die Spitzköpfe (Le teste tonde e le teste a punta). La canzone parla di una prostituta che finge di non avere rimpianti [...]

http://thestrangeboat.blogspot.it/2016/ ... -lied.html


Profilo WWW
MessaggioInviato: 8 settembre 2016, 21:02
Messaggi: 2070Località: trevisoIscritto il: 24 febbraio 2006, 0:28
che bella,anche quella dei Pogues che non avevo ancora ascoltato.


Profilo
MessaggioInviato: 14 settembre 2016, 23:57
Avatar utenteMessaggi: 4063Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Grazie Penny!

Violent Femmes:

“Country Death Song", ha il compito di aprire degnamente l’album “Hallowed Ground”, dove il folk rivisitato dei Violent Femmes diventa più punk del punk, in una visione scandita da testi sorprendenti, che alternano temi biblici e più o meno lucide ossessioni. E nella tradizione più cupa della musica popolare americana, questa “canzone di morte campagnola” è una vera “Murder Ballad”. Basata su una storia vera [...]

http://thestrangeboat.blogspot.it/2016/ ... -song.html


Profilo WWW
MessaggioInviato: 21 settembre 2016, 10:42
Avatar utenteMessaggi: 4063Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Una delle mie canzoni preferite in assoluto:

Fisherman's Blues - The Waterboys


Fisherman’s Blues è una canzone esaltante. Un brillante caso di perfetta fusione tra musica e parole. Un inno alla gioia tra mare e cielo in terra d’Irlanda. Possiede un’euforia contagiosa, un’energia che coinvolge tanto chi la sente per la prima volta quanto chi la ama da anni. Oltre al testo della canzone ho tradotto “Una lettera d’amore al testo di Fisherman’s Blues dei The Waterboys” [...]

http://thestrangeboat.blogspot.it/2016/ ... blues.html


Profilo WWW
MessaggioInviato: 28 settembre 2016, 17:31
Avatar utenteMessaggi: 4063Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Un altro dei grandi gruppi degli anni ottanta: dall’Australia i Died Pretty continuavano in quel periodo la forte tradizione garage rock di quel paese venandola di psichedelia ma con richiami anche al folk rock di Gram Parsons. Nel 1988 uscì il loro secondo album [...]

http://thestrangeboat.blogspot.it/2016/ ... nfall.html


Profilo WWW
MessaggioInviato: 5 ottobre 2016, 1:18
Avatar utenteMessaggi: 4063Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Asphaltnacht

Questa traduzione è in qualche modo autoreferenziale, dato che tratta una canzone del mio gruppo, ma sarà soprattutto l’occasione per parlare di un film da cui la canzone medesima ha preso spunto.
I film rock sono spesso a rischio, esposti a critiche da parte di puristi, musicisti, appassionati, fanatici, pronti a criticare ogni piccolo errore o anacronismo, come pure ingenuità o compiacenze che pellicole ad argomento musicale non di rado presentano.
A volte però la passione di chi il film lo realizza travalica qualsiasi ostacolo, fa passare in secondo piano eventuali ingenuità e viene fuori quello che viene comunemente definito “film di culto”. In questo caso il culto è esclusivamente tedesco, dato che il film non è mai stato tradotto oltre confine.
Nel 1980 “Asphaltnacht”, il lungometraggio di Peter Fratzscher racconta dalla tarda serata alle prime luci dell’alba - in un’ineccepibile unità di tempo, luogo e azione - una Berlino notturna ancora divisa e satura di quello spirito rock decadente che la permeava in quegli anni, quelli che vanno dai fine settanta del connubio Bowie - Iggy Pop (la trilogia berlinese, “The Idiot”) ai primi ottanta di Nick Cave e Neubauten. Ma il film comincia addirittura dagli MC5 di “Kick Out The Jams”, perché il protagonista, Angel, è qui un musicista trentenne quasi arreso proveniente dagli anni sessanta che va a scontrarsi con un ragazzo più giovane, ma forse persino più disilluso di lui, in una contrapposizione tra classico rock e punk nichilista che però poi sfocerà in una collaborazione ineluttabile, in cui tutti gli elementi vaganti e apparentemente impazziti della storia, dal paroliere in crisi al produttore sfiduciato, dall’aspirante groupie al sassofonista allo sbando, si incontreranno nella creazione della canzone perfetta, il cui titolo potrebbe anche essere quello del film stesso: “Angel’s Night”. La notte di Angel, il protagonista, che in una notte ritrova l’ispirazione e il senso della vita: “il rock and roll è più grande di ognuno di noi” (Alan Freed).

http://thestrangeboat.blogspot.it/2016/ ... nacht.html


Profilo WWW
MessaggioInviato: 5 ottobre 2016, 1:28
Avatar utenteMessaggi: 1974Località: RomaIscritto il: 8 giugno 2007, 0:58
bella, Zac! mi hai fatto venire la voglia di vedere il film anche se non conosco il tedesco

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 5 ottobre 2016, 10:11
Messaggi: 2070Località: trevisoIscritto il: 24 febbraio 2006, 0:28
bellissima la storia e la conzone,che già conoscevo..mi affascinano moltissimo queste atmosfere malinconiche e sfrenate..


Profilo
MessaggioInviato: 20 ottobre 2016, 0:18
Avatar utenteMessaggi: 4063Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Grazie Penny e Sonia, mi piacerebbe sottotitolare il film, ma è impresa ardua. Vedremo!

Intanto un nuovo testo: Sixto Rodriguez:

http://thestrangeboat.blogspot.it/2016/ ... -mind.html


Profilo WWW
MessaggioInviato: 2 novembre 2016, 16:25
Avatar utenteMessaggi: 4063Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04

Profilo WWW

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 4 di 18
259 messaggi
Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7 ... 18  Prossimo
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi