Rolling Stones Italia
http://www.rollingstonesitalia.com/forum/

LES TROIS TETONS
http://www.rollingstonesitalia.com/forum/viewtopic.php?f=5&t=6695
Pagina 4 di 43

Autore:  zac [ 14 novembre 2011, 12:12 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

Live in Gdanska, Oberhausen. By Peter Schönberger

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Setlist

16 Shells
Useful Servants
Beaujolais And Sufferings
The Ghost of My Mother
Sympathy For The Devil
No Scars
Sweet Dancer
Lullaby
Waiting
Stray Cat Clues
Snaketrain
Riding On The L&N
Cherry Red
North By Northwest
Stocking Feet Boogie
Wooly Bully
Can I Get A Witness
Hoochie Coochie Coo
Homework
Don't Point Your Finger
Parachute Woman
Don't Trust The Mirror
Dangereyes
Berlin 1987
Disappear
Spy
Carol
Memphis Tennessee
Mannish Boy
Rocks Off
Stop Breaking Down
Jumpin' Jack Flash
---Zugabe---
Midnight Rambler
Need Me A Car

21:10 - 23:35



Tutte le foto:
https://picasaweb.google.com/1033700407 ... 3599202322

Autore:  melisenda [ 14 novembre 2011, 14:36 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

.....che scaletta!!! E...che foto!!!! Complimenti a tutti i Tetons :D ciao|

Autore:  carla [ 14 novembre 2011, 16:11 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

ma....sono i Centocelle o sono i Tetons? :D
bravi ragazzi!

Autore:  soniosina [ 15 novembre 2011, 0:30 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

accidenti che mi era sfuggito... grandi ragazzi e bellissime foto...
(in particolare, mi piace quella di Zac e Icarus insieme)

Autore:  zac [ 15 novembre 2011, 1:01 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

Ridevamo perché mi si era staccata la suola di una scarpa e sembravo Charlot.

Col nostro "road manager" Erhard al mattino, "between the buttons" style:

Immagine

In radio al pomeriggio (la canottiera è dovuta ai quaranta gradi) registriamo una trasmissione dedicata al guitar festival

Immagine

Davanti al locale:

Immagine

Birra in edizione speciale e biglietto del concerto:

Immagine

Immagine

Autore:  zac [ 12 dicembre 2011, 22:26 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

Prossima data:

Venerdì 16 Dicembre
ore 22:30
les trois tetons live
osteria del vino cattivo
via sanguineti, cairo montenotte (SV)

Autore:  zac [ 23 dicembre 2011, 17:39 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

Prossime date:

Sabato 24 Dicembre
Beer Room – Pontinvrea (SV)
ore 22:30
3Tetons Acoustic Duo
CHRISTMAS LIVE con Barbon & Zac + Friends


Sabato 31 Dicembre
TROIS TETONS Live
Bar Dante, Acqui Terme (AL)
ore 23:00


Auguri di buone feste a tutti!

Autore:  zac [ 3 gennaio 2012, 14:14 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

Bella serata a San Silvestro, l'anno è finito e iniziato nel migliore dei modi, suonando.

Scaletta:

Come Together
16 Shells
Useful Servants
Beaujolais and Sufferings
The Ghost of My Mother
No Scars
Sweet Dancer
Lullaby
Waiting
Berlin 1987
Fisherman’s Blues
Stray Cat Blues
Snaketrain
Riding On The L&N
Cherry Red
North by Northwest
Stocking Feet Boogie
Wooly bully
Can I get a Witness
Hoochie Coochie Coo
Homework
I Can’t Help Myself
Don’t Point Your Finger
Sympathy for The Devil
Don’t trust the Mirror
Dangereyes
Disappear
Spy
Carol
Around and Around
Mannish Boy
Brown Sugar
Midnight Rambler


Non ho foto, ma ho scoperto che c'è un vino col nostro nome...
Prosit Neujahr!

Immagine

Autore:  Isy [ 3 gennaio 2012, 14:20 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

Ahahahah......spero che ne hai comperata una cassa!!!

Autore:  zac [ 23 gennaio 2012, 21:42 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

In mancanza di date vicinissime, posto una nuova recensione, sull'onda lunga, del disco.
Come si evince dall'introduzione del recensore (che non sapevo ci conoscesse, giuro, ma la Liguria è piccola) quest'anno Les Trois Tetons compiono vent'anni. Per ora non ditelo troppo in giro, magari mi farò venire in mente qualcosa...

http://www.distorsioni.net/canali/disch ... dangereyes

Quando frequentavo le scuole superiori, a cavallo tra fine 80 e primi 90, la scena musicale ligure aveva inspiegabilmente subìto un certo appiattimento e una certa involuzione, dopo i fasti degli anni 70 e una vivace fase post-punk dei primi 80. Una sera, però, amici mi dicono: “È stato aperto un nuovo circolo ARCI in zona e stasera fanno un concerto di rock-blues veramente spaziale”. Andai a vedere e rimasi positivamente colpito. Erano Les Trois Tetons. Ho avuto il piacere di raccontare questo aneddoto personalmente a loro, a Les Trois Tetons, esattamente un anno fa, a febbraio 2011, in occasione del festival rock "Perché Bardino è Bardino", coraggioso evento concepito nell’Entroterra Ligure per valorizzare e sostenere la scena musicale locale più indipendente. In quel contesto Les Trois Tetons si sono aggiudicati un premio come miglior band che è quasi un riconoscimento alla carriera. Sono passati vent’anni, infatti, da quel concerto che avevo visto da ragazzino al Circolo ARCI Punto di Incontro Italo Calvino di Loano (SV), e nel frattempo Les Trois Tetons hanno fatto di tutto: hanno solcato centinaia di palchi, attraversato numerosi cambi di formazione (tra cui anche il passaggio di un allora giovanissimo Zibba, oggi affermato cantautore) e si sono mossi con perizia e grandi capacità tra i generi: nati con la black music e il rhythm’n’blues hanno via via virato verso contesti più rock, hanno dedicato una fetta della loro vita a un sentito e significativo omaggio ai Rolling Stones e oggi approdano (da qualche anno, ormai) a qualcosa di tutto loro.



I 4 del nucleo storico (Alberto: basso e chitarra acustica, Barbon: chitarre, Guido: batteria e percussioni, Zac: voce, chitarre e armonica) pubblicano il loro primo album, “Dangereyes” (quanto è inquietante questo titolo, scritto sulla copertina tutto attaccato, tutto in bianco, ma con la parola Anger in rosso!), una sanguigna e corposa opera di vero rock americano asciutto e desertico, venato di blues quel tanto che basta. Un disco di respiro assolutamente internazionale, grazie non solo alla bellezza delle canzoni ma a due valori aggiunti dati dalla voce di Zac, debitrice nei confronti di artisti come Tom Petty e John Cougar Mellencamp, e dall’ottima produzione audio di Alessandro Mazzitelli, uno dei più popolari e richiesti tecnici del suono liguri, con un curriculum impressionante di collaborazioni con artisti nazionali e internazionali in studio e live. Il CD si apre con Berlin 1987, attraversata da sentori rockabilly, per poi cedere il passo alla dylaniana The Ghost of my mother. Tanti momenti notevoli, da No scars, vero rock’n’roll col marchio del Boss, a Beaujolais and sufferings, l’unico episodio spostato su traiettorie più anni 80, grazie alla presenza portante del basso. Nelle due ballad conclusive poi , Don't trust the mirror e A shot of air, la voce di Zac si sposta su tonalità più acute e lisergiche che evocano a tratti persino Marty Balin dei Jefferson Airplane. Un disco, quindi, da sentire in auto, preferibilmente girando il muso sempre a Ponente, verso il tramonto, con il cielo striato di rosso e basse nubi violacee. E l’asfalto sotto di voi: che voi viviate a Pordenone come a Catanzaro, vi sembrerà quello delle highway statunitensi.

Alberto Sgarlato (Distorsioni)

Autore:  Isy [ 23 gennaio 2012, 21:59 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

Bella recensione x una grande band.......Zac i 20 anni vanno festeggiati e io ci saro'!!

Autore:  cinema [ 5 febbraio 2012, 23:51 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

zac ha scritto:
Bella serata a San Silvestro, l'anno è finito e iniziato nel migliore dei modi, suonando.

Scaletta:

Come Together
16 Shells
Useful Servants
Beaujolais and Sufferings
The Ghost of My Mother
No Scars
Sweet Dancer
Lullaby
Waiting
Berlin 1987
Fisherman’s Blues
Stray Cat Blues
Snaketrain
Riding On The L&N
Cherry Red
North by Northwest
Stocking Feet Boogie
Wooly bully
Can I get a Witness
Hoochie Coochie Coo
Homework
I Can’t Help Myself
Don’t Point Your Finger
Sympathy for The Devil
Don’t trust the Mirror
Dangereyes
Disappear
Spy
Carol
Around and Around
Mannish Boy
Brown Sugar
Midnight Rambler


Non ho foto, ma ho scoperto che c'è un vino col nostro nome...
Prosit Neujahr!

Immagine


zac and the expensive vinos!

Autore:  zac [ 6 febbraio 2012, 11:23 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

Hallo Cinema!

Prossima data e nuova recensione:

Immagine

Les Trois Tetons è una band a cui Ramona è particolarmente affezionata.
Abbiamo infatti imparato a conoscerli a un loro concerto, quando nel 2009 noi muovevamo i primi passi nel mondo della musica, e abbiamo colto subito il grande valore di chi durante un live dà tutto.

Zac, la storica voce de Les Trois Tetons, affronta ogni palco come se fosse quello del Madison Square Garden, e questo a nostro parere è un valore aggiunto imprescindibile che ogni band dovrebbe avere.

Dangereyes è la quinta registrazione di questa band, che si mantiene fedele ai suoni potenti e sinceri del rock americano, in particolare a noi colpisce The invisible third man (North by Northwest), che continuiamo a riascoltare perché ci piace l'armonica strappata e questo sound sanguigno dalle cadenze blues.

In ogni caso con le 11 tracce di questa loro ultima produzione Les Trois Tetons propongono una panoramica completa della loro musica mantenendo in ogni pezzo, persino nelle ballads come Don't trust the mirror, quel suono energico che li contraddistingue e che vi invitiamo a conoscere dal vivo

http://www.bigramona.com/webzine/artico ... etons.html

Autore:  zac [ 14 febbraio 2012, 23:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

Serata bella ma soprattutto luuuunga:

Memphis Tennessee
Beaujolais and Sufferings
Useful Servants
The Ghost of My Mother
No Scars
Waiting
Stray Cat Blues
Snaketrain
Riding On The L&N
Cherry Red
North by Northwest
Stocking Feet Boogie
Wooly bully
Can I get a Witness
Homework
Midnight Rambler
Don’t trust the Mirror
Don’t Point Your Finger
Berlin 1987
Runaway
Sympathy for The Devil
Dangereyes
Disappear
Spy
Carol
Around and Around
Mannish Boy
Stop Breaking Down
Rocks Off
Little Queenie
Walk On The Wild Side
16 Shells
I Just Want To Make Love To You
Medley (Jam): How Many More Times / Who Do You Love / Suzie Q / Voodoo Chile
Need Me A Car
Tore Down
Swing Job
Brand New Cadillac
Never Can Tell
Waiting
Nightlife

Autore:  zac [ 5 marzo 2012, 17:56 ]
Oggetto del messaggio:  Re: LES TROIS TETONS

Prossima data:

Sabato 10 Marzo
Les Trois Tetons – live
Bar Dante, Acqui Terme (AL)
ore 22,30, ingresso libero

Pagina 4 di 43 Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
http://www.phpbb.com/