Autore Messaggio

Indice  ~  Get Off Of My Cloud  ~  Pearl Jam

MessaggioInviato: 5 novembre 2010, 19:49
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49

Pearl Jam, a gennaio arriva 'Live on ten legs'





Raggiungerà i negozi il prossimo 17 gennaio "Live on ten legs", compilation dal vivo dei Pearl Jam che racchiuderà diciotto episodi live della band di Seattle registrati tra il 2003 e il 2010 dallo storico fonico di Eddie Vedder e soci, John Burton, e ritoccati - a livello di mixaggio - in studio da Brett Eliason: il disco è l'ideale seguito del live "Love on two legs", pubblicato nel 1998. Ecco la tracklist:

'Arms aloft'
'World wide suicide'
'Animal'
'Got some'
'State of love and trust'
'I am mine'
'Unthought known'
'Rearview mirror'
'The fixer'
'Nothing as it seems'
'In hiding'
'Just breathe'
'Jeremy'
'Public image'
'Spin the black circle'
'Porch'
'Alive'
'Yellow ledbetter'

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale dell'iniziativa, raggiungibile all'indirizzo Liveontenlegs.com. La versione deluxe di "Live on ten legs" include, oltre al Cd, due vinili con copertina rigida, quattro mini poster che riproducono vecchie locandine di concerti della band, cinque stampe fotografiche ed un booklet illustrativo.


Profilo
MessaggioInviato: 25 gennaio 2011, 15:44
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Pearl Jam

Live On Ten Legs

2011
Island

Nicholas Matteucci

La storia di una delle band più rappresentative degli anni novanta. Diciotto brani tra successi, chicche e cover registrati dal vivo in diversi concerti tra il 2003 ed il 2010, rimasterizzati e rimissati dal loro storico ingegnere del suono Brett Eliason che rende le tracce e le atmosfere lineari e coerenti. Settantasette minuti di esempio di cosa sono capaci di suscitare i Pearl Jam in concerto. Un assaggio insomma, ma per chi?

Non certo per i fan più appassionati, che nei loro hard-disk possiedono tonnellate di bootleg. Allora per assurdo avrebbero potuto chiamarlo “Pearl Jam for dummies” ma forse è proprio questo l'obiettivo non dichiarato del disco, che però sarebbe potuto e dovuto essere l'album celebrativo con il quale Eddie Vedder e compagni spegnevano simbolicamente venti candeline dall'anno del loro esordio Ten. Il clima di auto-citazioni e omaggi al passato in effetti è evidente fin dalla scelta del nome di questa nuova release, che riprende quella del primo disco live del gruppo di Seattle che si chiamava Live On Two Legs (1998). Questo Live On Ten Legs ha quindi anche un rimando all'apripista della discografia, almeno nel nome, ma poi nella tracklist di pezzi appartenenti a quell'album troviamo solo Porch con le celeberrime Alive e Jeremy. Provando a fantasticare ed azzardare delle ipotetiche soluzioni alternative, che avrebbero potuto suscitare più fascino o interesse, si sarebbe potuto fare un doppio cd con le canzoni di Ten in versione live per un cd e acustiche per l'altro, oppure una raccolta tra le tantissime cover eseguite negli ultimi tour. Il disco è senza infamia né lode ma, con tutta la stima, non regge i confronti specialmente se paragonato ad un altro illustre predecessore, quel Live At The Gorge che raccoglieva in un cofanetto ben otto ore di live! Sembra strano immaginare una strategia commerciale per espandere la forbice di pubblico da parte dei Pearl Jam, con il proprio nome già profondamente scalfito sulle tavole della storia del rock e considerando che già negli anni novanta il Rolling Stone Magazine li etichettava come antidivi che spendevano il tempo ad allontanare con ogni mezzo la fama.

In definitiva è giusto dire che la selezione dei brani (con buona pace di tutti per qualche grande esclusa, Given To Fly tanto per dirne una) e la qualità delle performance, ovviamente ottima, rendono il prodotto gradevole ed emozionante. Il momento di gloria per i fan italiani è rappresentato dalla cover Public Image (dei Public Image Limited dell'ex Sex Pistol Johnny Rotten) registrata la scorsa estate a Venezia. Consigliato a chi li conosce poco e desidera approcciare al loro mondo.

(24/01/2011) - ©2002 - 2011 Extra! Music Magazine - Tutti i diritti riservati


Profilo
MessaggioInviato: 30 marzo 2011, 19:51
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Pearl Jam
VS./VITALOGY (DELUXE EDITIONS)
Sony Legacy (CDx3) (CD)

Tag: Pearl Jam, Rock, VS./VITALOGY (DELUXE EDITIONS)
Questi dischi sono stati rovinati dal tempo. Nel senso che fa uno strano effetto riascoltare "Vs." e "Vitalogy" (rispettivamente il secondo e terzo album dei Pearl Jam,1993 e 1994), dopo anni di concerti e infiniti bootleg dal vivo, in cui queste canzoni sono state suonate e risuonate, e ascoltate e riascoltate in centinaia di versioni diverse.
Ora, la band ci restituisce questi due dischi nella forma originaria, proseguendo nella sua opera di "restaurazione" del catalogo, iniziata due anni fa con la monumentale ristampa di "Ten". Questa volta, Vedder e soci hanno deciso di accorpare due dischi in una sola uscita, ma il formato è identico, con una versione standard, un mini-box con i dischi rimasterizzati e qualche inedito (più un live dell'epoca) e una versione ultralussuosa, venduta attorno ai 100€, con CD vinili, cassette e gadget vari, una vera chicca per i fan.
Dal punto di vista musicale, l'operazione è apparentemente più semplice, ma serve comunque per ridare dignità a due dischi capolavori, arrivati dopo il successo immenso di "Ten", e a loro modo spiazzanti. Dischi meno enfatici, più sanguigni, con la voce di Vedder che è meno pulita, si spezza e si rompe in diversi momenti. Dischi che hanno però affermato la credibilità della band oltre l'effimero fenomeno del grunge, con capolavori come "Rearviewmirror" e "Indifference" (su "Vs.") e "Corduroy" e "Betterman" su "Vitalogy".
Operazione semplice, dicevamo: perché "Ten" venne proprio remixato - qua gli album sono "solo" rimasterizzati - e le bonus tracks erano diverse. Qua sono tre per disco. Quelle di "Vs." sono abbastanza deludenti: una versione acustica di "Hold on", uno strumentale e la versione originale di "Crazy Mary", cover di e con Victoria Williams che al tempo venne pubblicata su una compilation, e che dal vivo è diventato un classico dei PJ. Meglio le bonus tracks di "Vitalogy", tre belle versioni alternative di "Corduroy", "Betterman" e "Nothingman".
Il vero capolavoro della ristampa è quello che non ti aspetti: il live all'Orpheum di Boston, del 1994. Un altro live dei Pearl Jam? Obiezione legittima, ma questo è davvero speciale. Non solo perché la scaletta venne decisa dalla crew della band, e contiene diverse chicche, tra cui una "Sonic Reducer" cantata con Mark Arm dei Mudhoney e una rara esecuzione di "Immortality". Ma perché la band quella sera aveva ancora qualcosa di più del solito, che già è tanto. Detto da uno che ha ascoltato tante registrazioni live dei PJ, questo è uno dei loro concerti migliori di sempre. Da solo vale l'acquisto del "cofanetto base", che comprende i due CD originali in versione simil-LP e questo CD.
Insomma, magari poteva esserci qualche inedito in più, ma questa ristampa permette di riscoprire due dischi-capolavoro, con l'aggiunta di un disco live superlativo, in un bel packaging. Consigliato non solo ai fan.

(Gianni Sibilla) Informazioni e tracklist sono reperibili a questo indirizzo.
(30 mar 2011)

© Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.


Profilo
MessaggioInviato: 1 giugno 2011, 21:52
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Pearl Jam, contribuiti di Springsteen, Young e Grohl nel libro in uscita

Saranno presenti, tra gli altri, scritti di Bruce Springsteen, Neil Young e Dave Grohl in "Pearl Jam 20", libro interamente dedicato alla band di Eddie Vedder che verrà pubblicato il prossimo 13 settembre contestualmente al documentario omonimo diretto da Cameron Crowe, regista già dietro la macchina da presa per "Almost famous": il volume, curato dai giornalisti Jonathan Cohen e Mark Wilkinson, includerà scatti inediti, disegni, note autografe e retorscena sui vent'anni di carriera della band di Seattle. Crowe, da canto suo, ha anticipato la presenza, nel lungometraggio, di "alcuni favolosi spezzoni inediti e di diverse interviste".

"Tutto il film è una grande lettera d'amore di Cameron nei nostri confronti", ha commentato il bassista Jeff Ament: "E', nello stesso tempo, molto lusinghiero e molto doloroso, perché propone i dolori che abbiamo provato durante la nostra crescita come gruppo e alcuni periodi molto duri che abbiamo passato. Per me, è stato molto difficile vederlo".
© Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l. (01 giu 2011


Profilo
MessaggioInviato: 9 agosto 2011, 13:21
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Immagine

Un traguardo importante per la super band di Seattle. I Pearl Jam festeggiano il ventennale della loro carriera con la presentazione del film Pearl Jam Twenty, in anteprima mondiale, il 10 settembre al Toronto Film Festival. Il film è diretto da Cameron Crowe, regista e giornalista musicale che aveva già lavorato nel 1992 con i Pearl Jam per il film Singles, l’amore è un gioco, lungometraggio dedicato alla città di Seattle e al grunge. Pearl Jam Twenty, come si può ben capire dal titolo, ripercorre la carriera della band, dagli albori fino al successo mondiale. «Nel film abbiamo messo di tutto: momenti, frammenti di video girati dai componenti della band, frammenti di audio, sequenze lampo, interviste vecchie e nuove. Tanti formati diversi, tutti per offrire uno spaccato emozionante di vent’anni di vita della band come vissuti dai suoi componenti. La ricchezza del materiale ci ha subito imposto la strada da seguire: raccontare la storia della band lasciandoci guidare dalla musica. È stata una gioia fare questo film e non vediamo l’ora di condividerla con i fan», afferma il regista Crowe. Per realizzare il film sono stati raccolti oltre 1200 ore di filmati inediti, più di 24 ore di interviste recenti e ovviamente le loro indimenticabili performance live. Dal 20 settembre il film sarà proiettato a livello mondiale in alcune sale cinematografiche selezionate e dal 23 settembre in tutti i cinema. La pellicola inoltre verrà trasmessa negli stati uniti all’interno della serie PBS American Masters, il 21 ottobre. E non preoccupatevi se non riuscite ad andare alla prima del film, il dvd uscirà il 25 ottobre per Columbia Records/Sony Music. E non poteva mancare di certo la colonna sonora della pellicola, già disponibile in pre – ordine su http://www.PJ20.com, in uscita il 20 settembre. Per completare i festeggiamenti in contemporanea al film uscirà anche un libro Pearl Jam Twenty, curato dall’apprezzato giornalista musicale Jonathan Cohen, con la prefazione del regista Crowe. E per chi volesse festeggiare dal vivo insieme alla band, il 2 e 3 settembre i Pearl Jam saliranno sul palco dell’ East Troy nel Wisconsin, per poi proseguire con una serie di date in Canada.

Una degna celebrazione del ventennale, per una band che ha da sempre saputo contraddistinguersi, rimanendo fedele alla sua linea.


Profilo
MessaggioInviato: 21 settembre 2011, 13:53
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Pearl Jam, nuovo album a inizio 2012

21 set 2011 - Jeff Ament, il bassista dei Pearl Jam, ha fatto sapere che i lavori al nuovo album della band capitanata da Eddie Vedder siano ormai "oltre la metà": stando a quanto riferito dall'artista, la nuova fatica in studio del gruppo di Seattle - ideale seguito di "Backspacer" del 2009 - potrebbe raggiungere i mercati entro i primi mesi del prossimo anno. Le session di registrazione - coordinate dall'immancabile Brendan O'Brien - si sarebbero tenute, contrariamente alle abitudini della band - a Los Angeles (agli Henson Recording Studios) invece che nello stato di Washington. "Siamo praticamente a metà strada", ha detto Ament: "La prima porzione di canzoni è davvero grande, è stato un inizio fantastico. Per noi, adesso, è importante affrontare una fase così delicata insieme. Presto ci ritroveremo a lavorare, ma quanto fatto fino ad ora è importante. Adesso ci dedicheremo ai concerti (il tour canadese in supporto alla ripubblicazione di "Ten", ndr), la promozione del libro ("Pearl Jam twenty", scritto da Cameron Crowe, ndr), il film (ancora "Pearl Jam twenty", per la regia sempre di Crowe, ndr) e tutto il resto, ma poi torneremo a lavorare". Il manager del gruppo Kelly Curtis ha confermato che il nuovo album potrebbe essere pronto già nel giro dei prossimi mesi: "Con Brendan hanno snocciolato un mucchio di canzoni in due settimane, e tutti erano molto entusiasti", ha dichiarato l'impresario, "E' dura per loro accontentarsi di questo, visti i risultati, quindi immagino che presto torneranno al lavoro per andare avanti ed aggiungere materiale".
Secondo quanto riferito da Ament, un ruolo fondamentale nella buona riuscita delle prime registrazioni sarebbe stato giocato dalla scelta di abbandonare Seattle in favore di L.A.: "Abbiamo registrato un sacco di dischi a Seattle, quindi - per quanto mi riguarda - cambiare aria è stato indubbiamente salutare. Abbiamo lasciato tutto a casa e per due settimane non abbiamo fatto altro che concentrarci sul suonare e sulle canzoni. In pratica andavamo in albergo a dormire, poi ci svegliavamo, facevamo velocemente colazione, e poi ci chiudevamo in studio. E poi ancora da capo. Non avevamo altre distrazioni. C'è voluto di più a pensare come fare nel modo giusto queste session che non a farle bene. Siamo molto, molto eccitati".


© Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.


Profilo
MessaggioInviato: 8 dicembre 2011, 21:14
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Concerti, Pearl Jam: confermato il tour europeo, ecco le tappe (senza l'Italia)

08 dic 2011 - Le voci ufficiose su un tour europeo nel 2012 dei Pearl Jam sono state confermate: Eddie Vedder e compagni hanno infatti annunciato le date che li vedranno calcare oltre una decina di palchi del nord Europa. I Pearl Jam saranno in concerto il 20 giugno alla Men Arena di Manchester, il 23 giugno all'Isola di Wight per il Isle Of Wight Festival, il 26 ad Amsterdam allo Ziggo Dome, il 29 giugno a Werchter, in Belgio, per il Rockwerchter Festival, il 30 giugno ad Arras, in Francia per il Main Square Festival, il 4 luglio a Berlino all'O2 Arena, il 7 luglio a Stoccolma all'Ericsson Globe Arena, il 9 luglio ad Olso allo Spektrum e il 10 luglio a Copenhagen, al Forum. Come temuto, il gruppo di Seattle non toccherà l'Italia: negli ultimi giorni erano già circolati in Rete nomi i paesi che avrebbero ospitato i Peral Jam - Gran Bretagna, Danimarca, Finlandia, Norvegia e Germania - senza però prevedere tappe nello Stivale.

Gli appartenenti europei al fan club della band avranno il diritto di prelazione sull'acquisto dei biglietti (per gli tutti gli show, ad esclusione di Francia e Beglio che non hanno ancora dato indicazioni, le prevendite per il fan club apriranno il 13 dicembre alle 9 del mattino), mentre per tutti gli altri le prevendite apriranno pochi giorni dopo.
I Pearl Jam - che durante il tour saranno supportati dalla band di Los Angeles X - hanno suonato nel nostro paese per l'ultima volta al Jammin' Festival nell'estate 2010, ma l'ultimo tour vero e proprio risale al 2006, quando Eddie Vedder e soci suonarono per cinque volte nel nostro paese e da quei concerti venne tratto il documentario "Immagine in cornice".

© Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.


Profilo
MessaggioInviato: 2 gennaio 2012, 17:04
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11

Profilo
MessaggioInviato: 13 marzo 2012, 20:44
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Pearl Jam

Un nuovo disco per andare oltre i confini dei vecchi Pearl Jam


Fabrizio Biffi

I Pearl Jam hanno quasi completato la registrazione del decimo album in studio. Lo ha annunciato Stone Gossard, il chitarrista della band, che in una lunga intervista a Rolling Stone ha fatto il punto sulla situazione: "Non abbiamo alcuna fretta - ha affermato -, ma posso dirvi che mancano solo uno o due brani al completamento del cd".
Gossard, che sta promuovendo in questi giorni il nuovo album del suo progetto parallelo Brad, preferisce però non sbilanciarsi troppo: "Abbiamo registrato alcune canzoni e abbiamo intenzione di scriverne e provarne altre - ha sottolineato -. Può darsi che ne manchino due, come può darsi invece che decidiamo di aggiungerne sei o sette. Vedremo". "Lo ripeto, non c'è nessuna urgenza - ha ribadito il chitarrista -.

La cosa che ci preme maggiormente è espandere i nostri confini, piuttosto che seguire quello che abbiamo sempre fatto in passato". C'è aria di novità, dunque. "Penso che sia un buon momento per sperimentare nuove sonorità ha concluso Gossard.

Vogliamo che la gente, ascoltando il nostro nuovo cd, esclami 'Wow, questo è insolito per i Pearl Jam'. Così, tra dieci anni, i fan potranno scegliere quale sia il periodo preferito della band".

Il lavoro discografico, che segue Backspacer, pubblicato nel 2009, tuttavia, non vedrà la luce nell'immediato.

I Pearl Jam hanno già registrato parecchio materiale in studio, che per l'occasione ha cambiato location. Il gruppo, infatti, ha lavorato a Los Angeles, abbandonando così per la prima volta la sede storica di Seattle.

Non c’è ancora una data certa di uscita del disco anche perchè Eddie Vedder, il cantante e frontman del gruppo, sarà impegnato, a partire dal mese di aprile 2012, in un tour mondiale solista.




(13/03/2012) - ©2002 - 2012 Extra! Music Magazine - Tutti i diritti riservati


Profilo
MessaggioInviato: 24 giugno 2012, 16:47
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Pearl Jam, Manchester Arena, Wednesday

20th & Thursday

1.Release
2.Do The Evolution
3.Corduroy
4.The Fixer
5.Given To Fly
6.Elderly Woman Behind the Counter in a Small Town
7.Pilate
8.Even Flow
9.Unthought Known
10.1/2 Full
11.Insignificance
12.Why Can't I Touch It
(Buzzcocks cover)
13.Immortality
14.Nothingman
15.Got Some
16.Why Go
Encore:
17.Just Breathe
18.Black
19.State Of Love And Trust
20.Arms Aloft
(Joe Strummer & The Mescaleros cover)
21.Porch
Encore 2:
22.Better Man
23.Come Back
24.Jeremy
25.Alive
26.Rockin' in the Free World
(Neil Young cover)

21st June 2012

1.Go
2.Animal
3.Hail Hail
4.I Am Mine
5.Wishlist
6.Even Flow
7.Lukin
8.Not For You
9.Down
10.Amongst The Waves
11.Daughter
(w/ W.M.A. snippet)
12.Deep
13.Present Tense
14.Once
15.Save You
16.Better Man
(w/ Save It For Later snippet)
Encore:
17.Inside Job
18.Off He Goes
19.Just Breathe
20.Hitchhiker
21.Rearviewmirror
Encore 2:
22.Wasted Reprise Play Video
23.Life Wasted
24.Alive Play Video
25.Sonic Reducer
(Dead Boys cover)
26.Yellow Ledbetter


Profilo
MessaggioInviato: 23 febbraio 2013, 12:03
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Pearl Jam: nuovo album quest'anno. E' più sperimentale

22 feb 2013 - All'inizio dello scorso gennaio Eddie Vedder, sentito dall'edizione statunitense di "Rolling Stone" su come stesse procedendo il nuovo album dei Pearl Jam, aveva detto: "Siamo circa a metà strada, ci stiamo prendendo il nostro tempo". E, circa le sonorità che caratterizzano il materiale a quel giorno accumulato, Vedder si era espresso in questi termini: "Semplicemente, i nuovi brani sono venuti fuori da soli. Abbiamo lavorato molto come gruppo, in questo periodo, quindi nel frutto delle session si sente davvero il contributo di
tutti. Non è stato come se uno di noi in studio avesse detto agli altri: 'Bene, queste sono le mie canzoni: ecco come dovrebbero suonare'. Dopo tutti questi anni passati a suonare insieme, abbiamo pensato che il nostro sound migliore sia quello che porta la firma di ognuno di noi. Queste nuove canzoni suonano nuove, perché tutti noi siamo cresciuti, in questi anni...". Ma si inserisce ora il chitarrista Mike McCready, e il musicista offre una chiave di lettura apparentemente diversa, forse perché nel frattempo è trascorso un mese e mezzo abbondante, da quella espressa dal cantante. Affermando che il nuovo album dei PJ uscirà "sicuramente quest'anno", Mike, confermando che Brendan O'Brien è il produttore del lavoro, a "Rolling Stone" ha detto: "Una risposta cliché sarebbe che (il nuovo disco) è una specie di estensione logica di ciò che era stato 'Backspacer'. Però credo che in ballo ci sia roba leggermente più sperimentale. In certe cose ci sono echi Pink Floyd, mentre in altre c'è una attitudine punk rock". Il 46enne nato in Florida ha aggiunto che sette pezzi sono "relativamente completi" e ce ne sono altri quindici "pronti al via".

Proprio ieri è stato reso noto che "Ten" dei PJ ha raggiunto quota 10 milioni di copie vendute negli USA.

© Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.


Profilo
MessaggioInviato: 26 giugno 2013, 21:47
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Pearl Jam

Five Horizons (1a mostra fotografica retrospettiva sui Pearl Jam) @ Auditorium Parco della Musica, Foyer - Roma, dal 13 giugno al 30 luglio 2013

Immagine

Roma 13/06/2013

Maria Grazia Umbro

E’sabato. E’ arrivata l’estate. Infatti non c’è molta gente in giro. Mi avvicino all’ingresso dell’Auditorium dove fervono i lavori di allestimento del palco della Cavea, ma non sono qui per un concerto. Sono qui per la mostra fotografica sui Pearl Jam Five Horizons, la prima al mondo dedicata a questa band e per questo anche da loro stessi “benedetta” e sponsorizzata attraverso il loro sito ufficiale. Circa 70 fotografie esposte nel foyer e nei quattro corridoi laterali, dove si possono ammirare diversi momenti di live e/o photo sessions firmate da 13 fotografi, alcuni dei quali di fama mondiale, e che hanno seguito la band come loro fotografi ufficiali. E’ il caso in particolare di Lance Mercer, principale contributore della mostra, che li ha seguiti fin dagli inizi negli anni ’90 diventando un amico intimo della band, fino ad arrivare ai più recenti ritratti di Steve Gullick e Danny Clinch.

Giammaria De Gasperis, curatore della mostra insieme a Paola Contino, racconta che ci sono voluti più di dodici mesi di lavoro, nei quali hanno ideato e progettato la mostra, hanno contattato i fotografi, raccolto e selezionato le foto, e provveduto ad incorniciarle per poi trovare una location che migliore non si poteva: l’Auditorium, luogo della musica per eccellenza.

A margine è stato concepito anche un contest partito il 19 marzo, rivolto a tutti i fans dei Pearl Jam ai quali è stato chiesto di inviare i loro scatti ai PJ nel corso degli anni durante live o backstage; la giuria composta da Dave Krusen (primo batterista dei PJ), Fernando Apodaca, Jason Mueller, Ananda Moorman, Jesse MacDonald (tutto il team del video Life Wasted), Rupert Bottaro (curatore di Moby Dick /Radio2) e Claudio Todesco (giornalista di Jam e autore della biografia dei PJ Long Road) e dal Five Horizons Team, ha decretato vincitrice la foto del boliviano Fernando Nuñez.

Come potete immaginare si tratta di un progetto molto ambizioso che fino ad ora ha avuto un ottimo riscontro in termini di visite e di pubblicità sui maggiori quotidiani e riviste musicali. E questo è solo l’inizio poiché la mostra è stata già richiesta da altre città nel mondo, per approdare, speriamo presto, anche a Seattle, casa dei PJ. Una cosa nata in Italia che potrebbe fare il giro del mondo, è una cosa di cui essere orgogliosi. Ottimo lavoro, complimenti a tutti quelli che hanno contribuito a realizzarlo.
E quindi il mio consiglio è questo, che andiate all’Auditorium per un concerto oppure no, trovate un’ora del vostro tempo per fare due passi ad ammirare queste fotografie, tutte molto intense, e vi verrà voglia, con l’aiuto del sottofondo, di riascoltare qualche disco dei Pearl Jam e immergervi nelle atmosfere grunge che li contraddistinguono.



(26/06/2013) - ©2002 - 2013 Extra! Music Magazine - Tutti i diritti riservati


Profilo
MessaggioInviato: 28 giugno 2013, 10:44
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Pearl Jam, voci sul nuovo album: 'Tides' in arrivo a ottobre. Ipotesi tracklist

Si sono mosse troppe cose, nelle ultime ore, perché nella ridda di informazioni non confermate sulla prossima prova in studio dei Pearl Jam - quell'ideale seguito di "Backspacer" che ormai si fa attendere dal 2009 - non ci sia anche qualcosa di vero. Il primo singolo, innanzitutto: di "Mind your manners" avevamo già avuto occasione di parlare lo scorso 3 giugno, quando un leak accidentale del sito Allaccess.com, portale dedicato al mondo dell'industria discografica pensato in particolare per l'universo radiofonico, si lasciò sfuggire l'informazione - poi, ovviamente, immediatamente rimossa - relativa al primo estratto della nuova fatica di Eddie Vedder e soci. Poche ore fa la conferma: lo staff dell'emittente australia Triple M sarebbe addirittura riuscita a ascoltare il singolo, descrivendolo come molto simile a "Spin the black circle", uno dei singoli estratti dal terzo album della formazione, "Vitalogy".

"Verrete nei pantaloni a sentirla", è stato il tanto entusiasta quanto esplicito commento a "Mind your manners" della redazione: "Pensate a 'Spin the black circle': veloce, tagliente, dura e rumorosa. Se questo brano è un'indicazione del disco che verrà, si può dire che i ragazzi abbiano ripreso il discorso iniziato con 'Backspacer', ma mettendogli il turbo. I loro fan lo adoreranno".

Il nuovo album, quindi. L'emittente australiana si sbilancia, annunciando la pubblicazione della fatica in studio sulla lunga distanza entro il prossimo mese di ottobre, ma c'è chi fa di più. Sulla message board del sito ufficiale dei Pearl Jam è apparso un post recante titolo, tracklist e data di pubblicazione dell'album. Stando a quanto trapelato, il disco si intitolerebbe "Tides" e sarebbe pronto a raggiungere gli scaffali il prossimo 6 ottobre: in scaletta sarebbero presenti dodici brani, con una durata di 4 minuti di media eccezion fatta per l'ultima traccia - "Sans finis" (possibile refuso di "sans fins", in francese "senza fine"?) - di oltre sette minuti. Ecco la lista degli ipotetici brani:

1. Revolution Reruns (3:36)
2. Kickstop (2:14)
3. Vivid Futures (3:58)
4. Mind Your Manners (3:08)
5. The Undertow (4:04)
6. Red (3:23)
7. Of The Earth (6:15)
8. Tracking Change (4:21)
9. Uncharted Terrain (3:59)
10. Foliage (2:16)
11. Derision (3:32)
12. Sans Finis (7:12)

A provare a fare il punto, già in nottata, ci hanno provato i cronisti di Revolt, che hanno chiesto lumi allo staff del gruppo, guadagnando la classica "né conferma né smentita": "Nessuna informazione riportata è stata confermata da gruppo o dai suoi rappresentati: ad oggi, queste possono essere considerate solo speculazioni", è stata la risposta dell'entourage della band.

Di certo, a questo punto, rimane quanto riferito lo scorso febbraio dal chitarrista Mike McCready, che assicurò come il nuovo capitolo in studio della formazione di Seattle sarebbe di certo arrivato entro la fine del 2013.

http://www.rockol.it


Profilo
MessaggioInviato: 12 luglio 2013, 8:30
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
'Lightning bolt' è il nuovo album dei Pearl Jam

I Pearl Jam hanno comunicato che il loro nuovo album di studio è stato battezzato "Lightning bolt". Il decimo disco di sala della band statunitense sarà pubblicato il prossimo 14 ottobre. Il successore di "Backspacer" del settembre 2009 è stato prodotto da Brendan O’Brien. Il primo singolo, "Mind your manners", è stato consegnato oggi alle emittenti radiofoniche. I preordini dell'album sono iniziati da poco via
pearljam.com/lightningbolt ed iTunes.


La serie di date nordamericane dei PJ, resa nota lo scorso 8 luglio, è suddivisa in due tranche. Biglietti in vendita da sabato 27 luglio.

11 ottobre Pittsburgh, PA Consol Energy Center
12 Buffalo, NY First Niagara Center
15 Worcester, MA DCU Center
18 Brooklyn, NY Barclays Center
19 Brooklyn, NY Barclays Center
21 Philadelphia, PA Wells Fargo Center
22 Philadelphia, PA Wells Fargo Center
25 Hartford, CT XL Center
27 Baltimore, MD 1st Mariner Arena
29 Charlottesville, VA John Paul Jones Arena
30 Charlotte, NC Time Warner Cable Arena
1°-3 novembre New Orleans, LA Voodoo Music + Arts Experience

15 novembre Dallas, TX American Airlines Arena
16 Oklahoma City, OK Chesapeake Energy Arena
19 Phoenix, AZ Jobing.com Arena
21 San Diego, CA Viejas Arena
23 Los Angeles, CA Sports Arena
24 Los Angeles, CA Sports Arena
26 Oakland, CA Oracle Arena
29 Portland, OR Rose Garden Arena
30 Spokane, WA Spokane Arena
2 dicembre Calgary, AB Scotiabank Saddledome
4 Vancouver, BC Rogers Arena
6 Seattle, WA Key Arena.


Profilo
MessaggioInviato: 16 luglio 2013, 19:50
Avatar utenteMessaggi: 3948Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11

Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 1 di 3
40 messaggi
Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
cron