Autore Messaggio

Indice  ~  Get Off Of My Cloud  ~  Queen

MessaggioInviato: 23 ottobre 2009, 13:34
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
Per i fan dei Queen, perlomeno per quelli con la possibilità di viaggiare, si preannuncia una ghiotta occasione. Il prossimo 24 novembre sarà inaugurata, nella zona londinese di Feltham, una "stella" di genere hollywoodiano dedicata a Freddie Mercury. Alla cerimonia parteciperanno Brian May, il chitarrista del gruppo, la madre di Freddie, Jer Bulsara, e la sorella del cantante, Kash Cooke. Freddie, prima di trasferirsi in altra zona della capitale britannica, abitò, per una decina d'anni tra anni Sessanta e Settanta, in Gladstone Avenue, appunto nell'area di Feltham. L'idea della "stella", che troverà posto sul marciapiede davanti alla biblioteca della zona, è venuta al consigliere comunale Peter Hills. Il quale, ovviamente, è un grande fan dei Queen.


Profilo
MessaggioInviato: 20 luglio 2011, 20:15
Avatar utenteMessaggi: 3957Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
40 years of Queen', ecco il libro. Anche in Italia

E' stato battezzato "40 years of Queen" il libro ufficiale sulla band britannica dei Queen che sarà immesso sul mercato dopo l'estate e che promette d'essere l'opera "definitiva" sul gruppo che fu di Freddie Mercury. L'introduzione è stata scritta da Brian May e Roger Taylor. L'autore è Harry Doherty, giornalista musicale dagli anni Settanta quando entrò nella redazione dell'ora defunto "Melody Maker","storico" rivale del "New Musical Express"; Doherty ora lavora per varie pubblicazioni musicali UK, tra le quali "Classic Rock". L'autore, anche per differenziare il libro dai tanti altri usciti sui Queen, ha deciso di includere riproduzioni di vari "memorabilia" tra i quali spiccano:
-il poster del concerto di Natale del 1973 a Liverpool
-un biglietto di un concerto del 1974
-cartella stampa completa, con foto e manifesto, del primo tour USA
-quattro lettere manoscritte indirizzate al fans' club
-disco in vinile blu di 'Bohemian rhapsody'
-volantino promozionale EMI per 'A day at the races' del 1976
-backstage pass per il tour europeo del 1979
-quattro testi manoscritti per "The works"
-biglietto per il concerto di Knebworth dell'agosto 1986
-un CD con intervista del 1977 di tutti e quattro i membri.
Il libro arriverà nelle rivendite del Regno Unito il prossimo 3 ottobre, in quelle francesi il 13 ottobre, mentre in altri mercati tra i quali quello italiano la data esatta del mese di ottobre non è ancora stata specificata. Amazon ha in pre-ordine l'opera a 22.40 dollari, più le consuete spese di spedizione; Play.com lo offre a 27.49 euro senza spese di spedizione.

© Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l. (20 lug 2011 )


Profilo
MessaggioInviato: 24 novembre 2011, 19:26
Avatar utenteMessaggi: 3012Località: TORINOIscritto il: 26 luglio 2006, 0:15
Vent’anni senza
Freddie Mercury

“Come ormai sapete” scrisse Brian May ai membri del fan club, “Freddie ha combattuto la terribile malattia dell’Aids per molti anni, e per parecchio tempo non ne eravamo a conoscenza neanche noi”. La notizia della morte del leader dei Queen venne immediatamente annunciata da quegli stessi giornali che per anni l’avevano perseguitato, e Tv e radio per giorni mandarono in onda servizi e speciali sul personaggio e la sua band.

A vent’anni di distanza dall’addio del grande Freddie Mercury, nato Farroch Bulsara, leader indiscusso e indimenticato dei Queen, sono ancora molteplici le iniziative e le manifestazioni che in sua memoria vengono organizzate. La loro popolarità non accenna a diminuire e per la serie “gli affari sono affari” anche la morte di Freddie comporta uno strascico interminabile di materiale celebrativo, come si fa per ogni star che si rispetti: non sono mancati i dischi postumi, i video inediti, i libri, gli scoop e quant’altro da cui si potesse ottenere un ricavo in ricordo del mito.

D’altronde, è ormai consuetudine che il giorno della scomparsa di una rockstar diventi una data da festeggiare, un evento proprio come il Natale, quando nel periodo in prossimità i discografici decidono di lanciare il nuovo disco di questa o quella band sul mercato, o i cineasti che proiettano nelle sale il loro nuovo film, mirando direttamente alle tasche, (forse) un po’ più consistenti rispetto al resto dell’anno, dei poveri comuni mortali.

Val comunque la pena segnalare ai numerosi fan di Freddie Mercury sparsi in tutta Italia il nuovo libro di Jeff Hudson, Queen (Edizioni Gremese) che ripercorre l’intera storia della band attraverso 200 foto esclusive, uscito contemporaneamente in Canada, Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Spagna, Italia, Germania. Sono ritratti allegri, un po’ nostalgici, a volte tristi e commoventi della collezione Getty Images, molti dei quali mai pubblicati in Italia. Sono immortalati, oltre alle quattro regine, i loro amici, i compagni di una vita, i genitori di Freddie, Bomi e Jer, la sorella Kashmira e le mogli degli altri queen. E poi, la Regina Elisabetta, quella vera cui hanno scippato il nome…

Jeff Hudson è un giornalista che durante la sua carriera ha intervistato i più grandi protagonisti della scena rock internazionale (Queen, Rolling Stones, AC/DC, Aerosmith, Bon Jovi solo per citarne alcuni), nonché – notizia riportata orgogliosamente nella sua biografia – il proprietario del pupazzo gonfiabile di Freddie Mercury, volato via dallo Stadio Wembley il 12 luglio 1986 durante l’esecuzione di A Kind of Magic. In ogni concerto del Magic Tour, infatti, quattro pupazzi gonfiabili con le sembianze dei membri della band apparivano e si libravano sulla folla. Con questo volume rende tributo alla carriera dei Queen accompagnando il ricordo dei loro esordi, dei successi discografici e dei concerti trionfali con molti scatti mai pubblicati prima d’ora in Italia.

Intanto prosegue la lavorazione del tanto atteso film biografico sulla vita di Freddie Mercury che dovrebbe uscire nell’autunno del 2012, con l’attore Sacha Baron Cohen (già Alì G, Borat e Bruno) nei panni del cantante. Peter Morgan ha scritto la sceneggiatura e a quanto pare “Baron Cohen si è preparato al ruolo con una dedizione tale che avrebbe incantanto anche Freddie!”. E chissà cosa s’inventeranno in occasione del lancio del nuvo film?! Del resto Freddie era stato profetico: The Show Must Go On. E così sia. Lunga vita al Rock!

Jeff Hudson, Queen
Collana: Superalbum
pagine 176 con oltre 200 fotografie in b/n e a colori
€ 29,90


Profilo
MessaggioInviato: 21 febbraio 2012, 12:29
Avatar utenteMessaggi: 3957Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
:roll: :roll: :roll:

Queen, Adam Lambert 'sostituisce' Freddie Mercury

20 feb 2012 - Se forse ad alcuni fan dei Queen verranno i capelli dritti, Brian May invece non sembra avere dubbi: non solo non vede nulla di male nell'esibirsi come Queen con Adam Lambert al microfono, ma ritiene anche che la scelta vedrebbe il semaforo verde da parte di Freddie Mercury. Che qualcosa stesse bollendo in pentola si era capito già nello scorso dicembre, quando il batterista Roger Taylor, molto colpito dalle esecuzioni di Adam di "The show must go on" e "We are the champions" agli ultimi MTV European Music Awards, aveva detto: "Ha una grande voce, fantastica estensione. Vogliamo tornare a collaborare con lui. Per ora non abbiamo nulla di confermato, ma stiamo parlando di un tour. Potrebbe essere una cosa davvero eccitante". Lambert ha 30 anni, proviene da Indianapolis in Indiana, sta preparando il nuovo album "Trespassing" ed è balzato alla notorietà per essersi classificato secondo all'ottava stagione di "American idol". Il suo primo album, "For your entertainment" del 2009, ha debuttato nella chart statunitense al nunero 3 con 198.000 copie. I Queen suoneranno all'edizione britannica del festival Sonisphere nel corso della prossima estate, e May ha detto: "A giudicare dalla posta che ricevo, la decisione di suonare con Adam farà felice un sacco di gente. Per noi è una bella sfida, e sono sicuro che Freddie approverebbe la scelta di avere Adam. E poi quale posto meglio di Knebworth?". Il festival si svolgerà dal 6 all'8 luglio. Lambert ha detto:

"Per il fenomeno dei Queen ho un grande timore reverenziale. Il pensiero di condividere con loro il palco è meravigliosamente surreale, e sono onorato di rendere omaggio alla memoria di Freddie. Freddie è un mio eroe personale". Queen + Adam Lambert si esibiranno a Knebworth, dove Mercury cantò per l'ultima volta col suo gruppo nell'agosto 1986, il prossimo 7 luglio. Biglietti in vendita dal 23 febbraio.


© Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.


Profilo
MessaggioInviato: 19 marzo 2012, 22:17
Avatar utenteMessaggi: 3957Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Jacky Gunn & Jim Jenkins

Queen. La biografia ufficiale

2011
Arcana

Mauro Mantovani

Gli autori del libro sono la curatrice storica del loro fan club (Jacky Gunn) e un loro amico da sempre (Jim Jenkins), nessun giornalista perchè i Queen hanno sempre avuto un rapporto problematico con i professionisti della carta stampata.
I Queen nascono dall'incontro dei componenti di 2 band diverse (Ibex e Smile) che fin da subito appaiono diversi rispetto al panorama del music biz inglese : infatti tutti e 4 i componenti posseggono una laurea o equivalente, che può voler dire poco ma comunque li differenzia :)
Il gruppo nasce nel ‘70 senza John Deacon (che si aggiunge nel '71) e da subito unisce due cose: un rock duro e pomposo , barocco in alcune fasi, e un look decisamente diverso rispetto agli altri e molto più “carico” (da leggere quando Freddie Mercury apre lo scassatissimo mini tour bus degli inizi e col suo completo di raso e le sue unghie laccate si trova davanti un pubblico di minatori appena usciti da lavoro...) .
Ma nulla li ferma nel costruire la loro leggenda di uno dei più grandi live act del mondo del rock. La solidità della sezione ritmica (John Deacon e Roger Taylor sono due ottimi musicisti spesso sottostimati) combinata con il virtuosismo di Brian May (che ricordiamolo ha sempre suonato una chitarra, la Red Special, che si costruì praticamente da solo col padre durante la sua adolescenza e con una moneta da 6 pence al posto del plettro, quando la Zecca Inglese smise di coniarla comunque ne continuò a produrre un quantitativo limitato solo per lui) e con quel dominatore del palco assoluto e da un ugola a più ottave che risponde al nome di Freddie “Bulsara” Mercury in omaggio al dio Mercurio
Dal primo tour importante , ossia quello del '73 come supporto ai Moot The Hoople in Gran Bretagna (con cui mantennero sempre un ottima amicizia) ai trionfi in Sudamerica nel 1981 (culminati nel concerto al Morumbi di San Paolo di fronte a 131mila persone) , ai loro straordinari 25 minuti al Live Aid il 13/07/1985 (e chi non lo ha mai visto si flagelli e lo guardi poi alla fine dell’articolo) per culminare in Knebworth nel 9 agosto 1986 al cospetto di circa 200.000 persone, battendo anche il record degli Zeppelin nel medesimo sito.
Dal punto di vista musicale come non menzionare “Keep Yourself Alive” dal 1° e omonimo lp, “ Seven Seas Of Rhye” da Queen II, “Killer Queen” da Sheer Heart Attack, i due capolavori ispirati a due film dei Fratelli Marx (Groucho li volle conoscere personalmente) A Night at the Opera con “Bohemian Rhapsody” (su cui è stato detto tutto e anche di più) e A Day at the Races con “Somebody to Love”, e altro fino a culminare in quella perla live che è Live Killers che chiude forse il loro periodo più ispirato, ”Under Pressure” che è tutta giocata su un micidiale riff di basso e su quell'incontro unico delle voci del buon Duca Bianco con Mercury e per finire con la commovente “The Show Must Go On” su Innuendo con in mezzo pezzi più o meno ispirati e talvolta banali ma d'altronde solo pochi gruppi restano sempre al massimo.
E soprattutto molti e grandiosi party after concert (con abbondanza di lottatrici nel fango, champagne e chi più ne ha più ne metta) o feste di compleanno del buon Freddie (memorabile una a Ibiza) che han contribuito a accrescer la loro leggenda.
Una critica da fare è che il libro è purtroppo poco “tecnico”, non ci sono molti approfondimenti sui testi delle canzoni e sulla loro composizione, e questa è a mio parere una gran pecca. Ma come premesso il libro non è stato scritto da professionisti ma da due amici, quindi ‘this is what you get folks!’
Lo consiglio vivamente ai loro fans e come lettura estiva sotto l'ombrellone… con ovviamente in sottofondo Live Killers !!


(16/03/2012) - ©2002 - 2012 Extra! Music Magazine - Tutti i diritti riservati


Profilo
MessaggioInviato: 29 settembre 2014, 14:45
Avatar utenteMessaggi: 3957Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Queen e Adam Lambert in Italia: unica data a Milano il 10 febbraio 2015

Il nuovo tour dei Queen (con Adam Lambert alla voce) arriva anche in Italia, per un'unica data, ed è la prima volta da quando alla formazione di Brian May e soci si è aggiunto il giovane cantautore statunitense (noto ai più per aver preso parte al talent show "American Idol"). Il prossimo 10 febbraio 2015, infatti, i Queen si esibiranno in concerto al Mediolanum Forum di Assago (Milano); i biglietti per assistere al concerto saranno disponibili da mercoledì 1 ottobre alle ore 11 sui circuiti Ticketone e vanno dai 55 euro del secondo anello numerato (ai quali bisogna aggiungere il diritto di prevendita) ai 95 euro della tribuna (diritto di prevendita escluso). Di seguito, i prezzi nel dettaglio:

Tribuna A posto numerato - €95,00 + diritto di prevendita
Tribuna Gold numerata - €85,00 + diritto di prevendita
1° anello numerato settore B - €75,00 + diritto di prevendita
Parterre - €60,00 + diritto di prevendita
2° anello numerato settore C: €55,00 + diritto di prevendita

I Queen e Adam Lambert si sono incontrati per la prima volta durante la finale di "American Idol" nel 2009, quando si sono esibiti insieme sulle note di "We are the champions". Colpiti dalla voce di Lambert, Brian May e Roger Taylor hanno deciso di collaborare nuovamente con Lambert nel 2011, sul palco degli MTV EMA; e poi ancora, nell'estate 2012 in una serie di concerti e lo scorso settembre sul palco dell'iHeartRadio Music Festival di Las Vegas. Dopo quest'ultima esibizione, i tre hanno deciso di portare in tour lo show, che negli scorsi mesi li ha portati ad esibirsi in alcune città degli Stati Uniti.

http://www.rockol.it


Profilo
MessaggioInviato: 9 ottobre 2014, 21:58
Avatar utenteMessaggi: 3957Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=wYNfY9rEAG[/youtube]


Profilo
MessaggioInviato: 19 dicembre 2014, 18:36
Avatar utenteMessaggi: 3957Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
:roll: :roll: :roll:

Queen, Brian May: 'Adam Lambert riesce a cantare più alto di Freddie'

Parole grosse, anzi grossissime sono quelle che Brian May ha usato - riferisce TeamRock - con i responsabili dell'etichetta (la Universal) che da qualche tempo a questa parte gestisce gli interessi di quella che fu la band di Freddie Mercury: a detta del chitarrista, infatti, il nuovo frontman della formazione oggi rappresentata solo dalla metà di quella che fu la line-up originale sarebbe in grado di raggiungere note che nemmeno il frontman storico - all'unanimità considerato una delle voci rock più virtuose di sempre - avrebbe mai avuto modo di raggiungere.


"Non stavamo cercando un cantante, poi all'improvviso eccolo qua", ha spiegato May: "Subito ha dimostrato di saper cantare tutte le melodie dei nostri pezzi. E non sono canzoni facili da cantare, quelle dei Queen: coprono un ventaglio di tonalità molto ampio, e spesso nemmeno i cantanti più esperti riescono a cantarle nella tonalità originale. Adam, invece, è arrivato senza troppo clamore e ce l'ha fatta con una naturalezza impressionante. Potrebbe cantare i nostri brani persino dormendo. E' capace di raggiungere dal vivo note così alte che nemmeno Freddie sarebbe stato in grado di raggiungere. Quindi credo che se Freddie fosse ancora vivo, nel sentire questo ragazzo direbbe: 'Sì, vabbé... ok'. Che, nel suo codice, sarebbe equivalso a un 'Mmhh, bastardi, ci siete riusciti. Ok, andate pure avanti col gruppo'. Poi Adam ha anche il vantaggio di essere uno showman naturale: non ha bisogno di fingere. E' spontaneo, esattamente come lo era Freddie. Per molti versi si assomigliano molto, ma Adam non deve cercare di assomigliare a Freddie, e questa è una cosa buona. Lui non lo sta imitando, sta semplicemente facendo le cose a modo suo".


Ancora freschi della pubblicazione dell'album "Queen forever", i Queen si esibiranno in Italia - nell'ambito del loro tour europeo - il prossimo 10 febbraio al Forum di Assago, alle porte di Milano.

http://www.rockol.it


Profilo
MessaggioInviato: 19 dicembre 2014, 22:26
Messaggi: 1762Iscritto il: 11 febbraio 2007, 4:36
mai piaciuti, nè con mercury tantomeno adesso.
ok, qualche pezzo me lo posso pure sciroppare, ma non di più. Non è il tipo di rock che piace a me.

Ciò detto, tenendo presente quello che hanno rappresentato e la loro storia, trovo sia un tantinello di cattivo gusto andare in giro senza freddy con quel nome, Queen...

Insomma, voglio dire, immaginate se la stessa cosa fosse accaduta agli stones senza Mick... :shock:


Profilo
MessaggioInviato: 20 dicembre 2014, 10:30
Avatar utenteMessaggi: 840Località: PistoiaIscritto il: 27 marzo 2014, 21:02
A me invece piacevano tempo fa, ma poi ho capito che non era il genere che amavo. Per il fatto che si facciano paragoni con Freddie, lasciamo perdere. Per il fatto che usino ancora il nome Queen se ne potrebbe parlare: come Daltrey e Townshend che usano ancora il nome The Who. "Sono loro, ma non sono più loro". La frase potrebbe sembrare priva di senso, ma è quello che mi viene in mente quando li vedo.

[ Messaggio inviato da Windows Smartphone ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 2 gennaio 2015, 20:09
Messaggi: 4058Località: SALERNOIscritto il: 5 maggio 2008, 23:29
Mai piaciuti anche se ammetto che Freddy Mercury aveva una gran voce, se dovessi riassumere con una parola ciò che penso di loro è:"Talento sprecato" essì perchè anche Brian May non è malaccio, ma hanno troppo strizzato l'occhio alle mode accettando troppi compromessi, carini i primissimi dischi fino a "Night at the opera", poi lasciamo perdere...I 10 CC tanto per fare un paragone hanno raccolto molto ma molto meno essendo molto ma molto "Più"!
Comunque mi ero cià espresso sul nome:per me è una boiata...Non si può sostituire un frontman così carismatico che tutti identificavano col nome della Band stessa e chiamarsi ancora col vecchio nome...Per gli Who è diverso, sono rimasti i due leader anche se a dirla tutta senza Keith Moon non è più lo stesso suono...Negli Stones se andasse via per assurdo Mick o anche Keith e per me anche lo stesso Charlie, dovrebbero chiudere subito baracca...Quando va via un membro storico che ha contraddistinto con la sua figura e con la sua voce/musica la carriera della Band in questione per me, ma ripeto PER ME dovrebbero cambiare denominazione per rispetto ai fans e alla loro stessa storia...

P.S. Brian May Project o Brian May & Friends sarebbe andato più che bene!


Profilo
MessaggioInviato: 4 gennaio 2015, 19:13
Avatar utenteMessaggi: 13Iscritto il: 9 settembre 2014, 11:52
Cita:
Quando va via un membro storico che ha contraddistinto con la sua figura e con la sua voce/musica la carriera della Band in questione per me, ma ripeto PER ME dovrebbero cambiare denominazione per rispetto ai fans e alla loro stessa storia...

P.S. Brian May Project o Brian May & Friends sarebbe andato più che bene!


Purtroppo è vero, immaginare il nome Queen senza Freddie, mi risulta impossibile, per quanto riguardo il nome, in questi casi ho sempre pensato che si tratti unicamente di una scelta commerciale, un conto è presentare un tour con il nome Queen, un altro con il nome Brian May Project. Cambiare il nome credo sia davvero doveroso in questi casi, anche Axl Rose ormai va avanti da anni con il nome Guns'n Roses, nonostante sia l'ultimo membro originario rimasto. Aggrapparsi così ad un nome di successo, lo trovo poco rispettoso anch'io.


Profilo
MessaggioInviato: 8 gennaio 2015, 2:33
Avatar utenteMessaggi: 1465Località: PalermoIscritto il: 23 gennaio 2007, 22:03
Savio ha scritto:
Cita:
Quando va via un membro storico che ha contraddistinto con la sua figura e con la sua voce/musica la carriera della Band in questione per me, ma ripeto PER ME dovrebbero cambiare denominazione per rispetto ai fans e alla loro stessa storia...

P.S. Brian May Project o Brian May & Friends sarebbe andato più che bene!


Purtroppo è vero, immaginare il nome Queen senza Freddie, mi risulta impossibile, per quanto riguardo il nome, in questi casi ho sempre pensato che si tratti unicamente di una scelta commerciale, un conto è presentare un tour con il nome Queen, un altro con il nome Brian May Project. Cambiare il nome credo sia davvero doveroso in questi casi, anche Axl Rose ormai va avanti da anni con il nome Guns'n Roses, nonostante sia l'ultimo membro originario rimasto. Aggrapparsi così ad un nome di successo, lo trovo poco rispettoso anch'io.


Il discorso con i Queen a me sembra diverso. Si parla di gente che E' i Queen, perchè dovrebbero cambiare nome? Capisco la morte di Freddie Mercury e capisco che era lui il centro focale della band..ma gli altri non sono mica degli stronzi..anche loro sono e sono stati i Queen..gli Stones, quando è andato via Brian Jones o dopo che è morto, si sono chiamati in altro modo? No, perché comunque loro, anche loro, sono ed erano gli Stones.
Discorso diverso per i Guns, visto che è solo Axl Rose, come per i Lynyrd Skynyrd, tanto per citarne due


Profilo WWW
MessaggioInviato: 12 gennaio 2015, 13:35
Avatar utenteMessaggi: 840Località: PistoiaIscritto il: 27 marzo 2014, 21:02
Stiamo parlando di una band di cui rimane il chitarrista e il batterista. Neanche Deacon era uno stronzo, ma si è reso conto che la cosa non funzionava. Il paragone con Brian Jones non regge. Pur essendo in effetti il fondatore era comunque il chitarrista. Mick e Ronnie sono stati degli egregi sostituti per un verso o per un altro. Sostituire Freddie Mercury, la voce dei Queen? Non credo...

[ Messaggio inviato da iPhone ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 11 febbraio 2015, 12:53
Avatar utenteMessaggi: 2427Iscritto il: 23 giugno 2006, 1:46
Qualcuno è andato al forum ieri sera?


Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 1 di 2
24 messaggi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
cron