Autore Messaggio

Indice  ~  Get Off Of My Cloud  ~  Jimi Hendrix

MessaggioInviato: 28 maggio 2010, 18:34
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
Paul Mc Cartney renderà un omaggio a Jimi al festival dell'Isola di Wight, nel suo set ingloberà un tributo -pare specialmente basato su "Foxy lady"- al genio di Seattle. L'ha rivelato un amico di John Giddings, l'organizzatore della kermesse britannica, il quale ha aggiunto che Sir Paul è sempre stato un grande ammiratore di Jimi.


Profilo
MessaggioInviato: 3 giugno 2010, 10:28
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=lLTQFGj0zCA[/youtube]


Profilo
MessaggioInviato: 3 giugno 2010, 12:21
Messaggi: 2103Località: trevisoIscritto il: 24 febbraio 2006, 0:28
grande paul


Profilo
MessaggioInviato: 10 giugno 2010, 17:40
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
Foto inedita periodo 68, dalla collezione di un caro amico, la volevo condividere con gli amanti del grande Jimi.

Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 10 giugno 2010, 18:36
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
Roma Jimi Hendrix 1968... Sublime... un'aura caleidoscopica lo avvolgeva
Roma, 28 Aprile 2010
Intervista a Pat L A Wiss
da http://jimihendrixitalia.blogspot.it/

Come venisti a conoscenza della musica di Jimi?

Doveva essere l'inverno del 66/67, il mio prof di chimica (Saint George's School of Rome) venne un giorno in laboratorio con un album (disco a 33giri) sotto il braccio, comprato a Londra la settimana prima, dicendo a noi sbarbati amanti degli Stones, Who, Small Faces, ecc., ke dovevamo assolutamente ascoltare questo nuovo astro nascente. la foto sulla copertina era un programma di per sé... un ceffo scuro dai capelli scotonati affiancato, sotto il suo manto da due pallidi giovani musicisti. Il Prof ci prestò il disco e dopo la lezione ci affrettammo a casa mia per ascoltarlo. BOOM! "Hey Joe, where're you goin' with that gun in your hand?"

Perchè decidesti di andare al concerto?

Bella Domanda... a chance of a lifetime! certe cose capitano una sola volta nella vita di alcuni.

Con chi andasti?

Con quel pazzoide del mio compagno di classe, nonché d'avventure, Chris West, figlio del celebre scrittore Morris West.

Quale concerto (24 o 25 maggio? pomeriggio o sera?)

Qui mi perdo... ricordo che fu di pomeriggio.

Com'era l'ambiente al Brancaccio?

Il Brancaccio era pieno di adulatori, (pseudo) chitarristi e non, in attesa con l'adrenalina che usciva dalle orecchie e la bava dalla bocca! Per la maggior parte eravamo maschi.

Il pubblico com'era? Numeroso? Partecipe?

vedi sopra... partecipe? non volava una mosca!

Appena vedesti Jimi sul palco che impressione ti fece?

La stessa di quando vidi salire John, Paul, George e Ringo sul palco dell'Adriano nel Giugno del '65... ero in trance!! Sublime... un'aura caleidoscopica lo avvolgeva separandolo dai suoi gregari

Ti ricordi dei particolari di com’era vestito?

Assolutamente no. Ero talmente preso dalla mimica del suo volto che, per me allora 15enne, intimoriva e incuriosiva allo stesso tempo!

Cosa fece Hendrix appena salì sul palco?

si apprestò silenziosamente prima verso il suo Marshall e poi verso il microfono

Ti ricordi che canzoni suonò?

Non in ordine cronologico, ma Foxy Lady; Manic Depression; Fire; Red House & Hey Joe


Ti pare che sul palco avesse problemi con l'amplificazione?

Come tutti del resto a quei tempi…

Com'era Jimi con il pubblico, comunicativo, amichevole, indifferente…?

Poteva sembrare indifferente a quelli senza rispetto per la sensibilità dell'artista, oppure poco comunicativo, ma non aveva bisogno di parlare per comunicare le sue emozioni

Cosa ti colpì di più di Jimi? Questo dal punto di vista sia umano che dal punto di vista musicale.

La diversità musicale (era sicuramente di un'altra dimensione) e la sua umiltà

Cosa ti ricordi degli altri due membri degli Experience?

Mitch era un treno e provenendo dal Jazz, ne aveva unito la libertà ai ritmi del Rock in modo armonioso. Noel faceva il suo dovere da pseudo-bassista, visto che nasceva chitarrista, senza spiccare molto (a parte la sua chioma alla Jimi)

Riuscisti a vedere Jimi fuori dal palco?

purtroppo no... beato Albertino che ha suonato la batteria con lui al Titan

Il concerto soddisfò le tue aspettative?

mi sembrò troppo corto, ma mi arricchì enormemente sotto il punto di vista musicale

Cosa ti è rimasto di quel concerto?

La grande soddisfazione di esserci andato e l'esperienza vissuta. Inoltre, devo sorridere ogni volta che i giovani chitarristi adulatori di Jimi scoprono che c'ero anch'io lì Dopo aver visto Beatles, Rolling Stones (con Brian Jones), Pink Floyd (con Syd Barrett) e Who (con Keith Moon), credo che Hendrix sia stato quello che per me chiuse il cerchio dei grandissimi... anche se poi vidi altri come Deep Purple (Gillan, Blackmore, Paice, ecc) Traffic, Black Sabbath (versione originale), Faces & Rod Stewart, Humble Pie, Grand Funk, e molti altri. Penso comunque che l'impatto sia stato troppo impressionante per farsì che altri potessero eguagliarlo...


Profilo
MessaggioInviato: 10 giugno 2010, 18:40
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
JIMI HENDRIX IN ITALIA 1968

JIMI HENDRIX IN ITALIA 1968



Immagine




Una fantastica pubblicazione che racconta nel dettaglio l'unico tour italiano della Jimi Hendrix Experience nel maggio 1968.

Una vera chicca per gli estimatori del grande Jimi Hendrix e per i collezionisti.


Per ricevere il libro basta fare un pagamento di 25€ - 1 copia, 40€ - 2 copie tramite Paypal al seguente indirizzo e-mail:

roberto.crema@yahoo.com

oppure tramite postepay al seguente numero:

4023 6005 7065 0335

specificando l'indirizzo dove inviare il libro



JIMI HENDRIX IN ITALIA 1968
by: Cesare Glebbeek & Roberto Crema
Edizioni UniVibes

Il libro è il frutto di anni di ricerche, che, attraverso un’inedita raccolta di documentazioni, immagini e testimonianze, vuole essere la ricostruzione nel dettaglio dell’unico tour italiano della Jimi Hendrix Experience.

Il racconto dei ricordi dei fans che assistettero a quei concerti, forma come in un mosaico, l’immagine di un frammento dell’Italia sessantottina.

L’opera con oltre 135 foto esclusive, è anche la cronaca visiva di quella tournée.

Jimi Hendrix arrivò in Italia nel maggio 1968.

Il pubblico italiano che lo attendeva era, per la maggior parte, disinformato e musicalmente canzonettistico, conosceva poco i dischi degli Experience, per ascoltarli ci si doveva sintonizzare su “Bandiera gialla” oppure sui programmi di Radio Montecarlo o Radio Luxemburg.

La stampa nostrana dell’epoca non era all’altezza di comprendere il talento e la creatività di Jimi Hendrix e lo trattò come un fenomeno da baraccone.
Basta dare un’occhiata ai titoli ad effetto come “Un mostro che piace” oppure “Orrore al Brancaccio”, o leggere articoli dove si racconta che girasse con una sacca piena di bigodini… per avere l’immagine di una realtà provinciale e disinformata.

La prima cosa che invece subito notò chi ebbe la fortuna di vederlo ed incontrarlo fuori dal palco fu che Hendrix era una persona molto diversa da come l’avevano descritta, non era quel “mostro”, quel “bruto seduttore di ragazzine”.
Jimi non si dava arie da divo ma al contrario era timido, gentile e molto disponibile.
He ndrix così garbato ed amabile nel privato, sul palcoscenico, si trasformava, il suo stile innovativo e trasgressivo era qualcosa di inimmaginabile per quei tempi.

Per gli appassionati che già lo seguivano, il tour italiano della Jimi Hendrix Experience fu un evento imperdibile, mentre per coloro che assistettero a quei concerti solo per curiosità, fu uno shock… quel magnetismo animale, quel potere ipnotico non poteva lasciare indifferenti e il pubblico ne rimase stregato.
La tournée di Jimi Hendrix fu certamente un momento epico, unico ed irripetibile.


Cesare Glebbeek


Giornalista, collezionista e biografo hendrixiano.
Nel 1967 fondò l’Hendrix Information Centre in Olanda.
Nel 1973 collaborò con Joe Boyd al documentario “A film about Jimi”.
Nel 1990 insieme a Harry Shapiro è l’autore di “Jimi Hendrix: Electric gypsy” edito anche da Arcana Editrice col titolo “Una foschia rosso porpora”
Nel 1996 è coautore insieme a Douglas J. Noble di “Jimi Hendrix: the man, the music, the memorabilia”
Dal 1991 è l’editore della fantine “UniVibes – International Jimi Hendrix magazine”


Roberto Crema

Grande fan e collezionista hendrixiano fin dal 1970.
Negli anni ha partecipato come ospite a varie trasmissioni radio dedicate a Jimi Hendrix ( Radio Popolare, Lifegate, Lupo Solitario..)
Dal 1989 al 1997 è stato direttore artistico del Ternate Blues Festival.
Negli anni ’90 insieme a Roberto Bonanzi ha promosso i tour in Italia di Noel Redding, Buddy Miles, Randy Hansen e More Experience.
Dal 2008 è curatore del blog “Jimihendrixitalia”


Profilo
MessaggioInviato: 10 giugno 2010, 18:43
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
Di Jimi ho il ricordo di una persona estremamente gentile, dolce e sensibile
da http://jimihendrixitalia.blogspot.it/
Testimonianza di Bruna Urbani

Ho incontrato Jimi la sera del 24 maggio 1968 al Titan Club, dopo aver assistito al suo concerto al teatro Brancaccio.
A quei tempi lavoravo nel mondo della moda e gia' in passato avevo sfilato per diverse firme al Titan club, per cui conoscevo bene il proprietario Masssimo Bernardi.
Ero un’abituè del locale e lo preferivo al piu’ rinomato Piper, il Titan, era per cosi’ dire, un ambiente piu’ raccolto e lo frequentavo quasi tutte le sere avendo parecchie amicizie nel mondo della musica dell’epoca (Mal, i Rocks e altri)
Al Titan erano spesso presenti anche Renatino (Renato Zero) che conoscevo benissimo in quanto le rispettive nostre madri erano amiche e Loredana (Berte’) che era amica della sorella di Massimo(Bernardi).
Io ero sempre in compagnia della mia carissima amicaThea (Flemming), una ragazza olandese,all’epoca abbastanza famosa per le sue parti da protagonista nei fotoromanzi e alcune apparizoni minori in qualche film, Thea in seguito si sposò, era fidanzata con il batterista dei Rocks, eravamo talmente somiglianti che spesso ci scambiavano per sorelle, io ero un po’ più magra.

Immagine



Fu così che quando Jimi venne a Roma per i suoi concerti, Massimo mi invito' al concerto serale del primo giorno (venerdì 24 maggio).
Assieme alla mia carissima amica Thea (Flemming) andammo allo spettacolo, Jimi lo conoscevo gia’ come musicista e mi ricordo che quella sera il teatro era stracolmo.
Prima dello show dell'Experience si esibiva un balletto nel quale erano presenti siaLoredana (Berte') che Renatino (Zero).
Avevamo un posto nella prima fila della platea, la cosa che piu' mi colpì e che poi ebbi modo di apprezzare piu' da vicino quando ci incontrammo al Titan Club, fu la sua straordinaria bellezza.
Non era come lo avevo visto raffigurato nelle immagini che giravano, dove dava l'impressione di essere il tipico nero, ma innazitutto la sua pelle era di colore olivastro,dato che sua madre come mi fece vedere da foto era giapponese.*

*(come sappiamo tutti non e' propriamente cosi', alla mia spiegazione di come erano esattamente le cose in riguardo, la signora non e' stata in grado di ricordare bene se la foto che Jimi le mostro' era la madre naturale o la matrigna).
Seguii il concerto rapita dalla sua immagine senza prestare molta attenzione a quello che suonava, poi ad un certo momento, visto che vedevo che insistentemente aveva lo sguardo rivolto verso di noi, mi rivolsi alla mia amicaThea dicendole che probabilmente Jimi aveva un interesse nei suoi confronti al che lei con uno sguardo fra lo stupito e l'ironico mi disse:”ma cosa stai dicendo, non vedi che sta guardando solo te, non te ne sei ancora accorta?”
Finito il concerto, Massimo(Bernardi), ci raggiunse in platea chiedendoci se potevamo
andare al Titan, visto che poi Jimi sarebbe passato di la', avremmo potuto fargli un po' di compagnia dato che che Thea conosceva bene l'inglese poteva sostenere una conversazione con lui.
Io accettai con entusiasmo, Thea acconsenti’ di farmi compagnia e cosi’ dopo lo show salimmo sulla Mustang color argento di Thea e ci recammo al Titan.

Una volta giunte al locale, prendemmo posto in un tavolino nelle vicinanze del palco,
non ricordo esattamente, ma credo si stesse esibendo un gruppo e fra le persone presenti che io conoscevo, mi ricordo che c'era Albertino Marozzi.
Dopo una breve attesa ci raggiunse Jimi, gli altri due ragazzi(Noel,Mitch), giunsero piu' tardi.

Aiutata da Thea, iniziai a chiacchierare con Jimi, che non so se perchè, forse frenato dal fattoche pensava che io non capissi fra il rumore che c'era nel locale oppure che non ero in grado di capire pienamente quello che mi diceva, disse che voleva andare in un posto piu’ tranquillo.
Rimanemmo al Titan circa1h e mezza, non ricordo se sia salito sul palco per suonare con quelli che si stavano esibendo, perche’ per un certo periodo io e Thea eravano in un’altra sala del locale, un privè dove avevano accesso solo persone selezionate, puo’ darsi che in quel frangente possa avere suonato ma io non posso testimoniarlo.Bernardi ci disse che aveva chiamato un suo amico che gestiva un american bar e che se volevamo ci avrebbe ospitato, Jimi annui e cosi’ lasciammo il Titan e con l’auto di Thea raggiungenno il locale.
Converammo per alcune ore fin verso le 2 poi data l’intesa che c’era fra me e Thea, lei capì che era giunto il momento di far si che le cose prendessero il loro corso...cosi’ ci accompagnò all’albergo in cui Jimi era ospite di cui non ricordo il nome ma era vicino alla stazione Termini, era un buon albergo non di lusso.Trascorsi il resto della notte con lui e il mattino seguente verso le 11 venne a prendermi Thea per portarmi a casa visto che non avevo abiti di ricambio per la giornata.
Di Jimi ho il ricordo di una persona estremamente gentile, dolce e sensibile, che non so se per farmi piacere mi disse che voleva che lo raggiungessi negli USA una volta ritornato e che era sua intenzione prendere una casa a Roma, per incontrarmi quando era possibile, comunque ci lasciammo con l’appuntamento di rivederci la sera dopo il concerto di nuovo al Titan.
Non potetti assistere al concerto, ma mi recai al Titan dove Jimi ci raggiunse, rimanendo non molto tempo, perche’ alcune persone lo invitarono a casa di Renzo Arbore**(notizia smentita dallo stesso Arbore a Bonanzi Roberto), per “fumare”, io ero contraria a quel tipo di cose cosi’ non accettai l’invito e quella fu l’ultina volta che vidi Jimi.
*(Jimi quella notte si accompagnerà con Claudia, una modella austriaca)

In seguito venni assunta come hostes in alitalia e dato il tipo di lavoro che svolgevo, venni a conoscenza della morte di Jimi solo alcune settimane dopo il fatto.
Questo ricordo rimarra’ sempre nella mia memoria indelebilmente.

Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 12 giugno 2010, 15:46
Messaggi: 2103Località: trevisoIscritto il: 24 febbraio 2006, 0:28
grazie olia,anche per la foto inedita


Profilo
MessaggioInviato: 8 settembre 2010, 21:37
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
Jimi Hendrix: 40esimo anniversario, gli eventi.

Nel 40esimo anniversario della prematura scomparsa di Jimi Hendrix sono numerosi gli eventi in programma per celebrarne la memoria.

Qui di seguiti la descrizione di alcuni:


Rock Files Live! Tributo a Jimi Hendrix
Lunedì 13 settembre ore 22 alla Salumeria della Musica di Milano

Ezio Guaitamacchi

In diretta dalla Salumeria della Musica di Milano riprendono i ROCKFILES di LifeGate Radio con un affascinante TRIBUTO A JIMI HENDRIX, in occasione del 40esimo anniversario della morte del più grande chitarrista della storia del rock.

INGRESSO GRATUITO


ALESSANDRO DIAFERIO raffinato artista della sei corde, presenta il suo nuovo cd HENDRIX’S TALES accompagnato da SERGIO COCCHI e da alcuni dei migliori musicisti blues & jazz dell’area milanese. Insieme a lui, 4 cantautori (FOLCO ORSELLI, MASSIMO PRIVIERO,

LAURA FEDELE e ALBERTO FORTIS) omaggeranno a modo loro le canzoni del grande JIMI.
Ezio Guaitamacchi condu rrà la serata, una vera e propria festa per ricordare una delle più luminose icone del rock.

Nel corso della puntata verranno presentati anche i nuovi libri JIMI SANTO SUBITO di Enzo Gentile e JIMI HENDRIX IN ITALIA 1968 di Roberto Crema.

“Ci vuole rispetto: non si sceglie una canzone di un altro autore per suonarla così com’è. Se ti piace veramente, allora la suoni a modo tuo”. (JImi Hendrix)

"Hendrix now"
Anteprima mercoledì 15 settembre dalle ore 19.00 alle 22.00 al Photology

La mostra continua fino al 19 novembre (Lunedì-Venerdì ore 11.00-19.00)

Organizzata da Photology in collaborazione con Casale Bauer, la manifestazione propone un progetto che ruota intorno alla figura di Jimi Hendrix con foto, immagini e installazioni.

A Hendrix Now saranno presenti gli scatti di fotografi di fama internazionale che tra 1968 e il 1970 immortalarono Jimi Hendrix durante le sue esibizioni, artisti che vissero in prima persona le fasi salienti della storia del rock. Hendrix Now 2010 si pone come viaggio che racconta la vita di Jimi Hendrix attraverso le immagini, video e installazioni.

In mostra opere di:

Alessandro Amaducci
Jorgen Angel

Gianfranco Gorgoni
David Redfern

Baron Wolman

L’appuntamento con Hendrix Now si terrà al Photology di Via della Moscova 25

ingresso gratuito.


HENDRIX LIVES ON

17/18/19 settembre 2010 Al Maglio di Sesto San Giovanni(MI)
PROGRAMMA HENDRIX LIVES ON FESTIVAL

Venerdi 17 settembre 2010

*
ore 19 - Aperitivo con l’Autore “Gli anni di Jimi 1967 – 1970” Parole , musica e video con Mark Worden and friends,con Chuck Rolando(ex membro dei Passengers e uno che c\'era ai concerti di Hendrix , The Doors a New York); Luigi Pedrazzi,gallerista e appassionato di musica (presenta una mostra sull\'arte dei Pink Floyd alla Fabbrica del Vapore a settembre) e Gabriele dell'Acqua, giornalista e direttore della rivista Best Jeans, Alfredo Marziano, co-autore dei libri sui Pink Floyd e i Beatles.
* A seguire aperitivo con video inediti musicali rari sugli anni 60/70
* ore 22 live music con “THE WATCHTOWER” ripercorrono gli anni 60 regalandoci un spaccato musicale dell’epoca
* ore 23 “Hendrix incontra l’HAMMOND di Jimmy Smith” Voodooo Groove - (Verona) Special guest : all\'Hammond Alberto Marsico (Torino)


Sabato 18 settembre 2010

* ore 19 - Aperitivo con l’Autore “Castles Made of Sand” Presentazione del cd “Un sogno dolce come una canzone - Castles Made of Sand” a favore L’associazione ONLUS S.O.S. Handicap Bambini di Venezia
* A seguire aperitivo con video inediti di Jimi Hendrix
* ore 22 Tributo a Jimi Hendrix Band (Latina)
* ore 23.00 “Hendrix incontra il Flauto di Ian Anderson\" Voodoo Chile (Milano) Special guest : il flautista Dino Pellisero (Torino)

Domenica 19 Settembre 2010

* ore 19 - Aperitivo con l’Autore Presentazione di libri e cd Libri di Enzo Gentile “Jimi santo subito” e Roberto Crema “Jimi Hendrix in Italia 1968” accompagnati Alessandro Diaferio "Hendrix's Tales" che presenterà il suo nu ovo cd con la band
* A seguire aperitivo con video inediti di Jimi Hendrix
* Ore 21.30 Hendrix Acustico con Adalberto Zappalà (Varese)
* Ore 22.30 ”Hendrix & Miles Davis un incontro mancato” Giovanni Falzone Electric Quartet "The Jimi Experience" (Milano)



JIMI HENDRIX DAY
Sabato 18 settembre 2010 MILANO, PIAZZA SAN MARCO,
dalle ore 15.30 in avanti.

Commemorazione per il quarantennale della morte del gradissimo chitarrista americano Jimi Hendrix.
Il maestro ALEX SCHIAVI realizza (come tutti gli anni) la sua installazione hendrixiana per ricordarlo.
Centinaia di manifesti saranno appesi lungo il reticolato della piazza e gli alberi della stessa.

Tutti coloro che veranno riceveranno un manifesto omaggio (sino ad esaurimento).
Partecipazione libera ed aperta a tutti.
Vi aspettiamo in piazza San Marco a partire dalle ore 15.30.


Remember JIMI
Dal 21 settembre al 2 ottobre- ROCCA CATERINA SFORZA, FORLI

MOSTRA-MEMORABILIA-PERFORMANCE PER JIMI HENDRIX, PRESSO LA ROCCA DI CATERINA SFORZA:

Dal lunedì al sabato, dalle 15 alle 20. By Roberto Crema e Roberto Bonanzi, dell’Ass. Jimi Hendrix Italia.blogspot.
INGRESSO LIBERO.
I CONTENUTI DELLA MOSTRA:

Il materiale espositivo per la mostra sara’ principalmente composta da foto, dischi, riviste, libri, poster e altri oggetti di memorabilia.
L’allestimento prevede una prima parte dedicata ai primi anni di storia di Jimi con rarissime foto d’infanzia di cui alcune insieme al fratello Leon, la mostra poi proseguira’ con altre immagini inedite di Jimi agli esordi della sua carriera musicale e quando presto’ servizio militare (1961) .

Esaurienti didascalie racconteranno questi periodi poco conosciuti della biografia hendrixiana.
La parte della mostra dedicata all’esplosione artistica del mancino di Seattle sarà arricchita oltre che dalle foto anche da riviste e dischi originali dell’epoca.

Una sezione particolare della mostra sarà dedicata all’unico tour italiano di Jimi Hendrix (Maggio 1968), oltre a foto totalmente inedite vi saranno poster e locandine originali.
Altri soggetti particolari e curiosità saranno presenti alla mostra.

Materiale particolare :

* autografi di Hendrix e dischi autografati dai membri degli Experience e di Buddy Miles
* Biglietto originale di Woodstock* Programma originale del tour “Electric church” che Hendrix tenne nell’estate del 1968
* Poster rari ed originali dell’epoca
* Acetati di dischi
* La completa bibliografia su Jimi Hendrix con rarissime pubblicazioni da tutto il mondo (almeno una cinquantina di libri).
* Un foulard appartenuto a Jimi che fu donato ad Eddie Ponti durante gli show romani.
* Numerose corrispondenze con Noel Redding, Monika Danemann, Mitch Mitchell,

Eventi collaterali:

Sabato 25 settembre, dalle ore 15 in poi……
Presentazioni del libro di Enzo Gentile (Jimi santo subito) e (Jimi Hendrix in Italia 1968) di Roberto Crema, a seguire proiezione del filmato inedito del concerto della Jimi Hendrix Experience al Royal Albert Hall del 24 febbraio 1969.

Sabato 2 ottobre, dalle ore 15 in poi……
Clinic di chitarra con Maurizio Bonini che illustrerà attraverso sequenze di brani e con materiale tecnico d’epoca (distrosori, wha-wha e amplificatori) l’evoluzione artico/musicale di Jimi Hendrix.

TUTTO A INGRESSO LIBERO


Jimi Hendrix Memorial Day - 40th Anniversary!
Domenica, 19 settembre · 15.00 - 20.00Agriturismo Ca' Verde San Ambrogio di Valpolicella (VR)

Per commemorare Jimi Hendrix anche Verona ha voluto offrire il suo tributo con
una kermesse dedicata al genio di Seattle che si terrà presso un ameno agriturismo.
Sul palco saliranno i Voodoo Groove - Italian Hendrix tribute band + Gypsy Rainbow. Special Guest della serata Fulvio Feliciano (Key Marcello, Uli John Roth). Durante i concerti performance live della scuola di danza di Marinella Marchiori.


Profilo
MessaggioInviato: 9 settembre 2010, 16:15
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
"Jimi Hendrix. Il sogno elettrico"
Tutti i successi del grande chitarrista che cambiò per sempre il rock
7 album e un DVD live per celebrare, a quarant'anni dalla sua scomparsa, il musicista che segnò in modo indelebile la storia e le future evoluzioni della musica rock.


Da Venerdì 10 settembre il 1° CD in edicola con Repubblica + l'Espresso

10 settembre
Are you Experienced

8 ottobre
Valleys of Neptune

17 settembre
Axis: Bold as Love

15 ottobre
First rays of the new rising sun

24 settembre
Electric Ladyland

22 ottobre
Blue wild angel: live at the isle of weight

1 ottobre
Band of Gypsys

29 ottobre
Live at Woodstock (DVD)


Immagine

Olia


Profilo
MessaggioInviato: 9 settembre 2010, 16:24
Avatar utenteMessaggi: 626Località: Brugherio (MI)Iscritto il: 5 luglio 2006, 19:30
Grazie per l'informazione.

P.S. Saluti da Stefano Fara


Profilo
MessaggioInviato: 9 settembre 2010, 16:29
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
Grazie, abbraccia il mio fratello !!!


Profilo
MessaggioInviato: 9 settembre 2010, 17:17
Avatar utenteMessaggi: 626Località: Brugherio (MI)Iscritto il: 5 luglio 2006, 19:30
OK, non mancherò.


Profilo
MessaggioInviato: 15 settembre 2010, 20:38
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
Vorrei fare i complimenti a Andrea Araf, che in occasione del Jimi Hendrix Day di Brescia è stato invitato come ospite per suonare insieme ad illustri musicisti e artisti italiani.
Grande Andrea.



Sotto la locandina!!!

Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 15 settembre 2010, 22:42
Messaggi: 2825Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
Grandissimo HENDRIX!!!!!!! l'anarchia pura in musica.

Ottime le uscite con l'Espresso. Grazie Olia

ROSSO57


Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 9 di 17
254 messaggi
Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12 ... 17  Prossimo
Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
cron