Autore Messaggio

Indice  ~  Collezionismo  ~  Libro su Altamont in Italiano

MessaggioInviato: 10 luglio 2017, 12:10
Messaggi: 131Iscritto il: 8 settembre 2007, 8:57

Profilo
MessaggioInviato: 11 luglio 2017, 15:44
Avatar utenteMessaggi: 1844Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
Qualcuno l'ha letto? Com'è?

Immagine

Per decenni il concerto gratuito dei Rolling Stones, il 6 dicembre 1969 nell'autodromo di Altamont, è stato visto come il "gemello perverso" di Woodstock. In quel giorno funesto, infatti, uno spettatore fu accoltellato a morte da un membro della malfamata gang di motociclisti degli Hells Angels, che lavorava come servizio d'ordine al Festival. Si chiuse così, in modo tragico, il sogno tutto "peace and love" dei Sixties. Sino a oggi, la maggior parte delle notizie ufficiali di ciò che accadde ad Altamont provenivano da Gimme Shelter, il documentario ufficiale sulla tournée americana dei Rolling Stones del 1969 conclusasi proprio sul circuito del nord California. Ma la vera storia è rimasta a lungo sepolta, nascosta tra racconti sbiaditi, voci distorte, falsi miti. Questo libro racconta in modo appassionante il "giorno più nero della storia del rock" spiegando le radici di un evento orribile e sfortunato, iniziato prima della morte di Meredith Hunter, il giovane ragazzo di colore ucciso dai biker, e proseguito oltre quella tragica notte di dicembre. Joel Selvin, affermato giornalista musicale e scrupoloso storico del rock, analizza nel dettaglio i vari aspetti di quello show. Dagli eccessi, sopra e sotto il palco, dei Rolling Stones alle magagne di un tour mal organizzato che ha preceduto il concerto di Altamont, sino alle morti mai documentate avvenute dopo che la band lasciò il Festival, l'autore cattura l'intera scena del prima, durante e post tragedia. Selvin denuncia anche le diverse realtà che hanno osteggiato il Festival dall'inizio, inclusa la sbagliatissima scelta di Altamont come sede dell'evento, le droghe allucinogene di pessima qualità che circolavano tra il pubblico e la disastrosa idea di affidare agli Hells Angels, per altro da sempre amici della comunità hippie di San Francisco, la "security" del concerto. Andando ben oltre le spiegazioni più ovvie e banali, Selvin s'immerge nei ricordi di chi, rappresentante di importanti realtà cultural-musicali del periodo, fu profeta di sventure fin da prima che lo show avesse inizio. Analizzando in modo approfondito le due band che furono al centro degli eventi, Rolling Stones e Grateful Dead, Selvin spiega anche il ruolo centrale (ma dimenticato dai più) che questi ultimi ebbero nell'ideazione e organizzazione del tutto. In questo modo, il libro offre un ritratto vivido di come, in un'epoca celebre per i suoi idealismi, i due mondi del rock (inglese e americano) si scontrarono con effetti devastanti. Ma anche come i destini delle due band, che sembravano unirsi ad Altamont, furono successivamente sempre più distanti, quasi agli estremi opposti. Frutto di oltre trent'anni di ricerche e di un centinaio di interviste esclusive con testimoni fondamentali (musicisti, staff medico, membri degli Hells Angels, tecnici e fonici, ecc.) il libro è scritto in modo accattivante, pieno di aneddoti e curiosità, e rappresenta un documento eccezionale per capire l'intera scena rock degli anni '60.


Profilo WWW
MessaggioInviato: 15 luglio 2017, 17:45
Messaggi: 1747Iscritto il: 11 febbraio 2007, 4:36
L'ho preso. Con qualche titubanza (30 euri) ma alla fine non ho resistito.
Dell'autore, che non conoscevo, se ne dice un gran bene (fonti varie sul web).

Letta una manciata di pagine, ma mi sento di dire che penso proprio che sarò soddisfatto dell'acquisto e della lettura.
La storia è tutta concentrata nel 69, ma parte dalla lontana (concerto gratuito hyde park) e cita aneddoti, seppur minori, inediti del periodo e di quegli avvenimenti.
il tutto immerso nell'atmosfera dei tempi, condito con la presenza dei vari personaggi della storia del rock che hanno incrociato la strada degli Stones.
Sembra quasi un libro di storia per certi versi. La prosa e' scorrevole e la lettura, per ogni appassionato del rock, e' gradevolissima.
Ripeto, sono solo agli inizi, ma se va avanti così mi sento di consigliarlo vivamente.

Ciao

[ Messaggio inviato da iPad ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 8 agosto 2017, 23:30
Messaggi: 2613Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
Grazie , mi sa che lo prendo pure io. Mi fido della tua recensione.

rosso57

[ Messaggio inviato da Android ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 9 agosto 2017, 15:21
Messaggi: 1747Iscritto il: 11 febbraio 2007, 4:36
Ciao Rosso.
Io l'ho finito in pochi giorni.
Molto bello, e credo sia il resoconto migliore in assoluto in lingua italiana che si possa trovare sull'argomento. Ho letto la bibliografia ed i documenti utilizzati per ricostruire il tutto e sono fonti corrette ed autorevoli, senza contare le numerose interviste raccolta dall'autore negli anni.
Privo di quel sensazionalismo e quelle esagerazioni che al lettore con almeno tre neuroni paiono stucchevoli oltre che evidentemente false, nelle conclusioni azzarda alcuni opinioni personali che, sebbene argomentate con i controcoglioni, non mi vedono sempre d'accordo al 100 per cento.
Non anticipo troppo per evitare spoiler, tuttavia il lavoro restituisce voce in capitolo a tutti (vittime e presunti carnefici) e a quanti parteciparono all'organizzazione dell'evento.
Molto interessante lo spaccato sulla scena di San Francisco in quel periodo ed il confronto e quindi le differenze con la scena britannica (ho capito ed imparato cose che non sapevo).
Per finire: chi si aspetta un libro sugli stones no. Lo prenda, resterà deluso.
È la storia di quell'evento e dei suoi protagonisti.
Gli stones sono solo un gruppo (il più grande in assoluto secondo l'autore stesso) travolto e allo stesso tempo complice di quegli eventi.

Ciao

[ Messaggio inviato da iPad ] Immagine


Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 1 di 1
5 messaggi
Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi