Autore Messaggio

Indice  ~  Concerti  ~  25 Marzo 2016 - Coliseo de la Ciudad Deportiva, Havana, Cuba

MessaggioInviato: 1 marzo 2016, 18:15
Avatar utenteMessaggi: 3904Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 1 marzo 2016, 18:24
Messaggi: 161Iscritto il: 18 marzo 2014, 16:17
ci sono possibilitá che il gig sia gratuito! vedremo


Profilo
MessaggioInviato: 1 marzo 2016, 18:27
Avatar utenteMessaggi: 1815Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
The Rolling Stones announce free concert in Cuba!

March 1, 2016 – The Rolling Stones will perform a groundbreaking concert in Havana, Cuba on Friday March 25, 2016. The free concert will take place at the Ciudad Deportiva de la Habana and will be the first open air concert in the country by a British Rock Band. Always exploring new horizons and true pioneers of rock, the Stones, who have toured every corner of the globe, will bring their high octane performance and incredible music catalogue to the Caribbean for the first time ever.

This once-in-a-lifetime concert event follows the band’s America Latina Ole tour, which is currently receiving rave reviews, playing to huge audiences in stadiums in Santiago, Buenos Aires, Montevideo, Rio De Janeiro, São Paulo and Porto Alegre with Lima, Bogotá and Mexico City following next week. The band are also leading a musician to musician initiative in which much needed musical instruments and equipment are being donated by major suppliers for the benefit of Cuban musicians of all genres. Donors include The Gibson Foundation, Vic Firth, RS Berkeley, Pearl, Zildjian, Gretsch, Latin Percussion, Roland and BOSS with additional assistance from the Latin GRAMMY Cultural Foundation.

The Rolling Stones said: “We have performed in many special places during our long career but this show in Havana is going to be a landmark event for us, and, we hope, for all our friends in Cuba too.”

This historical concert will no doubt have Mick Jagger, Keith Richards, Charlie Watts and Ronnie Wood mesmerizing a new audience of fans with a set packed full of classic Stones hits as well as special gems from their million selling albums.

The Rolling Stones concert, which has been in the planning stages for several months comes only days after President Barack Obama’s recently announced visit to Cuba.

This entire event is being made possible by the benefaction of Fundashon Bon Intenshon on behalf of the island of Curaçao. Fundashon Bon Intenshon initiates and supports international charitable projects in the fields of education, athletics, cultural literacy, healthcare and tourism as well as other attempts to mitigate the impact of general poverty.

It is being promoted by AEG’s Concerts West and Musica Punto Zero who extend their gratitude for the support provided by the Institute of Cuban Music in bringing this event to the people of Cuba.

The Rolling Stones “Concert for Amity” will be filmed and produced by award winning production company JA Digital with Paul Dugdale directing and Simon Fisher and Sam Bridger as producers. Julie Jakobek of JA Digital said: “It’s a great honour to be working with the Rolling Stones again on this hugely exciting and historic event”.

http://www.rollingstones.com/2016/03/01 ... t-in-cuba/


Rolling Stones to play March 25 show in Havana

Havana — The Rolling Stones say they will play a free concert in Havana on March 25, becoming the biggest act to play Cuba since its 1959 revolution.

The Stones will play in Havana’s Ciudad Deportiva three days after President Barack Obama visits Havana. The concert is expected to draw a massive audience in a country where the government once persecuted young people for listening to rock music, then seen as a tool of Western capitalism. Along with dropping that policy, the Cuban government has increasingly allowed large non-official gatherings.

The band says in a statement that “we have performed in many special places during our long career but this show in Havana is going to be a landmark event for us, and, we hope, for all our friends in Cuba, too.”

http://www.detroitnews.com/story/news/w ... /81146540/


Profilo WWW
MessaggioInviato: 1 marzo 2016, 18:29
Messaggi: 161Iscritto il: 18 marzo 2014, 16:17
Pardon: nel loro sito c'è scritto FREE CONCERT


Profilo
MessaggioInviato: 1 marzo 2016, 18:33
Avatar utenteMessaggi: 1815Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
E' già un altro piccolo grande pezzo di Storia per gli Stones.
Straordinario.
Pare che il verrà registrato e rilasciato ufficialmente.


Profilo WWW
MessaggioInviato: 1 marzo 2016, 18:41
Avatar utenteMessaggi: 1815Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
Immagine

Immagine

Immagine


Profilo WWW
MessaggioInviato: 1 marzo 2016, 22:22
Messaggi: 2550Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
Ancora una volta sono gli Stones a lasciare un segno nella storia. Altre band andranno a Cuba dopo di loro, sulla strada aperta da loro come altre mille strade da loro iniziate e inventate.

rosso57 <) :twisted:


Profilo
MessaggioInviato: 2 marzo 2016, 4:14
Avatar utenteMessaggi: 3790Località: leccoIscritto il: 18 luglio 2009, 23:29
Speriamo in uno streaming live !


Profilo
MessaggioInviato: 2 marzo 2016, 10:50
Avatar utenteMessaggi: 721Località: PistoiaIscritto il: 27 marzo 2014, 21:02
Fanno un concerto gratis all'interno? Spero si dotino di una squadra anti-sommossa esperta. Non so come funziona in questo caso: chi prima arriva meglio alloggia? La mia non è una critica, voglio solo capire

[ Messaggio inviato da iPhone ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 2 marzo 2016, 11:19
Messaggi: 166Iscritto il: 20 marzo 2014, 2:47
Spettacolo..The Rolling Stones..tutto il resto è noia.
Sempre più in forma,sempre più in palla,sempre più attivi,un tour che praticamente va avanti dal 2012,in mezzo l'album di Keith,la mostra itinerante,adesso l'evento storico di Cuba..poi il nuovo disco..e poi chissà quante altre belle cose ci saranno...!
W gli Stones ,patrimonio dell'umanità !

[ Messaggio inviato da iPad ] Immagine


Profilo
MessaggioInviato: 2 marzo 2016, 11:22
Avatar utenteMessaggi: 2417Iscritto il: 23 giugno 2006, 1:46
No, dovrebbe solo essere un punto di riferimento. Nella zona c'è un ampio spazio e un ippodromo, molto più consono ad un evento del genere. La ciudad tiene meno posti della o2 Arena, sarebbe un massacro
Sici


Profilo
MessaggioInviato: 2 marzo 2016, 11:23
Avatar utenteMessaggi: 2417Iscritto il: 23 giugno 2006, 1:46
A meno che il concereto sia libero ma ad invito....


Profilo
MessaggioInviato: 2 marzo 2016, 16:09
Avatar utenteSite AdminMessaggi: 3903Località: MilanoIscritto il: 6 gennaio 2006, 23:20
The free concert will take place at the Ciudad Deportiva de la Habana and will be the first open air concert in the country by a British Rock Band


Profilo WWW
MessaggioInviato: 2 marzo 2016, 16:15
Messaggi: 2550Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
Quando si dice la storia:

1969
BERLINO - Una voce, solo un’indiscrezione nata chissà dove, una notizia mai confermata. Ma basta a far tremare per un giorno il regime della Germania est. E costa a centinaia di ragazzi oppressi dalla dittatura di Ulbricht un pomeriggio di botte, persecuzioni, persino il carcere; qualcuno ci rimane per due lunghissimi anni e viene persino espulso dal Paese. Da allora è difficile dire che la musica non sposti montagne: un concerto dei Rolling Stones che nell’autunno nel 1969 agitò terribilmente la Ddr non si tenne mai. Ma diede una prima, possente picconata al Muro.

Nel giorno in cui i Rollins Stones annunciano il concerto a Cuba, Berlino ricorda un pezzo di Storia. Alla fine dell’estate del 1969, alla vigilia dei pomposi festeggiamenti per i 20 anni della Germania est, previsti per il 7 ottobre, gli uomini di Ulbricht si stanno preparando alle solite marce militari, ai trionfanti e bugiardi discorsi dei bonzi. Ma una voce si sparge alla velocità della luce tra i ragazzi di Berlino est. Lo stesso giorno dell’anniversario, i Rolling Stones dovrebbero suonare a ridosso del Muro, nella parte Ovest, ma sul tetto dell’edificio di Axel Springer – l’editore della Bild. Le canzoni della più famosa rockband del mondo si sentirebbero per chilometri di là del Muro, dove la musica pop occidentale è vietata, i dischi dei Rolling Stones e dei Beatles vengono contrabbandati di nascosto e dove essere capelloni e rockettari è già un segno di disobbedienza.

Purtroppo, mentre l’indiscrezione si propaga anche fuori dalla capitale, e tantissimi ragazzi preparano zaini e sacchi a pelo per andare a Berlino, la falsa notizia viene intercettata anche dai più paranoici servizi segreti del Patto di Varsavia, dalla Stasi. Un mese prima, un ragazzo di Dessau sta scrivendo su un marciapiede “Rolling Stones Fan correte a Ber…”, ma non riesce a finire la frase. Alcuni passanti lo spaventano, lui si allontana in fretta ma una spia ha già registrato la notizia e la gira ai servizi. Due settimane dopo, nel quartiere berlinese di Prenzlauer Berg spuntano i primi volantini: “i Rolling Stones arrivano a Berlino Ovest”. Sono solo voci, ma i servizi le prendono sul serio.

La Stasi, dunque, prepara il contrattacco. E impartisce ordini che fanno sorridere ma che allora suonavano come una condanna. “Giovani dall’aspetto decadente” recita l’ordine, devono essere fermati a tutti costi dall’andare a Berlino. I primi ragazzi con i capelli lunghi o con una giacca di pelle o un parka o che indossano semplicemente un paio di jeans vengono fermati dalla polizia. Ad alcuni viene dato “Berlin-Verbot”, il divieto di andare nella capitale, ad altri viene addirittura ritirato il passaporto, sostituito con il famigerato “PM12”, un documento che lo bolla come oppositore, che dà a qualsiasi poliziotto la facoltà di prelevarlo e interrogarlo senza motivo.

Il 7 ottobre, l’isterico apparato di sicurezza stringe ulteriormente le maglie: 238 giovani vengono prelevati direttamente alla stazione di Berlino e rispediti a casa, i controlli attorno all’area del presunto concerto sono serratissimi. Eppure, molti giovani riescono ad arrivare comunque a Leipziger Strasse, a qualche decina di metri dal grattacielo Springer. Alcuni vengono arrestati lì, ma a partire dalle due di pomeriggio, a ridosso del Muro cominciano ad accalcarsi centinaia di giovani. Sembrano inarrestabili, sono felici, hanno dribblato tutti i controlli. Sono pacifici, arrivati fin lì per sentire i Rolling Stones, ma l’ottusità e la violenza del regime li fanno pian piano inferocire. I Vopos, i poliziotti di confine, cominciano brutalmente a manganellarli, aizzano i cani contro di loro. La folla indietreggia ma non molla. I fan iniziano a urlare “Rolling Stones”, “Dubcek, Dubcek”, il nome del riformatore cecoslovacco, un simbolo della libertà. La polizia li carica sui camion, continua a picchiarli, saranno 430 a finire agli arresti, alcuni rimarranno in carcere anni. Ma la rivolta sotto il Muro, intanto, rovina la festa dei 20 anni di Ddr ai bonzi. Mentre il mondo non dimenticherà mai il concerto
immaginario dei Rolling Stones.

rosso57 <) <) :twisted:


Profilo
MessaggioInviato: 2 marzo 2016, 20:51
Avatar utenteMessaggi: 1815Iscritto il: 20 dicembre 2010, 22:27
Immagine

Tweeted by the Stones


Profilo WWW

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 1 di 5
69 messaggi
Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi