Autore Messaggio

Indice  ~  Concerti  ~  Rotterdam 18/21 Maggio 1990

MessaggioInviato: 14 aprile 2009, 20:59
Avatar utenteMessaggi: 3011Iscritto il: 12 gennaio 2006, 1:44
I concerti degli Stones cui ho avuto la fortuna di assistere…..
Periodicamente descrivero’ qualcuna di queste esperienze.
Il primo di cui mi viene voglia di parlare, ma in realta’ sono 2 , riguarda l'apertura
del Tour Europeo del 1990, Urban Jungle Tour, seguito dell’americano e giapponese Steel Wheels Tour. Verso fine Marzo primi di Aprile 1990, passo dalla ‘’Casa del Disco ‘’ di Varese, negozio
che in quel periodo era fra i piu’ importanti in Italia in relazione alle chicce che si potevano trovare , bootlegs inclusi. Mi cade l’occhio su un bootleg nuovo di pacca degli Stones’’Tokyo ‘90’’
relativo ad un concerto di solo 1 mese prima al Tokyo Dome. Lo ascolto e resto folgorato, oltre che dalla qualita’ audio perfetta, dalla bellezza del disco stesso. Avevo ancora nelle orecchie le ultime esibizioni live dei nostri dell’ultimo tour europeo risalente al 1982……per me, un abisso.
A parte la scaletta fantastica con tanti brani che non venivano eseguiti live da molti anni o addirittura mai proposti dal vivo, mi e’ piaciuto tantissimo come i Rolling Stones avevano suonato.
So che a molti fans , lo Steel Wheels/Urban Jungle non entusiasma xche lo trovano un tour troppo patinato dal punto di vista musicale e non tanto rock’n roll ma per me non e’ cosi’.
Qualche giorno dopo dai giornali apprendo che stava x avere inizio il Tour Europeo e che la prima sarebbe stata a Rotterdam con 2 concerti il 18 ed il 21 di maggio. Non stavo piu’ nella pelle e mi sono subito attivato a cercare i biglietti……all’epoca internet non esisteva ancora e tramite un agenzia di viaggio sono riuscito a trovarli, ma naturalmente con posti a caso….era gia’ tanto essere riuscito ad averli. Il 17 Maggio partiamo con mia moglie alla volta di Amsterdam ( fra l’altro passare un bel week end ad Amsterdam con concerti degli Stones annessi e’ una delle cose piu’ belle che possa capitare ad un fans dei nostri). Arrivati in Olanda faccio la bella scoperta che causa grande richiesta e’ stata aggiunta una data alle 2 gia’ fissate…il 19 di Maggio. Non c’e’ stato nulla da fare, non sono riuscito a trovare neanche un solo biglietto…..All Sold Out , come una canzone di Between the Buttons. Malgrado mi apprestassi a vedere 2 concerti nel giro di 3 giorni fu una bella delusione.Comunque arriva finalmente ‘’il giorno’’ 18 di Maggio. Ci rechiamo a Rotterdam al fejenoord stadium gia’ nelle prime ore del pomeriggio e una volta arrivati in zona stadio, sento gli Stones che suonano…si sentiva molto male e in lontananza…non erano all’interno dello stadio ma
in una specie di prato cintato poco lontano e non accessibile neppure alla vista.
Qualcuno ha registrato quelle prove perche’ le ho in un nastro ma anche li la qualita’ e’ pessima.
Passa un po’ di tempo e all’apertura dei cancelli entriamo all’interno dello stadio…..posti sulle gradinate numerati….ma in posizione sul pessimo andante. Abbiamo fatto un sacco di tentativi
x almeno 4 ore, quelle che ci separavano dall’inizio del concerto, di avvicinarci allo stage e anche di intrufolarci nel prato. Niente da fare venivamo continuamente rimbalzati o dalla polizia o degli spioni olandesi che avvisavano il servizio d’ordine. Alla fine abbiamo dovuto rassegnarci a stare ai nostri posti attendendo l’inizio del concerto. Per me gli attimi piu’ belli sono sempre stati quelli
subito antecedenti all’inizio del concerto, quando l’adrenalina e l’emozione confluiscono di colpo.
E quegli attimi sono stati molto ben ripagati…pronti via….botto esplosivo con fiammate spettacolari e attacco al fumicotone di Start Me Up. Si sentiva alla grande, suono pulito e devo dire
che mentre spesso alla prima di ogni tour la band non e’ ancora perfettamente in forma, non era il caso di quel 18 maggio 1990. La scaletta ha ricalcato quella del bootleg Tokyo ’90 concedendo perle quali 2000 Light Years From Home…..legata a Sympathy for The Devil, con parecchi pezzi dell’album Steel Wheels, quali Mixed Emotions, Terrifyng, Rock And A Hard Place, Sad Sad Sad.
Lo stadio era una vera bolgia , e’ stato uno dei concerti in cui ho visto piu’ entusiasmo da parte del pubblico, ma d’altronde l’Olanda e’ un paese stoniano per eccellenza. Ricordo che il pomeriggio del giorno dopo, visto che purtroppo non avevo trovato i biglietti x il concerto del 19, abbiamo fatto una gita in un paesino…Volendham……incredibile , qualsiasi locale , piuttosto che negozio trasmetteva musica dei Rolling Stones. Un particolare che ricordo, anche se questo pensiero mi viene sempre prima di ogni tour, e’ che mi chiedevo se gli Stones ed in particolare Mick sarebbero stati all’altezza della situazione visto che non li vedevo da 8 anni e nel ’82 mi parevano gia’ vecchi…….e come al solito hanno dissipato i miei dubbi. Concerto assolutamente galattico uno dei miei migliori in assoluto. Gli Stones quella sera hanno davvero preso il pubblico x mano trascinandolo all’estasi. Ricordo all’uscita dello stadio un entusiasmo pazzesco, la gente cantava e urlava di goia….non vi dicoil ritorno ad Amsterdam in pulmann….un delirio.
Ci siamo ripresentati al fejenoord stadium 3 giorni dopo x il terzo concerto in terra olandese il 21 maggio. Li ce l’abbiamo fatta ad intrufolarci sul prato e piano piano metro dopo metro abbiamo guadagnato la transenna. Spettacolo…..ma la prima sera e’ rimasta indimenticabile


Profilo WWW
MessaggioInviato: 14 aprile 2009, 22:55
Avatar utenteMessaggi: 4202Località: ladispoliromaitaliaeuropamondoIscritto il: 9 gennaio 2008, 22:17
cavolo,questo racconto ci voleva proprio sta sera,grande Isy <)


Profilo WWW
MessaggioInviato: 15 aprile 2009, 0:32
Avatar utenteMessaggi: 1976Località: RomaIscritto il: 8 giugno 2007, 0:58
grazie, Isy...è bello vivere emozioni anche attraverso le emozioni di altri..


Profilo
MessaggioInviato: 15 aprile 2009, 14:47
Messaggi: 2733Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
La particolarita' del racconto di Isy è il fatto che, pur essendo accaduto nella realtà, è intriso di quel fascino on the road proprio dei seguaci dei Rolling. Per loro si tenta di tutto pur di vederli sul palco come fosse un avvenimento storico piu' che musicale che è poi, quello che ti fa sentire dentro l'adrenalina fino a scoppiare. Isy è un veterano di queste cose e ci fa capire come, attraverso un fatto vero, si puo' raccontare una storia di vero amore per il rock'n roll. Gli Stones sono indefinibili, sono la storia che non finisce, quella da raccontare sempre, una strada piena di ostacoli.

ROSSO57


Profilo
MessaggioInviato: 15 aprile 2009, 17:01
Messaggi: 4057Località: SALERNOIscritto il: 5 maggio 2008, 23:29
...Bellissimo il tuo racconto,Isy...Rosso,come sempre mi hai tolto le parole di bocca...Mi leggi nel pensiero?!?Saluti!!!


Profilo
MessaggioInviato: 16 aprile 2009, 12:13
Avatar utenteMessaggi: 3950Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Grazie Isy, bel racconto
guarda quì
http://www.youtube.com/watch?v=0Vy2oFuj ... L&index=22

ciao !!!


Profilo
MessaggioInviato: 16 aprile 2009, 16:06
Avatar utenteMessaggi: 3011Iscritto il: 12 gennaio 2006, 1:44
Grazie Oscar bel ricordo...come ho scritto quel giorno ero in transenna.


Profilo WWW
MessaggioInviato: 16 aprile 2009, 16:15
Avatar utenteMessaggi: 4663Iscritto il: 8 luglio 2006, 17:02
wow, grazie Isy!!!
è bellissimo leggere queste cose e viverle attraverso le tue parole....
dai, racconta ancora!!!


Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 1 di 1
8 messaggi
Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi