Autore Messaggio

Indice  ~  Generale  ~  FORDYCE FOUR

MessaggioInviato: 15 ottobre 2014, 10:32
Avatar utenteMessaggi: 418Iscritto il: 17 gennaio 2006, 21:22
è un episodio citato anche all'inizio di Life, buona lettura.

Nel 1975 the Rolling Stones suonarono il 4 Luglio a Memphis di fronte a 50mila spettatori. La mattina seguente Richards, Wood, la guardia del corpo Jim Callaghan e Fred A. Sezzler affittarono una Chevrolet Impala gialla, contro il parere del loro manager Peter Rudge, per raggiungere la successiva tappa del tour, Dallas.

Intorno alle 3 del pomeriggio fecero sosta a Fordyce al 4-Dice Restaurant per un lunch tardivo. Alle 3:30 dopo aver consumato bistecche e pollo fritto e dopo aver firmato alcuni autografi, il gruppo si rimise in marcia. Passato il Fordyce Bypass si diressero verso Camden ma prima di lasciare la cittadina vennero fermati dalla polizia. I giornali locali riportarono diverse versioni dell’accaduto: alcuni riferirono che la polizia venne chiamata da una cameriera perché i 4 facevano troppo casino, disturbando gli altri avventori; altri sostennero che fu un motociclista a chiamare la polizia per guida pericolosa; altri ancora che l’auto fu fermata per espressa richiesta della Polizia di Stato … sta di fatto che sul sedile del passeggero venne trovata una custodia di un coltello da caccia.

Richards, alla guida, superò un test per guida in stato di ubriachezza ma il Giudice Thomas Wynne richiese la perquisizione dell’auto e dei bagagli avendo gli agenti trovato tracce di marijuana . Ovviamente i 4 negarono di averne fatto uso.

Intorno alle 7 di sera il loro avvocato, Bill Carter, raggiunse il quartetto in volo da Little Rock : Carter era di Rector, Arkansas e fece parte del Secret Service con funzioni di sicurezza per I presidenti Kennedy e Johnson. Una volta entrato a far parte dell’entourage degli Stones ne divenne anche un rappresentante legale. Se vogliamo fu in parte responsabile nell’aver convinto Richards a fare il tratto in auto piuttosto che in aereo con gli altri decantando le bellezze naturali del posto. Richards del resto amava molto guidare e godersi il panorama.

I 4 vennero trattenuti nei locali della New City Hall mentre l’auto venne ispezionata presso la Old City Hall: venne trvata una fiala di cocaina ed un cucchiaino sporco sempre di cocaina. Sezzler venne sanzionato per possesso di stupefacenti e multato per 5000 dollari.
L’ufficio di polizia ed il giudice Mays dissero che la cocaina ed il cucchiaino sporco così come un astuccio di pelle finemente lavorato per contenere hashish (trovato lungo la strada a fianco dell’auto una volta fermata) vennero in seguito utilizzati per un programma di rieducazione. La cocaina venne bruciata come da procedura mentre il cucchiaino venne tenuto in cassaforte. Non potendo provare che l’astuccio contenente hashish fosse nell’auto, il possesso dello stesso venne stralciato dagli atti.

Più il decorrere dell’accaduto si prolungava, più cresceva l’imbarazzo per la cittadina. I 2 Stones risultarono “puliti” e non fu possibile dimostrare che le sostanze trovate fossero di loro proprietà; inoltre si comportarono bene e furono estremamente pazienti. Sarebbe stato molto facile per la stampa locale presentarlo come un abuso e ciò non avrebbe certo portato buona pubblicità allo stato dell’Arkansas. Quindi il pubblico ministero lavorò alacremente con Carter per chiudere velocemente il caso.
Carter suggerì a Richards di non contestare l’infrazione stradale e di rifiutare gli addebiti per porto d’armi in quanto in Arkansas, se in viaggio (e bastano 14 miglia per essere considerato tale secondo una legge locale risalente al 19° secolo) è premesso portare con se un’arma. Richards quindi in seguito pagò la multa di 162,50 dollari per guida pericolosa.

Fu un momento di grande eccitazione per i teenagers locali: circa 60, su una popolazione di 5mila abitanti, si ritrovarono al di fuori della prigione con la speranza di scambiare due chiacchiere o più semplicemente ottenere un autografo o un souvenir. Un ragazzo chiese a Richards di scambiarsi il cappello: Richards infatti indossava un cappello da ferroviere in denim ma a tutt’oggi non sappiamo ancora se lo scambio avvenne.


La City Hall cominciò ad essere subissata di telefonate, dai giornali, dal Dipartimento di Stato, dal Consolato britannico. Le strade nei dintorni erano congestionate, le TV locali inviarono le loro troupe e pressarono la polizia affichè si arrivasse ad una conclusione della vicenda in tempo per il notiziario serale.

L’auto noleggiata era una Chevrolet Impala del 1975, versione a 4 porte. Il manager della band arrivò a Fordyce con un volo privato e venne noleggiato un altro charter per portare la band in tempo a Dallas per lo show.

Richards e Wood vennero comunque trattati bene, non vennero chiusi in cella e occasionalmente uscivano per firmare autografi o scambiare due chiacchiere con i locali.

Finalmente alle 11:40 della sera, Carter e Mays tennero una conferenza stampa per annunciare la versione ufficiale dell’accaduto: Richards, al volante, perse il controllo dell’auto smanettando sulla radio, finendo fuori strada. I poliziotti pensarono che Richards avesse fumato marijuana e che l’arma trovata non fosse legalmente dichiarata. Richards venne sottoposto ad un test di sobrietà, che superò. La cocaina venne dichiarata di appartenenza di Sezzler. Il coltello venne considerate legale. Richards pagò la multa per guida pericolosa ed il gruppo venne rilasciato.

Gli Stones vennero immortalati in tribunale mentre posavano per fotografie e vennero accompagnati in aeroporto per l’imbarco sul volo per Dallas.


Profilo
MessaggioInviato: 15 ottobre 2014, 11:27
Avatar utenteMessaggi: 4083Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Grazie!


Profilo WWW
MessaggioInviato: 18 ottobre 2014, 21:50
Avatar utenteMessaggi: 1435Località: bergamoIscritto il: 14 giugno 2006, 17:39
:cool:
[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=fvE2EjLqMEo[/youtube]


Profilo YIM
MessaggioInviato: 10 aprile 2019, 19:00
Avatar utenteMessaggi: 840Località: PistoiaIscritto il: 27 marzo 2014, 21:02


:lol: :lol: :lol:


Profilo
MessaggioInviato: 19 aprile 2019, 13:49
Messaggi: 205Iscritto il: 9 ottobre 2016, 23:30
se sei un poveraccio vieni sbattuto in cella e ti menano pure, ma se sei una Rockstar le cose cambiano... :roll: :cool:


Profilo
MessaggioInviato: 19 aprile 2019, 23:02
Avatar utenteMessaggi: 3940Località: leccoIscritto il: 18 luglio 2009, 23:29
slave49 ha scritto:
se sei un poveraccio vieni sbattuto in cella e ti menano pure, ma se sei una Rockstar le cose cambiano... :roll: :cool:

In quegli anni non era proprio così, la polizia faceva la gara a incastrarli.


Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 1 di 1
6 messaggi
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi