Autore Messaggio

Indice  ~  Generale  ~  Time waits for no one

MessaggioInviato: 30 gennaio 2011, 19:56
Avatar utenteMessaggi: 5Iscritto il: 30 gennaio 2011, 19:24
Cari amici,
vi segnalo il seguente link
http://en.wikipedia.org/wiki/Time_Waits ... %28song%29
dal quale si evince facilmente che Jagger si rifiutò di accreditare (dopo averlo fermamente promesso) il chitarrista Mick Taylor del suo fondamentale (of main significance) contributo alla composizione della canzone "Time waits for no one" (peraltro una bella canzone) nonché della ballata "Till the next goodbye", entrambe tratte dall'album "It's only rock 'roll".
Questo vero e proprio affronto (snub) provocò il risentimento di Taylor e costituì una delle tensioni finali (final strains) tra lo stesso Taylor e gli Stones e la causa principale (major reason) della sua brusca e inaspettata defezione dalla band.
Grazie a Wikipedia sappiamo quindi che il duo Jagger - Richards si attribuiva volentieri la paternità di pezzi che non erano propriamente farina del loro sacco.

Torniamo adesso per un attimo indietro nei tempi (e che tempi!).
Nel libro di Bill Wyman "Rolling with the Stones" leggiamo testualmente: "Martedì 12 marzo 1969, stavo armeggiando alle tastiere e suonavo un grande riff che avevo composto. E mentre Charlie, Brian e io continuavamo a suonare, Mick e Keith entrano e dicono: "Andate avanti così, sembra un pezzo fantastico. E non dimenticatelo."
Impossibile dimenticare quello che sarebbe diventato il nostro futuro 45 giri: Jumpin' Jack Flash."

Ritorniamo a Wikipedia e cerchiamo alla voce Brian Jones (in italiano) al link http://it.wikipedia.org/wiki/Brian_Jones.
Oltre all'elenco dettagliato di tutti gli strumenti suonati da Jones nelle canzoni degli Stones (e sono veramente tanti), leggiamo testualmente: "È noto che 14 canzoni degli Stones sono accreditate a Nanker Phelge, uno pseudonimo che indicava tutti i membri del gruppo (compreso Jones) come autori della canzone."
Inoltre, a riguardo di Ruby Tuesday: "La registrazione di Brian è una degli ingredienti chiave di questa canzone......una fonte comunque sostiene che la canzone sia stata scritta da Jones: Marianne Faithfull ha scritto nel suo libro che Jones compose la melodia di base della canzone."
Ancora: "Paint It Black era probabilmente una canzone molto diversa quando Jagger e Richards la composero. Mick Jagger compose la melodia e scrisse le parole, e Richards trovò gli accordi. Non diventò però l'incredibile hit che conosciamo finché Bill Wyman non suggerì di usare il pedale basso dell’organo per il ritmo "polkeggiante", e Brian Jones decise di usare il sitar per la melodia principale. È presumibile quindi che la canzone sia da accreditare a Nanker Phelge, ma fino a oggi essa è sempre stata riconosciuta come una composizione Jagger/Richards."
Sentiamo ancora Wyman:"Cominciai ad armeggiare con l'Hammond. Charlie afferrò subito il ritmo e Brian suonò la linea melodica sul sitar. Io suonavo il basso normale nel disco; poi, riascoltandolo, suggerii l'impiego dell'organo a pedali Hammond. Ero steso per terra sotto l'organo e suonavo un secondo riff basso sui pedali con i pugni....stranamente, chissà perché, quella composizione non fu mai accreditata a Nanker-Phelge."

Caro amici, a questo punto ne sappiamo abbastanza e se su "Life" Richards da la sua versione dei fatti, purtroppo per lui, sarebbe opportuno sentire l'altra campana, cioè Jones, e sappiamo che questo non è più possibile, quindi....Richards può dire quello che vuole ma secondo me sicuramente non la racconta giusta.
Può pure addossare tutte le colpe al povero Brian senza tema di smentita, ma non può allontanare il sospetto che la versione dei fatti da lui imposta non sia altro che la legge del più forte, il diritto di colui che è sopravvissuto e può permettersi di sparare a zero su chi non c'è più e non può più difendersi.
Ma se è veramente così, Richards fa male i conti, perchè quello che è capitato a Jones ieri, capiterà a lui domani, la vita è una ruota e nessuno può dirsi veramente al sicuro. Allora ride bene chi riderà per ultimo. Lo stesso discorso vale per Jagger.

Concludo citando le parole di Wyman, sicuramente più onesto dei tanto celebrati e osannati "Glimmer Twins", che tra l'altro non si sono nemmeno degnati di partecipare alle esequie:
"Forse era un musicista più dotato del resto di noi messi insieme",
"Il fatto di essere i Rolling Stones ha danneggiato in qualche modo tutti noi, ma Brian è stato l'unico a morire."


Profilo
MessaggioInviato: 31 gennaio 2011, 3:41
Avatar utenteMessaggi: 3941Località: leccoIscritto il: 18 luglio 2009, 23:29
<) Avendo fatto parte di vari gruppi (anche se solo a livello dilettantistico) non mi stupisco di queste cose , normali dinamiche all'interno di un gruppo. Stare in un gruppo sopratutto per parecchi anni non è semplice anche per questi motivi. Ognuno giustamente rivendica qualcosa...ma quello che conta alla fine è il gruppo, al di là degli egoismi personali. Le verità rimarranno nelle teste di ognuno di loro e ognuno avrà la propria non meno vera di quella altrui. Che bello vivere in una rock'n roll band !!!


Profilo
MessaggioInviato: 2 febbraio 2011, 22:30
Messaggi: 259Iscritto il: 8 giugno 2007, 18:09
non dimentichiamo che in Happy originariamente il basso era suonato da Wyman, e poi Richards decise di rifare la parte "con esiti terribili" secondo Wyman, Richardsracconta la realizzazione della canzone in modo diverso. a chi credere?


Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 1 di 1
3 messaggi
Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi