Autore Messaggio

Indice  ~  Generale  ~  Recensione "Black And Blue" 1976

MessaggioInviato: 4 maggio 2010, 16:38
Avatar utenteMessaggi: 4056Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Recensione inserita nella sezione discografia

-------------------------------

1976
BLACK AND BLUE


Immagine


1 Hot Stuff
2 Hand Of Fate
3 Cherry Oh Baby
4 Memory Motel
5 Hey Negrita
6 Melody
7 Fool To Cry
8 Crazy Mama


Etichetta: Rolling Stones Records / Virgin
Data di pubblicazione: 23 Aprile 1976
Registrato:
6 – 15 Dicembre 74: Musicland Studios, Munich, West Germany
22 Gennaio - 9 Febbraio 75: Rolling Stones Mobile Unit, Rotterdam, Netherlands
25 Marzo - 4 Aprile 75: Musicland Studios, Munich, West Germanyi

Formazione band:
Mick Jagger: Voce
Keith Richards: Chitarra
Charlie Watts: Batteria
Bill Wyman: Basso

Altri musicisti:
Ron Wood - Chitarre
Wayne Perkins - Chitarre
Harvey Mandel - Chitarre
Ian Stewart - Percussioni
Billy Preston - Organo, piano, tastiere, voci
Nicky Hopkins - Organo, tastiere
Ollie Brown – Percussioni





"This is the first MEANINGLESS Stones album, and thank God..."
Lester Bangs


Eccolo, alla fine arriva anche per gli Stones il primo disco assolutamente superfluo, e per questo indispensabile. Sebbene superficialmente questo appaia un disco trascurabile, rappresenta allo stesso tempo un lavoro esemplare del gruppo, per due motivi: uno è la coerenza di portare avanti l'idea originale, la volontà di riproporre la musica nera, non solo restando attaccati alle sue origini, ma seguendola nei suoi percorsi attuali, che nella metà degli anni settanta erano rappresentati dal funky, il quale stava già diventando discomusic, e dal reagge. In un momento di crisi il gruppo si affida più che mai alla black music, facendola però propria e piegandola alle proprie esigenze.
L'altro motivo è la genialità, o forse solo l'opportunismo, di trasformare le audizioni mirate alla ricerca di un nuovo chitarrista in un disco che addirittura sarebbe potuto diventare un enciclopedia dei chitarristi rock, dato che a quelle sessions parteciparono (o avrebbero dovuto partecipare) nomi come Jeff Beck, Eric Clapton, Peter Frampton e Rory Gallagher.

Si inaugura una nuova era per gli Stones: non solo non c'è più Jimmy Miller, e i Glimmer twins ormai hanno imparato a gestire la produzione, ma è andato via Mick Taylor, che tanto aveva contribuito alla riuscita dei capolavori del periodo d'oro.
Qui di capolavori non c'è traccia. Certo forse neanche in Exile c'erano, però se Exile ha una sua uniformità, un fil-rouge (forse solo apparente) nonostante la ricchezza di stili proposti, questo è un disco molto eterogeneo, che però a differenza di Goat's Head Soup e IORR, i quali sembravano chiudere un pò stancamente l'era magica che va da Beggar's Banquet a Exile, manifesta più voglia di provare qualcosa di nuovo, dovuta forse alla necessità di reagire in qualche modo ai cambiamenti interni ed esterni.

L'album esce nel mezzo del tour 1975-76, pochi giorni prima del debutto Europeo da Francoforte, qualche brano viene inserito nelle scalette di quei concerti, e alla fine dello stesso Ronnie Wood diventerà a tutti gli effetti un membro fisso nei Rolling Stones.

La foto di copertina e' stata scattata a Sanibel Island, Florida il 27 Gennaio 76, Ronnie fu chiamato all'ultimo minuto da Keith che gli disse "senò non sarai in copertina"

Curiosità: l'album fu pubblicizzato con un cartellone pubblicitario che riproduceva la modella Anita Russell, contusa e legata, con la frase: "I'm Black and Blue from the Rolling Stones — and I love it!" Il cartellone fu poi rimosso dopo le proteste di un gruppo di femministe.


Immagine


Hot Stuff - Un funky che preannuncia l'interesse per la disco music – verosimilmente di Mick Jagger – che sarebbe poi sfociato con grande successo in Miss You un paio d'anni piu tardi.

Hand Of Fate - Un rock stoniano al 100%, dove risalta soprattutto la splendida chitarra di Wayne Perkins, con un fraseggio e un lirismo che riescono nell'arduo compito di non fare rimpiangere Taylor.

Cherry Oh Baby - Nei primissimi anni 70 il reagge cominciava a conquistare il mondo musicale e molti grandi del rock, dagli Zeppelin a Clapton, se ne invaghirono. Anche gli stones cominciano ad approcciarlo, cimentandosi qui con una cover di Eric Donaldson.

Memory Motel - Un brano nato dall'assemblaggio di due canzoni (o meglio idee di canzoni) separate, una di Jagger e una di Richards, che infatti si dividono anche la parte vocale.

Hey Negrita - Un altro brano dance nel senso più puro del termine; qua siamo di nuovo in prossimità dei caraibi, Ron Wood si presenta alle session addirittura con un proprio riff, e se lo lascia pure rubare: forse anche per questo la scelta ricade su di lui.
Sulle note di copertina: "Inspiration by Ronnie Wood"

Melody - Un brano dall'atmosfera jazzata, dalla lunghezza estenuante, emblematico di come stesse diventando ingombrante la presenza di Billy Preston, che di fatti di lì a poco sarebbe stato licenziato.
(Inspiration by Billy Preston)

Fool To Cry - Ballata caratterizzata dal falsetto di Jagger, che da pieno sfogo qui al suo lato più sentimentale. La canzone e' dedicata a Jade la figlia di Mick e Bianca. Essendo uscita come singolo, forse un tentativo fallito di ripetere il successo di Angie, fallito solo dal punto di vista commerciale vista la qualità del brano.

Crazy Mama - Si chiude in pieno stile rollingstoniano, quando gli stones decidono di fare gli stones sono quasi una parodia di sé stessi. La voce è sguaiata il giusto, le chitarre la fanno di nuovo da padrone: comincia qui quell'arte dell'intreccio che andrà a caratterizzare i momenti migliori degli anni a venire.


Immagine


Immagine

Il promo pubblicitario con Anita Russell e il singolo Fool To Cry / Crazy Mama


Profilo WWW
MessaggioInviato: 4 maggio 2010, 16:42
Avatar utenteSite AdminMessaggi: 3909Località: MilanoIscritto il: 6 gennaio 2006, 23:20
grazie Zac! ottimo lavoro...
<)


Profilo WWW
MessaggioInviato: 4 maggio 2010, 16:43
Avatar utenteMessaggi: 3987Località: MilanoIscritto il: 23 marzo 2008, 12:49
...tempestivo !!!!
:D :D

e comunque bel lavoro!!!


Profilo
MessaggioInviato: 4 maggio 2010, 16:46
Avatar utenteMessaggi: 4056Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
Grazie, Jacopo; ho corretto al volo un paio di (miei) errori, se vuoi aggiornare il testo anche nell'apposita sezione mi fai una cortesia.

Olia, che ci devo fare, ho i miei tempi (lunghetti eh)...


Profilo WWW
MessaggioInviato: 4 maggio 2010, 17:13
Avatar utenteMessaggi: 5576Località: sud MilanoIscritto il: 27 settembre 2006, 18:07
Grazie Zac. Quando hai scritto che questo LP era superfluo e per questo indispensabile, mi hai rubato le parole di bocca. Non è un mio LP da urlo, ma lo ascolto volentieri. Sicuramente adoro Memory Motel (di cui adoro la versione quando la duettò con Dave Matthew nel tour del '98), Fool to Cry. Hey Negrita ti mette le ali ai piedi, Hot Stuff mi trasmette ansia (non so perchè), Cherry Oh Baby mi fa chiudere gli occhi e pensare ai campi di cotone.


Profilo
MessaggioInviato: 4 maggio 2010, 18:52
Messaggi: 4054Località: SALERNOIscritto il: 5 maggio 2008, 23:29
...Un disco "caraibico", dove si respira disco,salsa,reggae,swing...Ma a modo loro, ovvero sempre con quella "sporcizia" e quell'alone di peccato che e' il loro marchio di fabbrica...B'n'B e' l'audizione per il nuovo chitarrista ed e' allo stesso tempo il disco di chi e' pronto a offrire l'ultimo dollaro a una prostituta di colore, in un anonimo motel con in sottofondo una ammiccante melodia, sperando che la mano del fato sia clemente con lui e non gli faccia piangere lacrime amare...Lester Bangs lo definì il primo disco inutìle dei Rolling, e Grazie a Dio...Io lo definirei il Disco che almeno un centinaio di Band avrebbero voluto fare nell'anno di grazia 1976 con quasi 15 anni di onorata carriera alle spalle, senza ripetersi, all'alba del Punk, offrendo a Johnny Rotten e soci (che li mandavano affanculo) un bicchiere di margarita...Se col veleno, non ci e' dato sapere...Voi che ne dite!?!


Profilo
MessaggioInviato: 4 maggio 2010, 22:13
Avatar utenteMessaggi: 4198Località: ladispoliromaitaliaeuropamondoIscritto il: 9 gennaio 2008, 22:17
grande Zac,ottimo lavoro


Profilo WWW
MessaggioInviato: 5 maggio 2010, 13:52
Avatar utenteMessaggi: 3012Località: TORINOIscritto il: 26 luglio 2006, 0:15
thanks Zac <) la mia preferita in quest'album è Hot Stuff <) <)


Profilo
MessaggioInviato: 5 maggio 2010, 17:38
Avatar utenteMessaggi: 4663Iscritto il: 8 luglio 2006, 17:02
memory motel forever


Profilo
MessaggioInviato: 5 maggio 2010, 19:06
Messaggi: 482Località: MilanoIscritto il: 1 giugno 2006, 21:32
Memory Motel, Mick e Keith insieme, una canzone struggente e meravigliosamente
affascinante : , amore, nostalgia, rabbia e ancora amore..testo e musica in perfetta
armonia, grazie Zac e d' accordo con Carla, Memory Motel forever


Profilo
MessaggioInviato: 5 maggio 2010, 20:12
Messaggi: 2695Iscritto il: 29 giugno 2007, 9:18
B. e Blue è uno dei dischi dei Rolling, come altri, non capito subito dalla becera critica musicale e anche dai fans, purtroppo spesso disattenti alle sfumature e alle chicche nascoste tra i solchi salvo poi, accorgersi, dopo anni della bellezza in esso contenuta. Partiamo con Hot Stuff: un pezzo dall'inizio che ti prende subito con la chitarra smorzata e sincopata e poi l'agggiunta magistrale del pianoforte e il crescendo continuo per tutto il pezzo, lancinante, ossessivo, bellissimo. Hande of Fate, qui nessuni cita questo pezzo di rock assolutamente richardiano, con la stupenda voce di Jagger strascicata alla fine, roca e incredibilmente selvaggia: un capolavoro anche dal vivo nel 1976 con Ron Wood spietato alla chitarra solista. Melody: questo pezzo ti entra dentro quasi subito e lo vuoi riascoltare in continuazione: Jagger fottuto e scimmiesco è da manuale; Billy Preston affonda la lama e lascia il segno, io lo rimpaingo molto. Crazy Mama: rock allo stato puro colato dalle chitarre di Keith e Ron, dalla batteria superlativa di Charlie, lui il è il motore dei Rolling, dalla voce sguaiata da bordello di periferia di Jagger e dal basso rozzo e potente di Bill: capolavoro. Memory Motel: duetto superlativo tra Mick e Keith, struggente da giorno di pioggia e lei nella mente: molto Jeggeriano: Fool to Cry anche questo pezzo si allinea a Memory, meno bello degli altri ma sempre Stones. Conclusione, BEBLUE è un gran bel l'album, va ascoltato spesso per capirne la sua importanza in una fase di rinnovamento della band sempre pronta ad affrontare altri stili, mantenendo sempre le propie radici, a dimostrazione, se ancora ce ne fosse bisogno, che non basta essere una rock band ma bisogna rimettersi in discussione sempre e non rimanere fossilizzati sui propri allori e i Rolling, per fortuna, questo lo facevano anche negli 60 e lo hanno sempre fatto come è giusto che facciano dei grandi musicisti.


recensione di ROSSO57 non copiata e incollata da enciclopedie internet.


Profilo
MessaggioInviato: 5 maggio 2010, 20:31
Avatar utenteMessaggi: 4198Località: ladispoliromaitaliaeuropamondoIscritto il: 9 gennaio 2008, 22:17
straquoto Carla


Profilo WWW
MessaggioInviato: 20 maggio 2010, 12:11
Messaggi: 19Località: RavennaIscritto il: 19 maggio 2010, 14:52
"Black And Blue" e' stato il grande pomo della discordia degli Stones anni 70.
Un disco amatissimo e odiatissimo. Ma a quanto pare (per citare Roy Carr) dopo un mese tutti avevano cambiato idea,sostenitori e detrattori.
Personalmente ,se mi dovessero chiedere qual'e' il disco degli Stones da portare sulla ormai affollatissima isola deserta,non avrei dubbi..."Black and Blue".
Anche perche',diciamocelo,e' veramente perfetto da ascoltare su un isola. :D
La grandezza di questo disco non ha tanto a che fare con le canzoni,ma con il suono,con il "Groove".
Un classico estivo,funky e sensuale.
Indispensabile da Maggio a Settembre..o per una puntatina ai Caraibi nei mesi invernali.

P.S. A proposito di recensioni,nella mia edizione originale in vinile ,a suo tempo ho inserito l'articolo di "Ciao 2001" dove veniva commentato brano per brano il disco,e veniva riportata la stampa delle traccie con la separazione delle diverse piste.
Per chi e' interessato posso fare le fotocopie.


Profilo
MessaggioInviato: 20 maggio 2010, 12:19
Avatar utenteMessaggi: 4056Località: varazzeIscritto il: 18 settembre 2006, 13:04
@ Bonzo59
se ti va potresti fare una scansione dell'articolo e postarla qui


Profilo WWW
MessaggioInviato: 20 maggio 2010, 12:32
Messaggi: 19Località: RavennaIscritto il: 19 maggio 2010, 14:52
Ci provero' senz'altro....sapete,non mi sono ancora totalmente "digitalizzato"


Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 1 di 5
65 messaggi
Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Visitano il forum: hugo e 2 ospiti
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi