Autore Messaggio

Indice  ~  Generale  ~  Palco degli Stones

MessaggioInviato: 10 giugno 2008, 15:14
Avatar utenteMessaggi: 45Località: CUNEOIscritto il: 22 agosto 2006, 1:48
Qualcuno già lo conoscerà questo sito, per me è stata una simpatica
sorpresa. Lo studio di architettura che ha progettato il palco dei Rolling
dei vari tour, con foto degli abbozzi e tanto altro.
Secondo me vale la pena di dargli un'occhiata anche solo per curiosità.
Un saluto.
http://www.stufish.com//Studio.html#home


Profilo WWW
MessaggioInviato: 10 giugno 2008, 16:07
Avatar utenteMessaggi: 4207Località: ladispoliromaitaliaeuropamondoIscritto il: 9 gennaio 2008, 22:17
grazie stones..........ammazza ne fanno pochi :shock: :shock:


Profilo WWW
MessaggioInviato: 10 giugno 2008, 16:30
Avatar utenteMessaggi: 674Iscritto il: 22 marzo 2007, 16:52
ma sempre meglio ad hyde park nel 69 con 4 microfoni tenuti insieme con il nastro isolante :P <)


Profilo
MessaggioInviato: 10 giugno 2008, 16:59
Avatar utenteMessaggi: 4663Iscritto il: 8 luglio 2006, 17:02
cris_mr_d ha scritto:
ma sempre meglio ad hyde park nel 69 con 4 microfoni tenuti insieme con il nastro isolante :P <)


sono d'accordo con te...
è interessante vedere cosa c'è dietro ad un loro palco, quindi grazie stones per la segnalazione, però io amo la semplicità, l'essenziale... quindi i palchi mastodontici non mi fanno nè caldo nè freddo...


Profilo
MessaggioInviato: 10 giugno 2008, 18:06
Avatar utenteMessaggi: 1072Località: torinoIscritto il: 22 luglio 2006, 15:11
Bella segnalazione, grazie mille... :wink:


Profilo WWW
MessaggioInviato: 10 giugno 2008, 18:51
Messaggi: 464Iscritto il: 28 maggio 2008, 17:57
stones ha scritto:
Qualcuno già lo conoscerà questo sito, per me è stata una simpatica
sorpresa. Lo studio di architettura che ha progettato il palco dei Rolling
dei vari tour, con foto degli abbozzi e tanto altro.
Secondo me vale la pena di dargli un'occhiata anche solo per curiosità.
Un saluto.
http://www.stufish.com//Studio.html#home
Grazie stones... :wink: sinceramente non conoscevo questo sito,non lo avevo mai visto.poi anche a me piace sapere cosa c'e' dietro alla progettazione di un tour,e di tutte le sue componenti.un po'viene anche spiegato nei 4dvd"the biggest bang" <) <) <) <) <) <) <) fra'


Profilo
MessaggioInviato: 10 giugno 2008, 18:54
Messaggi: 464Iscritto il: 28 maggio 2008, 17:57
cris_mr_d ha scritto:
ma sempre meglio ad hyde park nel 69 con 4 microfoni tenuti insieme con il nastro isolante :P <)
Anche se e' molto povero di mezzi rispetto a ora(era anche il69')hyde park deve essere stato un gran bel concerto !!!!! <)


Profilo
MessaggioInviato: 10 giugno 2008, 19:12
Avatar utenteMessaggi: 674Iscritto il: 22 marzo 2007, 16:52
e pensare che mark fisher facevo lo stagista del richard meyer ed era considerato uno scarsone.... :evil: ...forse per quello non si è piu dedicato alla vera architettura..... <) :twisted:


Profilo
MessaggioInviato: 26 giugno 2013, 21:31
Avatar utenteMessaggi: 3957Iscritto il: 15 giugno 2006, 18:11
Addio a Mark Fisher, 'l'architetto della musica'

Immagine

Lui rimaneva dietro le quinte, invisibile al pubblico, mentre le sue spettacolari architetture lasciavano a bocca aperta il pubblico dei concerti pop e rock: l'inglese Mark Fisher, che si è spento oggi a 66 anni dopo lunga malattia, ha disegnato i maggiori e più faraonici palchi mai calcati dai Pink Floyd (per i tour di "The wall", ancora con Roger Waters, e "The division bell") e dai Rolling Stones <) <) <) (per i tour di "Steel wheels", "Voodoo lounge", "Bridges to Babylon" e "A bigger bang"), dagli U2 ("Zoo TV", "Pop Mart", "Elevation", "Vertigo", fino all'incredibile "artiglio" metallico che sovrastava il palco del "360° tour ") come da Madonna (l'MDNA tour del 2012) e Lady Gaga (il "Born this way ball tour"). Il visionario designer aveva anche collaborato con Peter Gabriel alla realizzazione del Millennium Dome Show a Londra e orchestrato le cerimonie di apertura e chiusura delle Olimpiadi Invernali Torino 2006 e dei Giochi Olimpici di Pechino 2008, oltre a realizzare gli allestimenti scenici di musical come "We will rock you" e "Viva Elvis" e per spettacoli del Cirque du Soleil.

La notizia della sua morte ha gettato nella costernazione il mondo musicale, e sono già numerosi gli artisti che hanno voluto commentarla lasciando un messaggio di cordoglio e di saluto su agenzie, siti e social network. Pubblicando una foto del palco del suo ultimo show a forma di gigantesca testa umana, Robbie Williams lo ha ricordato come "il più grande architetto della musica"; stesse parole usate da Laura Pausini, per cui Fisher aveva concepito lo stage dell'Inedito World Tour 2011-2012. I Rolling Stones, tra i suoi collaboratori più assidui, hanno emesso un comunicato con il quale si sono detti "profondamente addolorati nell'apprendere la notizia della morte del nostro caro amico Mark Fisher. Gli eccezionali set che ha disegnato per noi negli ultimi vent'anni hanno avuto un ruolo molto importante nel successo di quei tour. La sua passione, la sua dedizione e la sua professionalità erano contagiose. Noi tutti amavamo il suo asciutto senso dell'umorismo e la compostezza del suo comportamento...un genio dai modi educati. Mark mancherà moltissimo, non solo a noi ma ad ogni singolo membro della nostra, e di ogni crew con cui ha lavorato. Le nostre sincere condoglianze vanno a sua moglie e alla sua famiglia".

© Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.


Profilo
MessaggioInviato: 27 giugno 2013, 9:03
Avatar utenteMessaggi: 2427Iscritto il: 23 giugno 2006, 1:46
Un vero artista, un mio amico l'ha conosciuto di persona e dice che viaggiava sopra a tutti gli altri, ci arrivava prima. Veramente un talento.Pensiamo solo ai palchi degli Stones, l'ultimo ABB con il pubblico ad interagire con lo spettacolo.RIP


Profilo
MessaggioInviato: 27 giugno 2013, 18:19
Avatar utenteMessaggi: 553Iscritto il: 8 maggio 2009, 12:30
Dispiace per la scomparsa di questo architetto che non conoscevo. Pero' devo dire che mi sono sempre piaciuti poco i mega palchi e le scenografie troppo elaborate ai concerti. Ho sempre ritenuto che ad un concerto conta chi sta sopra il palco e naturalmente la sua musica.


Profilo
MessaggioInviato: 27 giugno 2013, 23:52
Avatar utenteMessaggi: 3944Località: leccoIscritto il: 18 luglio 2009, 23:29
hyde park no dai ! Avevano addirittura le chitarre scordate e chi era un po lontano non sentiva una mazza !
Meglio i teatri che si facevano negli anni 60 quello si ! Ma non hyde park !
Ho conosciuto qualcuno che è stato ai vari hyde park, woodstock ecc e mi hanno raccontato....lasciamo perdere.


Profilo
MessaggioInviato: 28 giugno 2013, 17:23
Avatar utenteMessaggi: 553Iscritto il: 8 maggio 2009, 12:30
Gia' che ci siamo aggiungo che non mi piacciono neppure i mega schermi che oggi vanno tanto di moda. Una volta vedevi i tuoi idoli da una certa distanza e sotto le luci ti parevano sempre giovani splendidi e senza tempo. Oggi invece questi schermi mostrano i protagonisti con queste immagini ravvicinate rendendo impietosamente visibili tutti i segni del tempo.
Fossi io li abolirei


Profilo
MessaggioInviato: 30 giugno 2013, 8:43
Avatar utenteMessaggi: 553Iscritto il: 8 maggio 2009, 12:30
Volevo anche rimarcare sta cosa delle chitarre scordate di Y.P. che ogni tanto leggo sui vari post.
Voglio dire: mica sara' la solita bufala o leggenda metropolitana? No; perche' mi pare quantomeno assurdo che due big come Keith e Mick T. salgano su un palco con le chitarre scordate. Una leggerezza che sarebbe il colmo persino per un pivello dello strumento.
A meno che non l'abbiano fatto di proposito. Ma perche' avrebbero dovuto?
Certo la qualita' del suono non e' delle migliori ma probabilmente dipendera' da ragioni tecniche e ambientali. E' piu plausibile che l'esibizione sia stata registrata con strumenti e tecniche non all'altezza


Profilo
MessaggioInviato: 30 giugno 2013, 18:39
Avatar utenteMessaggi: 3944Località: leccoIscritto il: 18 luglio 2009, 23:29
...io ricordo che lo disse lo stesso Keith in un'intervista, le chitarre continuavano a scordarsi forse per colpa della tanta umidità che c'era.
Ma quello è solo un dettaglio, io capisco chi ha nostalgia per quegli Stones che suonavano nei teatri, dove la tecnologia è meno importante, ma nei grandi spazi sopratutto all'aperto no!
Ci si lamenta dell'acustica di san siro oggi con le apparecchiature che ci sono, figuriamoci se lo facessero con l'attrezzatura di 45 anni fa.


Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 1 di 2
16 messaggi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
cron