Autore Messaggio

Indice  ~  Generale  ~  Brian Jones

MessaggioInviato: 27 agosto 2006, 6:54
Avatar utenteMessaggi: 212Località: ROMAIscritto il: 20 giugno 2006, 1:56
E grande Dunhill che mi trova in piena sintonia...


Profilo
MessaggioInviato: 27 agosto 2006, 12:07
Messaggi: 72Iscritto il: 30 gennaio 2006, 0:51
finalmente qualcuno che nn si piega alla morale cristiana del "è morto quindi era il più grande di tutti"...


Profilo
MessaggioInviato: 27 agosto 2006, 18:31
Messaggi: 455Località: Pomezia (RM)Iscritto il: 14 marzo 2006, 17:44
Quello che io penso è che rispetto il ruolo di fondatore dei Rolling Stones
di Brian Jones e il suo grande valore di strumentista ma credo che nell'ultimo suo periodo sia stato un corpo estraneo nel gruppo ,fuori di testa per la droga e il suo abuso con la sua fragilità del carattere incapace di gestire il successo,lontanissimo dalla direzione musicale che poi ha portato Beggars Banquet(il suo apporto è stato quasi nullo),poi Let it Bleed ,Get Yer Ya Ya's Out,Sticky Fingers,Exile on Main St. e che il suo allontanamento e l'arrivo di Mick Taylor coincida con i migliori dischi di sempre .I Rolling Stones erano nati come un gruppo in cui le due chitarre si fondevano per sembrare una sola e il progressivo distacco di Brian Jones dalla chitarra per suonare praticamente di tutto,la mancanza dei concerti dal vivo dai primi mesi del '67 in poi, aveva portato i Rolling Stones lontano dalla loro "strada", ritrovata poi con i dischi sopracitati e le esibizioni dal vivo negli anni dal '69 al '73.
Ritengo Brian Jones un importante personaggio degli anni'60 sia nella musica che nel costume con la sua storia e la sua vita bruciata in fretta ,
ma questo non lo fa diventare fondamentale nella storia dei Rolling Stones .
Di fondamentale ci sono solo Mick Jagger e Keith Richards .


Intervista nel 1988 a Keith Richards su Brian Jones :

"Sono pochissimi i dischi dei Rolling Stones in cui Brian Jones
ha suonato la chitarra . Era uno Strumento del quale non gli fregava niente...
Era bravo a lavorare sui dettagli delle canzoni,molto bravo.
Era incredibile come potesse prendere qualsiasi strumento
trovasse nello studio e usarlo in maniera funzionale al pezzo
che si stava incidendo.
Detto questo,devo aggiungere che non era quell'individuo così
...spirituale che è stato dipinto a posteriori.
Era un opportunista e figa e denaro erano le sole cose che desiderava.
So che può sembrare brutale,ma la verità sovente lo è :
non era per niente una persona piacevole con cui stare.
A nessuno di noi piaceva.Più si aveva successo,più diventava odioso.
Quando morì fu dura spargere qualche lacrima.
Il sentimento generale era più "Wow,se n'è andato,grazie a Dio".
Se è vero che nessuno può meritare di andarsene così giovane,
non è meno vero che se qualcuno se l'è cercata fu proprio lui."


Profilo
MessaggioInviato: 27 agosto 2006, 19:56
Avatar utenteMessaggi: 4663Iscritto il: 8 luglio 2006, 17:02
Degli apporti musicali di Brian Jones alla musica degli stones non mi importa granchè. (Voi uomini parlate solo di cose tecniche)
Di quello che dice keith richards su di lui ancora meno.
Brian Jones è il Manfred di Byron: bello e dannato, pigro e perverso, cattivo e maledetto, con una malinconia misteriosa negli occhi.
Un personaggio, una figura letteraria. Questo mi interessa.


Profilo
MessaggioInviato: 27 agosto 2006, 20:04
Avatar utenteMessaggi: 4663Iscritto il: 8 luglio 2006, 17:02
keef ha scritto:E grande Dunhill che mi trova in piena sintonia

sei un po' contraddittorio, keef.
prima la butti sulla "panza"
poi scrivi "massimo rispetto"
poi appena dunhill, in modo un po' più articolato, dice la sua,
tu scrivi "grande dunhill"..........
[/quote]


Profilo
MessaggioInviato: 27 agosto 2006, 20:11
Avatar utenteMessaggi: 189Località: BolognaIscritto il: 21 luglio 2006, 15:26
va bene carla, un conto è parlare di bryan jones dentro ai rolling stones , il peso che ha avuto il lavoro che ha svolto il ruolo e il suo modo di suonare e le sue conoscenze strumentali e musicali....un conto è parlare di lui cpme personaggio al di fuori del gruppo ...
gli stones che piacciono a me partono da beggars banquet in poi....
quindi non sono cosi legato a bryan ..
sicuramente sarà stato come dici tu , un personaggio che preso singolarmente puo suscitare interesse e curiosita,una figura letteraria...
però quello che interessa piu alle persone della chat è il bryan all'interno del gruppo secondo me


Profilo
MessaggioInviato: 27 agosto 2006, 20:21
Avatar utenteMessaggi: 189Località: BolognaIscritto il: 21 luglio 2006, 15:26
p.s. sono giorni che provo ad inseire un'ìmmagine sotto al nickname rispettando dimensioni e peso del file...
perchè non viene accettata?


Profilo
MessaggioInviato: 27 agosto 2006, 20:50
Avatar utenteMessaggi: 1222Località: GenovaIscritto il: 12 gennaio 2006, 20:43
ieri ha scritto:
sicuramente sarà stato come dici tu , un personaggio che preso singolarmente puo suscitare interesse e curiosita,una figura letteraria...

Ma per quale motivo? Cosa ha mai fatto BJ di così Byronesco? Guardate che la lettura di Adonais di Shelley ad Hyde Park fu un'idea di Mick, non l'esecuzione di qualche curiosa volontà testamentaria di BJ, chiaro?
Sono proprio curioso di capire cosa ci trovate di affascinante in BJ a aprte il taglio dei capelli e l'abbigliamento.

ieri ha scritto:
però quello che interessa piu alle persone della chat è il bryan all'interno del gruppo secondo me

Non è necessariamente così, ma se non si spiegano quali sfacettature di BJ lo rendono secondo molti un personaggio mitico allora si cade nel caso da te appena enunciato.


Profilo WWW
MessaggioInviato: 27 agosto 2006, 21:03
Avatar utenteMessaggi: 3004Iscritto il: 12 gennaio 2006, 1:44
io la penso diversamente da dunhill : Brian Jones ha fondato i Rolling stones che senza di lui non sarebbero esistiti. Dall'idea del gruppo, ai primi tempi in cui lui procurava date e contratti, alla scelta del nome della band.
Senza contare i fantastici arrangiamenti di cui era capace. credo che senza di lui molte canzoni degli albums fino a Their satanic, avrebbero avuto un impatto inferiore malgrado la bellezza delle composizioni.da uello che si legge aveva un gran carattere di m... ma che importa. Parlate del modo di vestire o del taglio di capelle e dite ma che importa : anche quello faceva, Jones era il primo dandy del rock ed era l'icona di quel fantastico periodo che si chiamava swingin London. In Germania negli anni 60 quando gli Stones suonavano live, venivano presentati come Brian Jones and The rolling Stones : un motivo ci sara' stato !! Detto questo adoro Mick e Keith


Profilo WWW
MessaggioInviato: 27 agosto 2006, 21:23
Avatar utenteMessaggi: 212Località: ROMAIscritto il: 20 giugno 2006, 1:56
Certo che sono contraddittorio Carla altrimenti nn sarei un fan degli stones...e cmq Brian, Bill, Mick Taylor sono molto meno stones di tutti gli altri stones questo volevo dire e che se ne siano andati, chi per un motivo chi per un altro, onestamente nn me ne frega niente.
Cio' nn toglie che sono stati stones e li rispetto...tutto qui.


Profilo
MessaggioInviato: 28 agosto 2006, 9:29
Messaggi: 1924Iscritto il: 13 luglio 2006, 11:59
Che faticaccia ragazzi...perchè ogni topic deve finire con un "A me di Brian Jones (o di qsiasi argomento si tratti) non frega nulla, non era un vero stone e quindi meglio pensare a Jagger-Richards"...ma su ragazzi un po' di voglia di confrontarsi, un po' di curiosità su questi personaggi che hanno fatto e-o partecipato alla storia del ns gruppo...a parte il fatto che a me gli Stones piacevano PRIMA, DURANTE E DOPO la presenza di Jones, perchè se è verissimo che il sound è cambiato è anche vero che è straordinario seguire le loro trasformazioni e cmq ascoltare anche un tipo di musica che in quegli anni spopolava e per di piu arrangiata dai nostri idoli...che sogno!
E poi posso dire una cosa..se siamo sul sito dei Rolling Stones per conto mio non è il caso di ribadire ogni istante che ne siamo fan modello, perchè la sola ns presenza qui ne è evidente, e magari potremmo ragionare anche un po' di piu' sulle interazioni dei ns mitici (4 per voi no?) perchè se oggi son quello che sono lo devono anche ai vari Jones, Taylor, Wyman, Decca, donne, Mercato, droga, figli, matrimoni, viaggi etc....vi pare???? :wink:


Profilo
MessaggioInviato: 28 agosto 2006, 10:36
Avatar utenteMessaggi: 189Località: BolognaIscritto il: 21 luglio 2006, 15:26
vorrei specificare che mi sono sempre concentrato di piu nel periodo sucessivo la morte di bryan, poiche musicalmente li preferisco da BB a oggi. prima hanno fatto canzoni stupende(infatti la canzone che mi ha fatto innamorare dei rolling è stata Paint it Black) ed è interessante l'evoluzione che hanno avuto negli anni 60.

cmq volevo fare una domanda:come ve lo sareste immaginato bryan se avesse fatto ancora parte del gruppo negli anni avvenire? ad esempio nei concerti degli anni settanta,prima metà e seconda metà, tour del 81/82 fino ad oggi?


Profilo
MessaggioInviato: 28 agosto 2006, 11:16
Avatar utenteMessaggi: 4663Iscritto il: 8 luglio 2006, 17:02
Cita:
Cosa ha mai fatto BJ di così Byronesco? Guardate che la lettura di Adonais di Shelley ad Hyde Park fu un'idea di Mick, non l'esecuzione di qualche curiosa volontà testamentaria di BJ, chiaro?


scusa ma dov'è il nesso? che c'entra ciò che ha letto Mick con il fatto che l'intera vita di Brian Jones è da eroe byroniano.....anche il suicidio finale è da perfetto eroe romantico.

Cita:
... ma se non si spiegano quali sfacettature di BJ lo rendono secondo molti un personaggio mitico ...


io ti ho dato una spiegazione sentimental-letteraria, e anche isy è stato chiarissimo...


Profilo
MessaggioInviato: 1 settembre 2006, 0:45
Avatar utenteMessaggi: 3012Località: TORINOIscritto il: 26 luglio 2006, 0:15
Brian E'STATO un grande, ma anche un notevole rompic.... che arrivava in ritardo in studio, se e quando si degnava, ecc. e poi era "arrabbiato" con Keith per via della sua donna. Era diventato ormai un corpo estraneo al gruppo, ed è stato più o meno scaricato, forse perchè era ormai diventato un peso per gli altri, oltre che inaffidabile. Ma si è davvero suicidato o ha pagato magari uno sgarro o chissà cos'altro, dato che aveva problemi con degli spacciatori? La penso anch'io come Dunhill, comunque. bye


Profilo
MessaggioInviato: 1 settembre 2006, 3:51
Avatar utenteMessaggi: 222Iscritto il: 1 agosto 2006, 5:46

Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 2 di 19
278 messaggi
Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 19  Prossimo
Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi