Autore Messaggio

Indice  ~  Generale  ~  Considerazioni

MessaggioInviato: 13 luglio 2006, 16:44
Messaggi: 8Iscritto il: 7 luglio 2006, 19:54
Ciao a tutti.
Volutamente ho fatto trascorrere un po' di tempo prima di esprimermi su quanto ho assistito martedì sera.
Come si vede dalla mia firma ormai ho una veneranda età e gli Stones (odio chi li chiama Rolling) li ho visti dal 1970 in poi 9 volte.
Sinceramente non saprei dire quale dei concerti da me visti sia stato il migliore, perkè ogni volta mi sembra più bello del precedente.
Comunque sia questo è il mio giudizio su martedì:
inizio stentato, soprattutto per il basso volume (Mick quasi non si sentiva) ed anche per un Ronnie un po' incerto (io ero nel prato 1). Da Tumblin' Dice in poi il concerto è esploso in un crescendo veramente incredibile.
La set-list decisamente superiore a quella messa in scena 3 anni fa, anche se mancavano Gimmie Shelter, Paint It Black, etc., etc. Incredibile Con le mie lacrime: mai sentita dal vivo neppure in inglese e Midnight Ramble che in concerto è un pezzo superlativo. Non mi è piaciuto Keith in Before They Make Me Run che ogni tanto dimenticava di cantare, ma si è ripreso subito con Sleepin' Away: comunque possiamo scusarlo dato che 2 mesi fa ha avuto un emorragia cerebrale ed è già incredibile che sia ancora con noi.
Mick, come al solito, è disumano: avete visto che corsa ha fatto in Satisfaction, dopo 2 ore di concerto! Charlie sempre preciso ed attento: non sbaglia mai un colpo: vi ricordo che l'anno scorso è stato sottoposto a chemioterapia. Ronnie dopo l'inizio di cui sopra direi che s'è ripreso bene ed
è stato fantastico nell'assolo in YCAGWYW: 15gg. fa era ricoverato in clinica per disintossicarsi dall'alcool! Poi che dire dei vari comprimari: Darryl, Lisa, Bobby, Chuck, Bernard, Blondie......: semplicemente perfetti.
In buona sostanza: è stato un grande evento (al solito) e speriamo di rivederli al + presto perkè come loro (e questa non è retorica) non c'è nessuno.
Se può esservi di sprone, alla fine del concerto, mia figlia che mi accompagnava e che non ha ancora 16 anni, mi ha chiesto quand'è che andiamo a vedere un altro concerto degli Stones :shock: :shock: :shock:
meditate gente, meditate.

It'only rock 'n' roll, but I like it!


Profilo
MessaggioInviato: 14 luglio 2006, 10:06
Messaggi: 455Iscritto il: 12 giugno 2006, 9:45
:D

Queste sono le parole che mi aspettavo, non le facili critiche di chi pretende la perfezione laddove non ce ne mai stato bisogno. Gli Stones odiano la perfezione, altrimenti non sarebbero gli Stones e noi li amiamo proprio per quello.
Via loro, Milano è ripiombata nella solita noia e calma piatta in attesa del passaggio della nullita' di turno (vedi Robin W). Sono stati otto giorni di felicita' e euforia che Milano non viveva da tempo perche' gli Stones sono grandi, magici, carismatici come nessun altro. Con tutti i problemi che hanno avuto di salute, si sono rimessi al lavoro per regalarci un concerto incredibile di altissimo livello scenico e musicale impareggiabile. La gente era completamente catalizzata dalla forza tremenda del loro carisma e dalla loro enorme bravura. Nessuno dopo 43 anni di carriera riempie ancora gli stadi di tutto il mondo. Nessuno. Gli Stones sono la storia del rock e l'11 luglio lo hanno dimostrato ancora una volta di piu' mandando a cuccia tutti quelli che li hanno criticati e derisi per la loro eta'. Le giovani band di oggi devono cosi' correre per essere un centesimo di quello che sono gli Stones. Sul palco con loro non c'è solo l'energia e ia potenza, c'è una storia lunga 43 anni di grandezza assoluta, anche di errori certo, ma incredibilmente affascinante e piena di vita vissuta fino all'ultimo. Questi sono gli Stones che vogliamo e che amiamo. Non li vogliamo perfetti. li vogliamo pazzi ed esagerati come solo loro sanno essere. La speranza che tornino è molto bassa, purtroppo ma con loro non si sa mai, culliamoci intanto in questo ricordo bellissimo del loro concerto e della loro presenza a Milano che ci ha fatto impazzire e tornare ragazzini (io a 49 anni ho stazionato all'Alcrataz e al Savoia emozionato come un ragazzo di 18 anni) come nessun'altro è in grado di fare e questo inverno quando calerà il gelo su Milano ci sara' la loro musica e il ricordo del loro concerto (spero di avere il dvd bootleg del concerto) a riscaldarci il cuore.

GRANDI IMMORTALI STONES, SOLO VOI PER SEMPRE.


Profilo
MessaggioInviato: 14 luglio 2006, 12:26
Avatar utenteMessaggi: 548Località: RomaIscritto il: 12 gennaio 2006, 18:50
Non posso che essere d’accordo. LI VOGLIAMO COSI’ come sono sempre stati, come ce li ricordiamo noi anche negli anni ‘60 e ’70 esagerati. Precisi e ordinati? NO, al contrario! L’antitesi delle rock star attuali. Keith, Ronnie, Charlie e anche Mick che, se nel corso degli anni ha acquistato sempre più professionalità, al tempo stesso è diventato sempre più “umano” rispetto a come me lo ricordavo molti anni fa. E le malattie e i problemi di salute che li colpiscono: interventi al cervello per Keith, chemioterapia per Charlie, ricoveri urgenti per disintossicarsi dall’alcool per Ronnie ce li fanno amare, perché sono una parte ENORME della nostra vita e perché abbiamo paura di perderli. Parlo da cinquantenne quale sono e quindi mi accomuno per amicizia a nick52 e msala i quali conoscono perfettamente le sensazioni che sto provando, perché sono anche le loro. Se mi ritrovo ancora una volta nella mia vita a saltare insieme a mia moglie, cinquantenne anche lei, alle note di Satisfaction in mezzo alla folla, se mi ritrovo ad urlare con quanto ho più fiato in gola, non posso che ringraziare loro e il padreterno per avermi fatto nascere nel bel mezzo degli anni ’50 e darmi l’opportunità di vivere tutto questo. Se smetto per un attimo di ascoltare e di suonare la loro musica ed ascolto altro, mi sento smarrito, segno dell’enorme distanza che dentro di me esiste tra loro e tutto il resto.
GRAZIE, con tutto il cuore.
Per me, non voglio altro
PER SEMPRE ROLLING STONES.


Ultima modifica di stagewood il 14 luglio 2006, 12:30, modificato 1 volta in totale.

Profilo WWW
MessaggioInviato: 14 luglio 2006, 12:29
Avatar utenteMessaggi: 424Località: Venezia centro storicoIscritto il: 15 giugno 2006, 15:37
da questo punto di vista (ma non e' l'unico) rimpiango di non essere più grandicello e di non aver potuto vivere gli anni 60 e 70 (ed in parte 80) insieme agli stones.
Comunque concordo con voi su una cosa: PER SEMPRE STONES (e speriamo che ci regalino un altro tour anche se è difficile)


Profilo
MessaggioInviato: 14 luglio 2006, 12:33
Avatar utenteMessaggi: 548Località: RomaIscritto il: 12 gennaio 2006, 18:50
Per l'emozione di quello che stavo scrivendo ho postato ben DUE VOLTE lo stesso intervento!!!
Ciao a tutti.
Ugo


Profilo WWW
MessaggioInviato: 14 luglio 2006, 12:42
Avatar utenteMessaggi: 1222Località: GenovaIscritto il: 12 gennaio 2006, 20:43
Scusate, non penso ci sia una vena polemica in quanto scritto da mSala, dal quale aspetto ancora una cassetta di champagne per Midnight Rambler :wink: , ma mi sa che la mia recensione di martedì sia stata fraintesa.
Amando gli Stones alla follia, al punto di essere spesso e volentieri preso per il culo dai miei amici, un loro concerto per me è sempre un'esperienza karmica.
Quando per i primi pezzi non ho sentito niente mi è crollato il mondo addosso.
Un anno di attesa e non si sente niente? Tremendo.
Poi il concerto mi è piaciuto, alla fine mi sono divertito, ma all'inizio è stato bruttissimo e mi ha rovinato il gusto della cosa, tutto qui.


Profilo WWW
MessaggioInviato: 14 luglio 2006, 13:07
Avatar utenteMessaggi: 256Località: Montegranaro (Ap)Iscritto il: 10 marzo 2006, 1:19
dunhill ha scritto:
Un anno di attesa e non si sente niente? Tremendo.
Poi il concerto mi è piaciuto, alla fine mi sono divertito, ma all'inizio è stato bruttissimo e mi ha rovinato il gusto della cosa, tutto qui.


Ti quoto e condivido!!!

Comunque, da quanto ho letto sul forum, mi pare che potrai rifarti a Parigi (ti auguro un'acustica e un concerto da sballo, così come lo auguro a me stesso per Nizza!!!).

Credo (e spero) proprio che quello dell'acustica sia stato un isolato incidente di percorso (quello di martedì era solo il mio terzo concerto, dopo Roma 90 e Milano 2003, ma in quegli show l'acustica fu impeccabile...


Profilo
MessaggioInviato: 14 luglio 2006, 14:21
Messaggi: 455Iscritto il: 12 giugno 2006, 9:45
:D
Dunhill lo champagne lo beviamo quando vuoi e ti ringrazio naturalmente per quello che hai fatto, scusa se mi sono dimenticato, sai l'emozione................gioca brutti scherzi. Anzi propongo di trovarci tutti a settembre a Milano e fare una festa con musica Stones ovviamente e conoscerci personalmente e parlare dei nostri amati Stones.

Aspetto adesioni anche da Jacopo e da tutti coloro che gestiscono magnificamente questo sito. Per organizzare poi la festa io purtroppo non ho molte conoscenze a Milano a cui appoggiarmi, pero' posso comunque dare il mio aiuto se ce ne sara' bisogno per organizzare la cosa nella pratica.

Saluti a tutti. GLI STONES SONO NEL MIO CUORE E LO SARANNO PER SEMPRE


Profilo

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per:

Tutti gli orari sono UTC +2 ore [ ora legale ]
Pagina 1 di 1
8 messaggi
Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti
Cerca per:
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
cron